Renault e Total, obiettivo migliorare carburante e lubrificanti

24 aprile 2014 01:16 Scritto da: Redazione

Carburanti e lubrificanti assumono un ruolo fondamentale nella Formula 1 moderna. Così come già fatto dalla Shell per i motori Ferrari, anche in Total si sta lavorando ad una nuova benzina per i propulsori Renault.

Caterham - Lotus - Red BullIn Malesia, la Ferrari aveva provato con successo una benzina sperimentale, più fluida rispetto alla precedente, sviluppata in collaborazione con il proprio fornitore e partner storico, la Shell.

Una mossa che anche la concorrente Total sta ora cercando di replicare, allo scopo di recuperare decimi preziosi per la power unit Renault. Il motorista francese, che ha recentemente chiesto – ed ottenuto – una proroga per delle modifiche alla Energy F1, sta lavorando a stretto contatto con il fornitore Total per migliorare carburante e lubrificazione dei componenti.

A confermare l’arrivo della nuova benzina sperimentale è lo stesso Helmut Marko, superconsulente della Red Bull Racing, il quale attende la novità per il prossimo Gran Premio di Spagna. “Anche noi avremo presto un carburante più efficiente. In Cina la FErrari ha fatto chiaramente un salto in avanti perché disponevano di un nuovo tipo di carburante, ma presto anche noi ne avremo uno. Forse già per il prossimo GP in Spagna. La nuova benzina ci porterà due o tre decimi di secondo al giro e, in quel caso, avremo la possibilià di attaccare la Ferrari”, ha sottolineato.

Dietro ogni millilitro di carburante di olio, c’è un team formato da oltre cinquanta tecnici che lavorano in stretta collaborazione con Renault sui circuiti di tutto il mondo, oltre che nei laboratori di ricerca. Uno sforzo, quello di Total, che potrebbe contribuire alla riduzione del gap esistente tra la Red Bull e la Mercedes. Oltre la sfida Mercedes – Renault- Ferrari, quest’anno più che mai sarà anche una lotta tra Petronas – Total – Shell.

7 Commenti

  • A quanto pare Mercedes è davanti a tutti anche nei liquidi grazie a Petronas.

  • Scusate, forse mi sbaglio, ma la Ferrari non ha portato la benzina sperimentale già in Malesia o Bahrain?

  • Mi piacerebbe ricordare che il centro ricerche Petronas altro non sia che il vecchio centro Fiat Lubrificanti.
    Altro esempio di eccellenza italica svenduta all’estero con deprimente nonchalance…

    • “Il centro, destinato a diventare un punto cardine nella sperimentazione e creazione di nuovi prodotti utili ai principali costruttori mondiali, compreso il gruppo Fiat, comporterà oltre all’aspetto immobiliare l’acquisto di tecnologie avanzate”

      da Repubblica

      tutto ciò mi fa sorridere pensando alla f14t

      • Tra l’altro il Gruppo Fiat (anche se non in maniera “proclamata” come un tempo, in cui nelle pubblicità delle sue auto recitava sempre “lubrificazione specializzata Selènia/FL group”) continua ad usare Selènia/Petronas in tutta la sua rete assistenza ufficiale. Solo Ferrari resta legata a Shell anche per la produzione di serie.
        Shell che tra l’altro per la distribuzione carburanti sta smobilitando dall’Italia, vendendo la sua rete a (mi sembra) Q8.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!