Sospensioni attive e taglio dei costi, Brundle è scettico

27 aprile 2014 18:35 Scritto da: Redazione

Tornano le sospensioni attive nel 2017? Martin Brundle ha qualche dubbio sull’effettivo taglio di costi aprendo a tale tecnologia.

sospensioniLo Strategy Group sta valutando la reintroduzione delle sospensioni attive in Formula 1, ma c’è già chi teme a delle ripercussioni sullo spettacolo consegnando anche questo elemento in mano all’elettronica. Primo fra tutti nella categoria degli scettici è Martin Brundle.

L’ex pilota inglese, parlando di questa possibile apertura al ritorno delle sospensioni attive a partire dal 2017, ha voluto esprimere tutti i suoi dubbi, soprattutto per quel che concerne il taglio dei costi: “Il concetto è chiaro. Significa dare alle sospensioni nuovamente valenza aerodinamica. Con i cerchi da 18 pollici, poi, sarà ancora meglio. E’ il sogno di ogni aerodinamico e le auto torneranno ad essere incollate alla pista”.

I team, però, sostengono che il ritorno delle sospensioni attive potrebbe semplificare la vita ai tecnici, specie con le tecnologie attuali, senza però far aumentare i costi. E’ lo stesso Paddy Lowe a farsi portavoce di questa teoria: “Se si guarda alla complessità dei sistemi sospensivi utilizzati oggi, certamente non sarebbe più costoso. Anzi, penso che sarebbe decisamente più semplice rispetto a ora”.

Restano però seri dubbi sul contenimento dei costi e Brundle resta scettico: “Come diavolo risparmierebbero dei soldi se devono ricominciare a progettare la vettura da capo? Devono farlo, visto che il vantaggio che si può ottenere è enorme. Paddy conosce un milione di volte meglio di me la situazione, ma non riesco a vedere qualcosa di economico nelle sospensioni attive”.

17 Commenti

  • D’accordo con Fabietto per i vantaggi aerodinamici delle sospensioni attive, anche se l’assetto “ad hoc” per ogni curva credo sia quasi impossibile da realizzare o comunque da vietare.
    Avere sempre la macchina ad una certa altezza da terra è fantastico per l’aerodinamica e toglie anche un sacco di castagne dal fuoco, evitando una marea di complicazioni aerodinamiche e meccaniche.

    Per il drag generato dai cerchi da 18″ anche io non credo sarà molto maggiore di quello attuale, visto che il diametro della ruota rimarrebbe lo stesso. Ovviamente le turbolenze cambierebbero, ma non così tanto.
    Poi credo sia inutile “lamentarsi” per l’aumento di drag in F1: sono auto a ruote scoperte! =)

    • Impossibile proprio no la Williams li aveva già anni fa e se passa questa modifica ci saranno. Quello che non capisco è vietare test in pista per abbassare i costi per i team minori, però poi non si tiene un regolamento stabile per più di un anno e bisogna rifare la vettura e accessori tutti gli anni… Boh sarò strano io 😀

      • La Williams, se non vado errato, aveva un numero limitato di impostazioni per differenti curve “tipo”, cosa che non definirei proprio “ad hoc” per ogni curva.
        Anche perché dover intervenire prima di ogni curva sarebbe un po’ scomodo.
        Secondo me si manterrebbe l’auto ad una determinata altezza da terra in curva e ad un’altra in rettilineo, e già così se ne ha più che in abbondanza!

  • Che i costi si riducano sono scettico anche io anzi aumenterà la forbice tra i top team e i team minori, poi se approvano il budget cap le minori scompaiono… Ti immagini la Ferrari che può utilizzare in barba al budget cup la chrisler-Fiat per fare ricerca e sviluppo, la Honda lo stesso e la Red bull già come fa ora con la società esterna di Newey 😀 se non puoi correre in F1 non correrci… I top team correrano con 4 vetture e passa la paura.

  • MotoreAsincronoTrifase

    i cerchi da 18″ impatteranno negativissimamente sull’aereodinamica. Infatti si sa che le ruote scoperte sono quanto di peggio si puo’ avere in termini di impatto dell’aria e soprattutto di turbolenze. La spalla ribassata invece diminuira’ i consumi poiche’ l’attrito volvente e’ minore ma la gomma non assorbira’ piu’ gli urti quindi ci vogliono sospensioni vere e non quele attuali, da qui le sospensioni attive. E conunque ormai si e’ capito che chi ha un progetto vincente domina tutti gli anni poiche riprogettando la macchina parte da una base migliore e ci vuole un cambio regolamentare ogni 4 o 5 anni e macchine diverse per non far vincere sempre lo stesso. Adesso e’ l’era mercedes, e fino al 2017 vincera’ sempre.

    • Ma le ruote non dovrebbero mantenere lo stesso diametro di quelle odierne, cambiando solo il rapporto cerchio/altezza spalla pneumatico?
      In quel caso gli svantaggi aerodinamici sarebbero gli stessi di ora (ovviamente andrebbe valutato il diverso “soffiaggio” dato da cerchi più “aperti”).
      Poi vedo Che comunque le formula 3 usano pneumatici ribassati con schemi sospensivi analoghi a quelli delle f1 e senza elementi “attivi”, quindi credo che sarebbe fattibile fare li stesso nella massima formula (ipotizzo).
      Credo che questo voler tornare alle sospensioni attive sia l’ennesima lotta politica tra i team per cercare di ottenere un vantaggio tecnico sugli avversari.

      • MotoreAsincronoTrifase

        Io avevo sentito che volevano introdurre cerchi da 18″ anzicche’ quelli che ci sono ora da 13″. Credo che sia fattibile usare le attuali sospensioni ma la formula 3 e’ molto meno potente e comunque il progetto delle sospensioni diverrebbe complicatissimo anche perche’ in quell’area della macchina non c’e’ molto spazio e si dovrebbero fare sospensioni decisamente piu’ ingombranti. Le sospensioni attive semplificherrebbero il tutto. Ovviamente si ritroverebbe l’aderenza che adesso tanto manca e le macchine sarebbero molto piu’ facili da guidare.

    • Non sarei così sicuro fino al 2017, devono invogliare altri ad entrare ed è ormai strachiaro che se la Ferrari va male gli ascolti crollano… Sempre che nel 2017 esista ancora la F1 e non anche un campionato chiamato GP1… 😀 😀

      • MotoreAsincronoTrifase

        A livello mondiale non credo che gli ascolti siano in base a quello che fa ferrari, magari in italia. Infatti quando per 20 anni, fino agli inii del 2000, la ferrari ha fatto schifo gli ascolti erano ottimi, anzi sono calati abbastanza dal 2002 al 2004 proprio perche’ le gare erano noiose con tutte doppiette ferrari. Per quanto riguarda campionati alternativi se ne parla da decadi ma non si fara’ mai. Ormai la f1 di diverso a tanti altri campioinati ha solo la fama, se diventa qualcos’altro diverra’ solo uno dei tanti campionati di corse d’auto.

      • La F1 attuale è cambiata molto, dal 2009 in poi troppa politica, trucchi sotterfugi… È wrestling, noi tutti sapevamo che la Mercedes avrebbe dominato… Prima del 2009 non potevi saperlo, certo c’era la sfida tra Ferrari e Mcl, tra williams e Mcl, ma meno politica e intrallazzi.
        Poi tu credi che i tifosi Ferrari siano italiani? La Ferrari è la F1 in ogni parte del mondo piloti e tifosi sognano di vederla possederla guidarla. Gli ascolti crollano anche per questo fattore, noterai che negli anni di dominio gli ascolti e soprattutto le presenze nei circuiti non calavano ai livelli di quest’anno ma di una percentuale minima e all’epoca non c’erano gli orari agevolati per la Tv ci si svegliava alle 4 di mattina per la gara e sotto il palco c’erano bagni di folla.
        Le regole erano abbastanza semplici corri come un forsennato e vinci. C’erano i test in pista e i tifosi pagavano per vedere anche quelle…

  • PazzoINRosso

    Correggetemi se sbaglio ma mi sembra che Brundle abbia detto una caz**ta. Cosa centra l’aerodinamica se la macchina è incollata a terra grazie alle sospensioni attive ed ai 18 pollici?
    Gli aerodinamici potranno sbizzarrirsi come vogliono ma i 2 fattori citati sopra li chiamerei più meccanici(o magari meccanici/elettronici per quanto riguarda le sospensioni attive) che aerodinamici…

    Ora scusatemi se ho detto una fesseria ma non sono un tecnico ed affidandomi ai miei soli ragionamenti logici potrei sbagliarmi xD

    …Che poi non capisco neanche perchè per Brundle sarebbe un problema ma questo è un altro discorso…

    • Il vantaggio aerodinamico è enorme in rettilineo le sospensioni attive alzano l’anteriore e riducono il drag stalla di anche la posteriore e diffusore, in curva avrebbero un altezza da terra costante in ogni condizione rendo di pratici i vantaggi teorici che si vedono in galleria del vento ovvero se ora l’altezza del fondo nel complesso varia in base al tipo di curva dopo sarebbe sempre costante, oppure puoi avere un certo tipo di assetto ad hoc per ogni curva. Le macchie sarebbero incollate alla strada, considerando anche l’evoluzione dei motori si arriverebbe a tempi migliori dei V8. Beh un sogno si per gli aerodinamici, un incubo per chi non le ha capite quando erano permesse e c’erano i test in pista (ogni riferimento alla Ferrari è storico e non casuale) 😀

      • Vabbè l’ipad ha corretto a cavolo un paio di parole ma si capisce. :)

      • PazzoINRosso

        Ovviamente ci sarebbe un vantaggio aerodinamico ma le sospensioni attive e gli pneumatici si possono definire componenti aerodinamici (ok che stanno a contatto con l’aria ma a questo punto anche la mia testa è un componente aerodinamico 😀 )

      • Mi sembra ovvio che la tua testa sia un componente aerodinamico, semmai il tuo cuore o il pancreas non lo sono. Ovviamente l’intestino crea downforce con gli scarichi soffianti 😀

      • PazzoINRosso

        ahhahaah grande 😀

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!