Hamilton: “Vettel deve mostrare la sua leadership”

28 aprile 2014 14:36 Scritto da: Redazione

Intervistato dalla tedesca Bild, Lewis Hamilton crede che è in questo momento che Vettel deve comportarsi da quattro volte campione del mondo, tirando fuori gli attributi e mostrare alla squadra di essere il leader indiscusso.

Mercedes - Hamilton - Red Bull - VettelChi li aveva dati per sconfitti nei test invernali, si è dovuto ricredere. La Red Bull Racing, nonostante settimane cupe, è riuscita a tirare fuori parte delle performance della RB10 e uscire dalla crisi in tempo per questa prima, particolare, parte del mondiale 2014.

In questo momento, la superiorità della Mercedes sembra essere difficilmente contrastabile. Inoltre, il Campione del Mondo in carica – Sebastian Vettel – deve fare i conti con un feeling ancora non perfetto con la vettura, oltre che tenere testa al nuovo compagno di squadra, Daniel Ricciardo,  terribilmente veloce e competitivo.

E sulla questione ha parlato uno dei favoriti per il Mondiale 2014, Lewis Hamilton. L’inglese, interpellato dalla ‘Bild’ sulla situazione in casa Red Bull, ha ammesso: “Quando si vive un momento critico, bisogna essere capaci di dimostrare la propria leadership all’interno dela squadra. Sebastian è un quattro volte campione del mondo e deve ora primeggiare all’interno del team”.

Nonostante la Mercedes W05 sembra essere di un altro pianeta, c’è da scommettere che la Red Bull Racing tornerà presto a lottare per il gradino più alto del podio, specialmente in circuiti dove il motore conterà un po’ meno. E Lewis ne è pienamente consapevole: “Indipendentemente dalla power unit, la Red Bull ha ancora una monoposto molto forte. Non credo che la situazione attuale rimarrà così a lungo”.

34 Commenti

  • Francesco_Kimi

    Hamilton tranne che con kovalainen col resto dei suoi compagni di squadra ha avuto risultati simili il tutto con lo status di prima guida quindi non vedo nulla di speciale, senza considerare il fatto che tra il 2007 e il 2008 veniva favorito dalla Fia che voleva un pilota di colore campione del mondo e gli episodi di favoritismi sono stati parecchi in quei due anni

    • Per carità fai attenzione a quello che dici!!! Ti puzza la vita? Hamilton NON HA MAI ricevuto nessun trattamento di riguardo, si è sempre sudato ogni singola gara!!!
      Ricordo anche io parecchi episodi in cui gli son state perdonate parecchi irregolarità, ma guai a scriverlo qui, si rischiano insulti a non finire!!!

      Comunque che sia un grande campione è innegabile, non mi dispiacerebbe certo averlo in Ferrari quando andrà via Alonso! Sono comunque convinto che Vettel non sia da meno, probabilmente starà attraversando un periono storto, anche ad Hamilton è capitato nel 2011, ma mi pare che adesso stia dimostrando tutto il suo valore! Sarà così anche per Vettel

      • MotoreAsincronoTrifase

        Quali episodi? Hamilton e’ stato il pilota piu’ penalizzato forse delal storia della f1. Spesso per sciocchezze. Se scrivi le cose almeno argomenta.

    • MotoreAsincronoTrifase

      Hamilton e’ il pilota che ha avuto un numero spaventoso di penalita’ spesso assurde. Bastava un minimo contatto o una qualsiasi toccata per avere un drive trough. Ricordo la penalita’ che ebbe perche’ restitui’ la posizione nel 2008 a raikkonen ma la restitui’ in maniera non appropriata. La mclaren contatto charlie e disse: Hamilton ha restituito la posizione, tutto ok? Cherlie disse: si non vi preoccupate tutto ok. Hamilton si e’ comportato bene. Questo per ben 3 volte, la fia assicuro’ che la procedura fosse corretta e lewis non doveva restituire la posizione ulteriormente. Alla fine e’ stato penalizzato. Ha avuto decine di panalizzazioni per ogni sciocchezza che alla fine disse: ma lo fanno perche’ sono nero? Ma tutti volevano penalizzarlo anche per cose che il regolamento permetteva chiaramente come quando resto’ senza benzina alla fine delle qualifiche (era gia’ accaduto ad altri e il regolamento non lo vietava) e quando lo rimisero in pista con la gru (il regolamento diceva che se la macchina era in posizione pericolosa poteva essere aiutata a riprendere la pista dai commissari e lui era proprio in uscita curva).
      Per i favoritismi e’ ancora piu’ ridicolo. Che senso avrebbe fare un contratto milionario ad alonso facendo tutto il possibile per ingaggiarlo, fargli un contratto da prima guida per poi boicottarlo. Anzi per la prima parte di campionato alonso era favorito, ma era semplicemente piu’ lento.

  • Visto i commenti di alcuni, farestre bene a togliere i paraocchi ed essere più obiettivi. Intanto sono passate solo 4 gare e i conti si fanno alla fine, e poi se Hamilton perdesse questo mondiale farebbe bene a ritirarsi. Detto questo è fuori discussione che sia Hamilton, Alonso e Vettel sono i migliori piloti in circolazione.

  • Comunque è presto per criticare, un momento no lo possono avere tutti,lo ha vettel in questo inizio di stagione così come l’ha avuto Hamilton nello scorso finale di stagione, poi a fine anno tireremo le somme.

  • il premio per il commento del giorno va sicuramente ad iron mc!! dire che hamilton ha perso due mondiali per colpe sue…be sarei curioso di sapere almeno quali sono…

    • Mi spiace che te la sia presa, non volevo assolutamente provocare (considera che Lewis è il mio pilota preferito, anche se non tifo più per lui).
      Comunque gli episodi a cui mi riferisco sono:
      Nel 2007 l’insabbiamento in Cina.
      Nel 2010 il doppio incidente a Monza (contatto con Massa dopo 30 secondi dalla partenza) e Singapore (contatto con Webber).

      Hamilton è un campione e qui nessuno lo mette in dubbio, però non ha ottenuto sempre il massimo dalle macchine che ha avuto, considerando il talento che ha.
      Magari un altro pilota con quelle McLaren non sarebbe riuscito a fare meglio (vedi Alonso nel 2007), però Lewis in quei due anni aveva la possibilità di vincere il titolo e facendo quei pochi punti, che erano ampiamente alla sua portata, in quelle gare cruciali della stagione ci sarebbe riuscito.

      Quindi quel che voglio dire è che Lewis non è sempre riuscito ad esprimere al meglio il suo talento.
      Una stagione storta come quella di Lewis del 2011 capita a tutti prima o poi, quelle 3 gare invece gridano ancora vendetta per me, perchè sarebbe bastato un pizzico di sangue freddo in più affinchè Lewis e la McLaren avessero in bacheca un paio di mondiali piloti in più.

      Nel mio commento non c’era alcun intento provocatorio, ma solo la constatazione del fatto che Lewis per ragioni caratteriali (indipendenti quindi dalla bontà mezzo e dalle sue doti velocistiche) in passato ha perso due mondiali.
      Per cui farebbe bene, a mio modo di vedere, a concentrarsi su questo aspetto che è importante quanto il talento, piuttosto che farsi carico dei problemi di Vettel (che in passato qualcosina l’ha vinta e pure in circostanze parecchio difficili come nel 2010 e nel 2012).

      • Ciao Iron be “presa” è un parolone…in fondo stiamo pur sempre chiacchierando in un blog di F1 ;-)..
        ho trovato il tuo commento un po ingeneroso…
        Nel 2007 sai bene che Lewis non poteva vincere quel mondiale..l’ insabbiamento in Cina con la mclaren che lo lascia fuori a finire le gomme è un segnale chiaro di ciò che dico…in Brasile idem..chi segue la f1 sa che non l’ ha perso Hamilton il mondiale nel 2007..ed era cmq un rookie..questo senza nulla togliere ai meriti di Raikkonen..
        Se citi il 2010 ti invito a rivedere tutte le corse di quel mondiale e contare gli errori di Vettel Hamilton e Alonso..e poi mi dici chi ha sbagliato meno quell’ anno..ti ricordo che da metà stagione in poi la mclaren non azzecco piu gli sviluppi facendosi scavlacare dalla ferrari..e l’ unico vero errore di Hamilton fu a monza..perchè a singapore ci fu la furbata di Webber..
        questo è il motivo per cui ritengo ingeneroso dire che hamilton ha perso due mondiali per colpe sue..
        senza nessun rancore qua ognuno esprime la sua ci mancherebbe..so che non sei un provocatore

      • Beh dai con l’aria che tira a volte sul blog è sempre meglio chiarire il proprio punto di vista, per evitare che sorgano incomprensioni.
        Quanto al discorso che fai relativamente ai due mondiali da me citati voglio dire alcune cose.

        Sul 2007, anch’io penso che ci siano parecchie ombre, perchè se alla penultima gara hai 2 piloti davanti in classifica piloti il mondiale 99,99 volte su 100 lo vinci, e dubito che siamo in presenza di quello 0,01%.
        Tuttavia mi sforzo di considerare regolare anche quel campionato perchè altrimenti non avrebbe senso continuare a vedere la F1, quindi mi sforzo anche di pensare che quello della Cina sia stato un errore di Hamilton oltre che del Team.

        Sul 2010 hai assolutamente ragione quando dici che Alonso e Vettel non hanno corso meglio di Hamilton, però quello che voglio dire io è una cosa diversa.
        Hamilton quel mondiale lo poteva vincere tranquillamente ottenendo anche due piazzamenti fuori dal podio, che erano ampiamente alla sua portata.
        La macchina in quelle gare c’era visto che Button a Monza arrivò addirittura secondo dopo aver fatto secondo anche in qualifica.
        A Singapore idem, visto che entrambe le McLaren avevano un passo da podio.
        In quelle due gare Button ottene 30 punti, Hamilton zero.
        Alla fine del campionato ne sarebbero bastati 17 a Lewis per vincere il titolo.

        Il punto non è che Lewis abbia corso meglio o peggio di Vettel e Alonso nel 2010, bensì che Hamilton correndo con meno foga nel momento decisivo del campionato avrebbe ottenuto un mondiale strameritato per come aveva guidato per 17 delle 19 gare di quella stagione.
        Non c’entra il confronto con gli altri piloti, ma solo il fatto che Lewis aveva la possibilità di ottenere quei due stramaledettissimi piazzamenti (un quinto e un sesto posto) ma non ci è riuscito.

        Questo è il punto su cui Lewis può e deve ancora migliorare (visto che anche lo scorso anno ha avuto un periodo in cui si era eclissato) e mi auguro per lui che possa farlo.
        Hamilton per quel che ha dimostrato finora avrebbe meritato un paio di mondiali in più e sarebbe un peccato che un talento purissimo come è Lewis non avesse un riconoscimento maggiore anche nelle statistiche dei titoli piloti.
        A volte bisogna togliersi i panni del guerriero e indossare quelli del ragioniere, altrimenti è uno spreco di talento.

  • @paolo89 , si ricorda solo il 2011 ? Perchè quando invece si parla di Hamilton/Alonso non c’è gente che ricorda solo il 2007?

    Poi hamilton è l’unico dei 3 che non ha mai fatto la gavetta ma è partito da un top team, facile dire che ha debuttato alla grande…..

    Comunque per conto mio vettel sta solo attraversando un momento storto ma tornera quello di prima

    • MotoreAsincronoTrifase

      il 2007 e’ stato l’unico anno in cui hamilton e alonso hanno avuto la stessa macchina. Sono in molti che hanno debuttato in un top team e non sono riusciti a fare granche’, anzi debuttare in un top team e’ peggio di fare la gavetta perche’ devi andare forte ed avere una pressione enorme senza esperienza nei piccoli team.

  • Non sono solito esprimermi su un pilota considerando solo una stagione, ma se dovessi farlo credo che sarebbe ingiusto nei confronti di Vettel soffermarsi solo su queste prime 4 gare del 2014.
    Se dovessimo giudicare la carriera di Hamilton solo per la stagione 2011 (o come si fa per Vettel solo per alcune gare di quella stagione) allora cosa dovremmo dire?

    Parlare di leadership non ha alcun senso, perchè bisogna pensare di gara in gara, soprattutto quando accanto hai un pilota competitivo.
    Non vorrei che Hamilton, in preda all’euforia di queste 3 vittorie consecutive, si perdesse in chiacchiere come ha fatto più volte in passato.
    E’ meglio per lui pensare a Rosberg, che non sarà ai suoi livelli di velocità pura, ma è un tipo abbastanza freddo e calcolatore oltre ad avere un bel piede pesante.

    Al contrario di Vettel, Hamilton deve ancora dimostrare di saper reggere la pressione di dover vincere ad ogni costo, vista la macchina che si ritrova per le mani.
    Spero per lui che finalmente possa superare i suoi limiti caratteriali che nel passato gli sono costati parecchi punti e anche un paio di mondiali…

  • Eh si eh!xke tu luigino hai dimostrato di correre per un catorcio e di essere un leader,per quanto ne so hai guidato due dei marchi piu’ prestigiosi della storia..comunque penso che sia ora di finirla di valutare i piloti come se fossero POKEMON o CALCIATORI!mio modestissimo parere,i piloti al giorno d’oggi sono quasi macchine,super allenati con squadre ke danno loro il totale appoggio per far si che loro vincano,quindi togliendo l’esperienza penso che oggi come oggi non ci si possa piu’ giudicare un pilota migliore di un altro xke esistono troppi fattori per determinare questa cosa,giudichero’ sempre hamilton un grande campione ma non inarrivabile a parita’ di macchina e supporto da altri suoi colleghi,la differenza la facevano in passato

  • QUI ALCUNI UTENTI DOVREBBERO VERGOGNARSI !!!

    Come si fa a criticare Hamilton per giustificare Vettel ?

    Hamilton lì dentro è il pilota che ha avuti i compagni più tosti di tutti e li ha battuti tutti, e tutti con pari trattamento al contrario di certi altri come vitellino e lo spagnoletto che non hanno mai dovuto sudarsi il ruolo di prima guida, l’unica volta che han dovuto farlo uno le ha prese da un debuttante, l’altro le sta prendendo ora dopo 4 titoli.

    Hamilton è il più veloce del circus, smettiamola di far finta che sia una caratteristica da niente !

    • E ovviamente quando si parla di Button viene alla memoria solo il 2011, mentre il 2010 e il 2012 sono magicamente rimossi da una insolita forma di alzheimer vero ?

      Fatto sta che Hamilton ha perso per i punti ma in quanto vittorie e pole era davanti.

      E poi che male c’è ad aver perso con Button ? E’ un campione del mondo esperto mica il primo novellino arrivato.

      • MotoreAsincronoTrifase

        Appunto. Perdere con button e’ sicuramente piu’ onorevole che perdere con ricciardo. Ricciardo poi deve ancora dimostrare molto, in toro rosso spesso era dietro a vergne che un fenomeno non lo e’ di certo.

    • MotoreAsincronoTrifase

      Quoto tutto. Anzi non ssaprei aggiungere nulla, se non che hamilton e’ il miglior pilota attuale, almeno quando non esce di testa.

      • Ma le sue doti velocistiche non le metto in dubbio, però ha da dimostrare di essere più costante

  • mimmo stigazzi

    Dopo 5 stagioni corse con macchine super competitive e spesso imbattibili, adesso con una redbull da terzo posto vettel dimostra i limiti intravisti anche nelle formule minori e naturalmente hamilton e alonso in primis sono tornati a dominare la scena relativamente alla competitività dei loro mezzi, ma non posso credere che il vero vettel sia quello visto in questi primi gp, se così fosse sarebbe il più grande bluff della storia della f1!

  • Vettel è e sarà sempre un buon pilota, veloce, capace di addormentare la gara quando è davanti, ma nulla di più. Secondo me ce ne sono altri forti come lui, sicuramente ha avuto la fortuna di trovarsi negli anni giusti nella squadra giusta. Se uno non lo conoscesse e lo vedesse adesso senza sapere dei 4 titoli che ha a casa, non direbbe certo che ha il carattere e il carisma di un campione del mondo

  • Da quale pulpito viene la predica…

  • se la matematica non è un opinione:

    Rosberg 79
    Hamilton 75

    Vettel 33
    Ricciardo 24

    poi ovviamente vedremo alla fine,

    ma comunque il signore in questione le ha prese sia da Button in 3 anni in Mclaren così come da Rosberg l’anno scorso in mercedes…

    memoria corta?

    Vettel in 5 anni ha fatto 4 titoli mondiali e un vicemondiale dietro la Brawn di Button a soli 26 anni…

    scusa se è poco, c’è gente che 4 titoli mondiali non li vedrà MAI

  • Vettel ha molto ancora da dimostrare, questo è l’anno buono per farlo, al di là del risultato finale.

    Detto questo, non capisco perchè ancora si riportino notizie del “bild” , giornale scandalistico che “reinventa” le notizie e le dichiarazioni solo per sparare titoloni.
    In una scala gerarchica di autorevolezza si pone più o meno tra Cronaca Vera e Novella due/tre mila.

  • Beh oddio.. Hamilton ha esordito con un certo alonso in squadra dimostrando qualità e carattere.. Poi ha cambiato aria e si è imposto anche in mercedes… Vettel, per carità è molto forte ma nn aveva competizione interna con una macchina palesemente superiore agli altri

  • Francesco_Kimi

    Vettel qualcosa in più di te l’ha dimostrata

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!