La McLaren dedica un toccante video a Senna

1 maggio 2014 20:08 Scritto da: Redazione

Il Team di Woking, nel giorno in cui si onora la memoria di Ayrton, dedica al pilota brasiliano un video che racconta quel favoloso giro di qualifica al GP di Monaco ’88.

Difficile trovare le parole giuste per ricordare un grande pilota come Ayrton Senna, specie nel giorno in cui ricorre il ventennale della sua scomparsa. La McLaren ha voluto ricordare il pilota brasiliano con un video particolarmente toccante: lo strepitoso giro di qualifica del Gran Premio di Monaco 1988.

A bordo della Mp4-4, che quell’anno conquistò quindici vittorie su sedici gare, Ayrton realizzò un giro da qualifica impressionante. Rifilò un secondo e quattro decimi al compagno di squadra – Alain Prost – e oltre due secondi a Berger e Alboreto con le Ferrari. Un giro perfetto, raccontato dalla stessa voce di Senna.

9 Commenti

  • davidenk79

    scusate non ho potuto rispondere prima…..rispetto tutto e tutti…. ma siamo sicuri che che per esempio un Valsecchi qualsiasi non valga Button o un altro pilota famoso? Questione si di talento e velocità ma anche di fortuna opportunità e soldi…visto che di fronte alla morte siamo tutti uguali e Ratzenberger faceva si ciò che amava ma soprattutto anche lui ci regalava parte di quello spettacolo che noi tutti amiamo.Per il mito senna giusto scrivere 100 articoli a patto di scriverne uno anche su quel tizio che non era uno qualunque perché per essere li soprattutto a quei tempi bisognava avere i cocones. .Ecco siccome vent anni sono una ricorrenza che non capita spesso un breve racconto della sua vita sportiva sarebbe stato forse contro corrente ma molto significativo e rispettoso. Ho fatto l esempio di Valsecchi perché mi avete scritto che solo i grandi vengono ricordati…lui non è nessuno perché ha solo vinto la gp2 e non ha i soldi per correre in f1. ..quindi dovesse morire mezza riga basterebbe tanto non è nessuno. Bah!

  • Alessandro HAMALORAI

    Ieri, vedendo i vari speciali di Sky e RAI, ho percepito ancora quelle emozioni terribili.

    Da appassionato mi dico ” Quanta roba sarebbe stato assistere ad un duello Schumacher/Senna!!”

  • @davidenk79

    Insomma, io non vorrei fare il solito cinico, ma la polemica sul povero Ratzenberger è pretenziosa: viste appunto le sue qualità “tecniche” e l’assoluta gravità della sua perdita come uomo, resta comunque il suo nome consegnato alla storia per essere morto il giorno prima di Senna, e per questo tutti lo ricorderanno sempre.

    La sua eterna visibilità gli è stata donata proprio perchè ad ogni primo maggio viene sempre comunque ricordato da qualcuno che è morto anche lui il giorno prima.

    Se Senna non fosse morto non avrebbe mai nessuna commemorazione, e sarebbe da tutti dimenticato, come anche Alboreto e De Angelis, per citare i primi due che mi vengono in mente.

    Avrebbe avuto una possibilità di notorietà eterna se Ayrton avesse vinto quel tragico GP e avesse sventolato la bandiera austriaca nel giro d’onore, ma rischiamo di incartarci troppo con i “what if…”

  • Un grande davidenk79! Infatti nn trovo giusto che il povero Ratznberger nn venga nemmeno menzionato per errore. Giustamente i giornalisti scrivono quello che la gente vuole sentire, capisco che Ayrton era un pilota eccezionale, ma ci vuole rispetto anche per chi il giorno prima ha perso la vita nella medesima maniera.

  • davidenk79

    aridaje n altro articolo su senna…su blog f1 Ayrton batte Roland 15 a 0…….bah. ….non sono d accordo redazione….non siamo pecore in gregge da seguire senna era un grande da vivo ma vale quanto Ratzenberger da morto…. un breve articolo sulla carriera di quel povero ragazzo dimenticato non ci stava affatto male

    • Roland era come un “Pic” oggi..

      • in griglia come nella vita per i nostri cari siamo tutti dei senna…ne inferiori,ne superiori!!!!!
        Lucaluke ne hai di strada da fare per apprezzare il valore della vita.

      • si ma la massa non sono loro cari… la gente muore tutti i giorni, quelli che vengono mondialmente pianti sono quelli che hanno fatto qualcosa di speciale… rispetto si, nessuno lo ha insultato, ma da qui a ricordarlo annualmente ce ne passa.. a quello ci penseranno i cari che ne conoscevano il lato speciale

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!