La crisi in Crimea potrebbe far saltare il GP di Russia

5 maggio 2014 10:17 Scritto da: Davide Reinato

La crisi in Crimea potrebbe far saltare il Gran Premio di Russia del prossimo ottobre. Al momento, correre a Sochi sembra un’idea irrealistica.

RussiaIl Gran Premio di Russia di Formula 1 potrebbe non disputarsi, vista l’attuale situazione politica in atto nel paese. Nelle scorse settimane, la DORNA aveva annullato la gara del 21 settembre del Mondiale Superbike e sono immediatamente partiti i primi sospetti che la cosa sarebbe facilmente potuta accadere anche con la gara di Formula 1, poiché la situazione in Crimea è sempre più grave.

A mettere in dubbio la fattibilità del primo GP di Russia in Formula 1 è lo stesso Richard Ottaway, Presidente della Camera degli Affari Esteri che, parlando con il ‘Times’, ha ammesso che la crisi della Crimea fa diventare “Decisamente irrealistica” l’idea di correre a ottobre a Sochi. “Se saranno date sanzioni più severe, per la Formula 1 risulterà impossibile arrivare, a causa delle forti restrizioni sul flusso di denaro”, ha confermato Ottaway.

Nonostante gli sponsor principali potrebbero voler prendere le distanze dal comportamento della Russia, resta il pericolo che il Gran Premio salti. I primi a farne le spese sono stati gli oltre quaranta piloti del gruppo SPM Racing, finanziati dalla SMP Bank di Boris Rotenberg, amico d’infanzia e sostenitore di Putin. Il congelamento dei conti europei della SPM Racing sta mettendo in seria difficoltà la carriera di tanti giovani talenti, incluso Sergey Sirotkin.

8 Commenti

  • Dai, mettiamo Imola all’ultimo minuto, così finalmente potrei tornare a vedere un GP!!!

  • Se lo hanno fatto in Bahrain possono farlo anche qui…

  • Ne sarei lieto, certi paesi non si meritano di avere questo tipo di “vetrine” come lo è la F1, evidentemente a loro interessa più la guerra che lo sport, meglio non avere niente da spartire!

    Anche se temo che il dio $$$ alla fine avrà la meglio…

    • MotoreAsincronoTrifase

      se l’hanno disputato in bahrein previo pagamento lo disputeranno anche qui.

    • “Certi paesi”? Se possono permettersi un GP alcuni paesi del terzo mondo, con leggi e culture che definirei barbariche, non vedo perchè non possa farlo la civilissima Russia.

      La politica deve stare FUORI dallo sport, comunque…

    • Allora dovresti essere contro il GP USA visto che dal ’45 hanno portato avanti azioni armate contro 33 paesi, record nemmeno lontanamente avvicinabile da nessuna nazione del pianeta. Io se non lo dovessero disputare non seguirò le restanti gare poichè sarebbe una grottesca pagliacciata.

      • Il problema non è politico, ma economico. Quando il circus si sposta in un paese porta con se centinaia di milioni, quindi se l’onu divesse dare una specie di embargo alla Russia, non si potrebbe correre, non per politica, ma per soldi. Chiaro il concetto? In baharain non c’era nessun embargo ne alcuna risoluzione ONU quindi hanno corso. negli USA non ci sono embarghi quindi si corre.

      • Haha……allora fammelo ripetere che vediamo se è chiaro. L’ONU, organizzazione nella quale la Russia ha potere di veto (ovvero può bloccare qualsiasi azione) deciderebbe una “specie embargo” alla Russia. Certo, chiarissimo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!