Smedley: “Qui abbiamo un wind tunnel che funziona bene”

14 maggio 2014 17:13 Scritto da: Marco Di Marco

Rob Smedley mette a paragone l’esperienza fatta in Ferrari con la nuova in Williams, mettendo in risalto l’ottima correlazione di dati della galleria del vento del team di Grove.

Williams Martini RacingFinalmente Rob Smedley ha di che sorridere. Abbandonata la Ferrari per seguire il suo pupillo Felipe Massa in Williams, il tecnico inglese ha avuto modo di apprezzare le strutture del team di Sir Frank.

Nello scorso weekend, varie emittenti e testate giornalistiche brasiliane hanno provato a metterlo in imbarazzo chiedendo un confronto tra la realtà attuale e quella di Maranello, ma Smedley ha sempre negato ogni paragone trincerandosi dietro un “no comment”.

Dietro la continua insistenza dei media, ha alla fine ceduto in qualche modo, affermando: “In Williams la correlazione che esistente tra i dati della galleria del vento e i risultati in pista è eccellente. Rispetto alla mia precedente esperienza, questo mi ha impressionato. Tutto ciò che sperimentiamo in galleria, viene regolarmente applicato sulla vettura, così possiamo migliorare gara dopo gara”.

L’ex uomo in rosso ha quindi confermato quanto già si sapeva in passato, ovvero le palesi lacune in casa Ferrari relative al tunnel progettato da Renzo Piano, cruccio delle ultime stagioni ferrariste., che ha recentemente visto una ristrutturazione totale e solo da pochi mesi è nuovamente a disposizione degli uomini Ferrari.

6 Commenti

  • Secondo me sarebbe ormai logico cominciare a pensare alla vettura del prossimo anno…ma siamo così indietro che forse sarebbe meglio pensare addirittura al 2016, usando l’intero campionato facendo dei test. Ahaha…
    Seppur ridicolo, quello che ho scritto è più “serio” del comportamento che hanno in ferrari dal almeno 5 anni.

  • Rob, anche tu… non si fa così dai. Non si spara sulla croce rossa, suvvia.

  • Infatti, a mio modesto avviso le lacune maggiori sono in trazione e pu. La carenza di Potenza Li obbliga a fare scelte Pro percorrenza in curva o Pro velocità, ma entrambe non riescono ad ottenerle.

  • In Ferrari possono anche usare la scusa della galleria del vento non efficiente per giustificarsi, ma fatto sta che i problemi più grandi di questa vettura e di quelle del passato recente passano per la trazione, che non c’entra con l’aereodinamica.

    La domanda è: come diavolo è possibile che in 3-4 anni nessuno abbia saputo risolvere questo problema?

    • Se usi sempre lo stesso rigidissimo telaio con la stessa concezione e hai sempre gli stessi risultati dovresti aver capito che con le Pirelli non funziona, penso che avendo rinnovato il contratto a Fry per altri tre anni non abbiano capito ancora, o Allison glielo farà capire. Probabilmente a loro funziona tutto in simulazione e con i calcoli, devono essere problemi di modelli… Anche per me è un mistero.

      • Sì, appunto, la logica vuole che se una filosofia costruttiva non funziona e non dà risultati, va cambiata. Eppure in Ferrari continuano imperterriti a sfornare macchine che nascono ogni volta con i medesimi difetti congeniti.
        Sono sicuro che gli ingegneri di Maranello sono ottimi ingegneri e sicuramente cervelloni per lavorare in Ferrari e in F1, e proprio per questo è incredibile come vengano commessi sempre gli stessi errori.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!