Berger avverte: “Presto scintille tra Rosberg e Hamilton”

15 maggio 2014 09:09 Scritto da: Marco Di Marco

L’ex pilota austriaco è pienamente convinto che i sorrisi e le belle parole tra Hamilton e Rosberg si trasformeranno presto in scintille.

Lrwis Hamilton - Nico RosbergUn inizio di campionato letteralmente dominato dalla Mercedes che ha fatto degli avversari un sol boccone: con 5 successi in altrettante gare, oltre che 4 doppiette, la concorrenza sembra già annientata ed il mondiale pare destinato a giocarsi tutto in casa  in quel di Stoccarda. In una intervista rilasciata all’agenzia APA, Gerard Berger ha tuttavia espresso le sue perplessità sull’atmosfera idilliaca che regna attualmente in Mercedes.

L’ex pilota austriaco ha affermato: “La Formula 1 riserva sempre delle sorprese. Guardiamo alla situazione attuale, ancora è prematuro, ma credo che tra non molto ci saranno scintille tra Rosberg ed Hamilton. Lewis è forse il pilota più veloce dello schieramento, ma è anche molto debole dal punto di vista emotivo. Credo che sia possibile cercare di destabilizzarlo, e Nico sa che deve essere molto furbo nello sfruttare questa debolezza per compensare il vantaggio che ha il suo rivale come velocità. Sono certo che la determinazione e la perseveranza di Nico, renderanno difficile la vita ad Hamilton”.

Berger ha voluto esprimere la sua opinione anche sulle recenti critiche mosse dal boss Red Bull, Dietrich Mateschitz, al ruolo da tassisti imposto ai piloti dalle norme sui consumi: “Questa affermazione non ha senso. Guardate ad esempio Hamilton e Rosberg che guidano al limite ogni singolo giro. La verità è che la Mercedes si trova dov’è perché ha svolto un ottimo lavoro, così come la Red Bull, mentre lo stesso non si può dire della Renault. Queste critiche sono solo il frutto della frustrazione”.

67 Commenti

  • Gli stili di guida non sono cambiati tanto, sono cambiate le vetture che sono solo più pesanti, con meno carico e un motore più difficile da gestire.

    Non siamo in moto che ognuno ha il suo feeling, semplicemente ora le vetture sono più difficili da guidare e il pilota può fare più la differenza ed ecco che spuntano subito fuori i veri manici !

    E assieme a ciò sbucano anche i falsi come il signorino Vettel che senza alti carichi e motore dall’erogazione dolce con tanto di soffiaggi in rilascio e TC emulato non è più così fenomenale.

  • Bisogna anche pensare che le macchine sono cambiate e con esso lo stile di guida da utilizzare. In questo Hamilton ha fatto qlc di speciale mentre Rosberg sta facendo piu fatica ma il campionato e’ lungo e le cose possono cambiare. Non e’ Rosberg che delude e’ hamilton che ha raggiunto una maturita incredibile ma l adattamento a queste monoposto e’ un fattore da non sottovalutare: rosberg le sta prendendo da lewis ma vettel le prende da Riccuardo all esordio in Rb. Questo a dimostrare che alcuni piloti x il momento sfruttano meglio queste F1 e altri meno.

  • @formulalewis
    Appunto… non possiamo fare considerazioni certe ma esprimere nostri pareri….
    Io prenderei Rosberg per i motivi già detti:
    Riesce con un pò di fatica, a dir la verità, a tenere testa a Hamilton in qualifica mentre Alonso, nonostante le 22 pole e le indubbie doti velocistiche, ha subito in qualifica anche da compagni di squadra considerati “scarsi”.

    Io chiedevo il tuo parere, non una dimostrazione oggettiva di chi è più forte….

    Per quanto riguarda il tuo ultimo post, concordo e quoto pienamente sul fatto che l’hungaroring sia un circuito “pro Lewis” e che Rosberg stia dimostrando il suo valore

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!