Hembery invita il Circus a riflettere: “Parola ai tifosi”

16 maggio 2014 16:27 Scritto da: Redazione

Le stravaganti proposte dello Strategy Group non piacciono agli appassionati di F1. Paul Hembery, Direttore di Pirelli Motorsport, invita la categoria a riflettere su cosa veramente vogliono vedere i tifosi prima di pensare a qualunque nuova regola.

paul-HemberyNel corso di questi mesi, molte idee sono state avanzate dallo Strategy Group per migliorare lo spettacolo in Formula 1. Molte, però, sono state contestate dal pubblico che accusano l’intero Circus di non comprendere veramente lo stato d’animo dei tifosi, sempre meno interessati alla categoria, come dimostrano gli ascolti TV di questo inizio di campionato.

Paul Hembery, parlando con Autosport, ha sottolineato che la F1 deve cambiare approccio e dare peso alle proposte degli appassionati. “Quando si è in affari, la prima regola è cercare di capire il cliente. Penso che sia molto pericoloso per uno sport come la F1 inventare norme, regolamenti ed idee senza prima capire perfettamente ciò che gli appassionati si aspettano da questo. Bisogna fare appello ai tifosi. Cosa si aspettano di vedere? Cosa vogliono vedere? Si aspettano una categoria ecologica o un contronto tecnologico? Questi sono i due estremi. In effetti, cosa si aspetta il pubblico dall’eccellenza dello sport motoristico?”.

Il Direttore Motorsport di Pirelli invita, dunque, a riflettere: “Una volta che verrà compreso tutto ciò, si potrà iniziare a ragionare. Al momento, si rischia di mettere il carro davanti ai buoi nel cercare di risolvere il problema senza realmente sapere quale, in effetti, sia davvero il problema”.

A fare eco alle parole di Hembery è Claire Williams, Deputy Team Principal della Williams Racing, che ha affermato: “E’ davvero pericoloso solo pensare a un’idea credendo che possa essere buona. Non si conoscono le implicazioni in termini di costi per i team e non si sa nemmeno quale tipo di lavoro si è chiamati a fare, come non è stata fatta alcuna analisi a tal riguardo. Le proposte che sono state avanzate adesso dimostrano che c’è la volontà di migliorare questo sport, ma penso che si possa sempre aumentare lo spettacolo per gli appassionati e garantire, allo stesso tempo, un’alta visibilità per tutti gli sponsor. Dobbiamo difendere il futuro a lungo termine della Formula Uno, questo è l’importante. Non possiamo essere solo stravaganti e fare proposte che costano troppo denaro”.

16 Commenti

  • Allora gente, ieri sono stato ad Imola a vedere la 4 ore…suoni eccezzionali e divertimento puro. Se la F1 continua così, per forza di cose, il pubblico si sposterà su altre categorie. Oltretutto c’era anche abbastanza gente!

  • In un ambiente cosi chiuso e politico come lo è la F1, sicuramente la parola non sarà mai data ai tifosi…delle due agli sponsor forse, quando inizieranno a mandare a quel paese gli organizzatori, quando nessuno guarderà più le gare.

  • In un ambiente cosi chiuso e politico come lo è la F1, sicuramente la parola non sarà mai data ai tifosi…delle due agli sponsor forse, quando inizieranno a mandare a quel paese gli organizzatori, quando nessuno guarderà più le gare.

  • Be’, una delle prime cose che gli appassionati chiedono a gran voce e’ la cancellazione del monogomma. Non so se a Polemberi (e ai suoi capi)la cosa potrebbe risultare positiva.Dopo tre gare nessuno vorrebbe correre con Pirelli….

  • Io proporrei la formula zero: Zero regole e che vinca il migliore 😀

  • Robe da rimpiangere i tempi di Mosley… e anche di Balestre…

  • …questo è il momento per creare un campionato parallelo

  • contebaracca

    appena ho visto queste nuove f1 ho capito che poteva essere l inizio della fine.
    è impossibile farsele piacere sotto tutti gli aspetti.
    se sperano e credono di riuscire a continuare a vendere questo prodotto mi sa proprio che entro poco esisterà una nuova categoria a scalzare l animale morente che è la f1.
    io credo che devono davvero darsi una mossa e non so come potranno riuscire a giustificare tutti i soldi spesi per sta schifezza …

    • Condivido le tue parole poi se si aggiunge anche il fatto di una Mercedes di un altro pianeta e un campionato a 2 praticamente dalla prima gara prevedo un bagno di sangue..quando si troveranno a tirare le somme degli ascolti a fine campionato ci sara’ da piangere.
      Sono decenni che non organizzo un week end se c’e’ il gp…fino ad adesso..

      • giusta ogni parola che dite, però a mio modesto parere, anche se le regole sono quelle che sono (sopratutto la questione del punteggio raddoppiato), va dato onore al merito. la mercedes ha fatto una macchina superiore sotto ogni punto di vista e merita di stare li dov’è, così come la ferrari (purtroppo) merita di stare dove si trova.. e ribadisco PURTROPPO..
        il campionato parallelo doveva costruirsi già 2-3 anni fa, dopo aver toccato il fondo con le deroghe e il perdono delle furbate.. qualunque sia il regolamento, questo è comunque SPORT. purtroppo quando girano troppi soldi si fa questa fine e si perde il vero scopo della competizione..

    • contebaracca

      l onore alle armi non é il primo anno che si da ad un team rivale della ferrari ma sono stanco di ripetere che il problema non é lo strapotere mercedes ma le cariole che sono state ideate quest anno.
      le mercedes sono solo cariole più veloci ma dire che siano belle da vedere è coraggioso !
      il problema è con queste regole recuperare sulle cariole più veloci è molto più difficile degli anni scorsi.
      il problema è che siamo tornati a gp noia ma non perché le vetture non si riescono a superare ma perché non possono per via dei consumi !
      il problema è che stesso cariole viste dal vero con le sorregge che emettono fanno voltare lo stomaco .
      negli ultimi anni ho assistito a strapoteri consentiti da deroghe poco limpide e poco oneste ma in fin dei conti erano ancora f1 competitivi performanti e viste dal vero regalavano adrenalina sia per il suono sia per le staccate al limite con accelerazioni cariole cardio palma… ora queste cose per vederle siamo costretti a guardare gp degli anni passati.
      ora gli appassionati che ne capiscono un pochino sanno che con le regole attuali uno strapotere è pressoché impossibile da recuperare se non in anni .
      la f1 è realmente sul ciglio del burrone e tutti gli addetti ai lavori lo stanno capendo il problema è che ci sono team come redbull in primis che se arriva l apocalisse abbandonano la nave che affonda senza battere ciglio perché la loro presenza è sempre stata legata solo ed esclusivamente ad interessi commerciali e non a storia dell automobilismo passione riaffermazione ecc ecc.
      secondo il mio condividisibile o meno parere anche la mercedes non è molto interessata alla salute della f1 .
      cioè a loro va benissimo che le cose restino così il più a lungo possibile e se questo porta alla fine abbandonano e amici come prima.
      chi dove pensare alla salute del circus sono i team storici ferrari in primis poi mecca che anche se nei momenti di guerra si scannano nei momenti invece di parlare seriamente si sono sempre spalleggiate luna all altra.

      • contebaracca

        c è qualche errore dovuto al telefono ma credo che il senso del mio monologo è abbastanza chiaro . :)

      • alexredpassion

        come sempre, d’accordo con te al 100% su tutto. domenica ero a montmelò, spettacolo a dir poco indecente.

      • contebaracca

        😉

  • alexredpassion

    “Quando si è in affari, la prima regola è cercare di capire il cliente. Penso che sia molto pericoloso per uno sport come la F1 inventare norme, regolamenti ed idee senza prima capire perfettamente ciò che gli appassionati si aspettano da questo…”

    Esattamente quello che sostengo da molto tempo.
    Attenzione che la baracca si ferma… poi succede che le macchinine elettriche le dovrete far correre a casa vostra… sulla pista polistil.

  • Come non condividere…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!