Giornata complessa per la Ferrari a Monaco

23 maggio 2014 11:43 Scritto da: Davide Reinato

Pat Fry, Direttore dell’Ingegneria Ferrari, analizza il lavoro svolto nel giovedì di prove libere dalla squadra di Maranello.

Ferrari - Kimi Raikkonen

Dopo la prima giornata di prove libere, Pat Fry ha analizzato quanto accaduto durante le prove libere per la Scuderia Ferrari. Gran parte del lavoro è stato svolto nella prima sessione, mentre nella parte pomeridiana delle prove la pioggia e qualche problema tecnico ha complicato la situazione.

E’ stato un peccato non aver potuto sfruttare al meglio la prima giornata. Da sempre fare molti giri a Montecarlo è l’unico modo per prendere confidenza con un tracciato estremamente atipico. E questo vale ancora di più quest’anno, per imparare a dosare al meglio la potenza dei nuovi motori”, ha sottolineato il Direttore dell’Ingegneria Ferrari.

Entrando nello specifico del programma svolto ieri sulla F14-T, Fry afferma: “Per quanto riguarda la vettura di Fernando, a causa della pioggia caduta durante la pausa pranzo, la sessione si è ridotta a circa un’ora, consentendo un solo run su gomme SuperSoft. Questa mescola è più dura rispetto alla stessa dello scorso anno e ora necessita qualche giro in più per entrare in temperatura, quindi era importantissimo provarle in ottica qualifica”.

Sfortunato Raikkonen che, dopo appena quattro giri, ha dovuto riportare ai box la sua vettura che aveva il cambio bloccato in terza marcia. “Purtroppo il secondo turno di prove per Kimi si è concluso presto per via di un problema occorso alla trasmissione, ma speriamo che questo giorno di lavoro in più concesso dal programma di questo weekend ci dia il tempo di adeguare nel modo migliore l’assetto della vettura alle caratteristiche della pista”, ha concluso.

21 Commenti

  • Interessantissima anche l’intervista ad Axel Plasse papà del rs27 Renault che conferma molte cose che per formazione o intuito avevo scritto, ovviamente nessun motore andrà oltre i 12500 giri a causa del limite di flusso a 100Kg/h, e che le varie corbellerie su compressori alberini e turbo sono pompate dai giornali ma senza senso… 😉 e ribadisce l’importanza del carburante e della gestione elettronica dei motori elettrici, mi sembra un tipo in gamba giovane non “esercita” attivamente, la Ferrari un pensierino potrebbe farcelo per il futuro.
    Anche l’indiscrezione (assurda) che aveva avuto un utente da un fantomatico uomo Ferrari viene sbugiardata da questa intervista, ci vogliono un paio di anni per rifare il motore da zero… Cvd (come volevasi dimostrare) :)

  • Salve a tutti,mi sono appena registrato nonostante da circa due anni seguo questo sito leggendo anche i vostri commenti;spero di poter scambiare liberamente opinioni con voi senza cadere in rotta di collisione.Mi permetto di entrare nel discorso di Fabietto riguardo i difetti telaistici della ferrari riportando l intervista fatta ad Allison da lui preannunciata ht tp://en.espnf1. com/ferrari/motorsport … Ffxjysd.99

  • Venerdi?????? ma non hanno provato di Giovedi???

  • Fra un po’ arriveranno le dichiarazioni si Allison che parla delle carenze del telaio Ferrari… non vedo l’ora per togliermi qualche sassolino dalla scarpa con Maxleon 😀 😀
    Sai io dico corbellerie… io… ora dillo ad Allison “Ma che sta a dire??” geniaccio della gazzetta 😀

  • stardrummond

    oh però capperi adesso basta eh…
    e che cavolo e diamocela sta svegliata in ferrari, e parlo anche degli uomini ai box dal primo all’ultimo, qui si inizia a entre nel ridicolo!
    è da lameno 15 anni che non ricordo così tanti problemi(poi incredibile ma non impossibile, quindi non è un ‘attestao di complottismo o chissa’ che altro ma solo una mia personale sbotatta…) incontrati nelle prime 6 o 7 gare…
    insomma, qui il progetto f14t langue e finqui tutti daccordo, ma la mancanza di affidabilità e gli innumerevoli problemi avuti nei vari pregara dei week end finqui personalmente li trovo alquanto imbarazzanti!
    come si fa a migliorare le prestazioni??? se ogni prova libera pregara e ogni test abbiamo problemi incredibili di affidabilità e non riusciamo mai a completare stint e sessioni???
    svegliaaaaaaaa

    • stardrummond

      scusate gli errori ma tra fretta, incazzatura e tasteria del telefono ci vedo rosso……
      xd:)

    • oddio tutti questi problemi di affidabilità non li ho visti anzi… questo penso sia il primo e solo nelle libere, nei we di gara solo a parole hanno detto di avere problemi, come li hanno avuti un po’ tutti, a Vettel è esploso il cambio in Spagna.
      L’unica critica sensata è perchè insistere dal 2012 su un concetto di vettura che è palesemente non funzionante con queste coperture, perchè procrastinare fino allo sfinimento l’aggiornamento della galleria e degli accessori vedi CFD e Simulatore, insomma perchè non si è investito bene e perchè lo si vuole fare solo ora che si palesa anche al pubblico questa “lungimiranza”, me la prendevo con il Dom, e visti i budget degli anni scorsi non mi sembra si sia lesinato, è vero che nel budget Ferrari è incluso proprio tutto, mentre alcune scuderie vedi Merc e Rb hanno fabbriche esterne che li aiutano, ma qualcosa a livello manageriale non ha funzionato.
      Chiedvo a gran voce Brawn anche per questo, visto l’ottimo lavoro che ha fatto in queti anni in Merc.

  • ci mancherebbe fabietto..so che ne capisci piu di me e mi fa piacere quando parlate piu nel specifico..infatti era una mia domanda da anni l ala povera ferrari..anzicon l arrivo di allison speravo si evolvesse dato che quando era in lotus ne aveva create certe complesse..pero vedendo che anche la catheram ne ha una ”piena” di elementi credo non sia un problema del tipo ”nn so farlo”..ci dev essere un perche come quello che dice redheart..sta ferrari è da demolire

  • La domanda interessante che da anni non ha risposta è perchè l’ala anteriroe della Ferrari è così semplice rapportata a quella di qualsiasi altra scuderia di F1? Eppure hanno Sanchez un genio in questo campo…
    Veramente sembra il 4rto mistero di fatima, capisco quest’anno che quel muso dia carico, ma far fluire l’aria oltre le ruote come fanno tutti potrebbe ridurre un po’ di drag. Poi i mozzi ancora una volta chiusi… Ci deve essere qualche problema con i flussi ai lati della vettura… ma quale?

    • l ala anteriore da non esperto quale sono non credo abbia quello come scopo principale..basta generare carico..poi posso sbagliarmi e chiedo scusa..ma la catheram ad esempio ha un ala complicata quasi come la mercedes..nn mi sembra vada bene

      • Si hai ragione, ma se come funzione secondaria come fanno molte scuderie fai fluire l’aria intorno alle ruote guadagni di penetrazione e downforce. La Caterham ha problemi diversi dall’ala anteriore… 😉
        Comunque non era una critica era una domanda che mi facevo, visto che spesso lamentano sottosterzo i piloti :)

    • Secondo me è una questione anche di bilanciamento. Perché è chiaro dalle immagini che la ferrari manchi di downforce al retrotreno… neanche io sono uno esperto però penso che c’è prima qualcose da migliorare li dietro

  • PS. se hai le idee chiare o se non ce l’hai … ma ormai non hai piu aspirazioni al compionato… il metodo e’ uno solo … si comincia da una parte che so il muso … e si progetta ex novo due tipi di muso opposti .. poi si passa al retrotreno .. ecc.
    I metodi di progettazione in R&D … sono uguali in tutti i settori …
    certo e’ che se ci mettono un Venditore a organizzare :S

  • ma infatti e’ inutile che stoppino lo sviluppo dopo 5 gare e inizino un nuovo progetto con lo stesso team di ingegneri … meglio sviluppare fino alla fine questa vettura almeno come laboratorio in pista … visto che i loro simulatori e gallerie del vento proprio non ci azzeccano

    • Mah fondamentalmente è un problema di telaio dal 2012, non riesce a sfuttare le gomme Pirelli come fanno altre scuderie, tant’è che con le Supersoft la macchina va moto meglio su qualsiasi circuito, quindi solo un problema di grip meccanico. per quello che la scorsa stagione andava bene con gli pneumatici delicattissimi delle prime gare. Quindi simulatori e gallerie, nonostante l’enorme ritardo di investimenti ed errori in questo campo, ora c’entrano ma molto marginalmente. IMHO naturalmente.

  • cosa avresti voluto sentirti dire mr. genio?

  • wildioshiba

    Ecco a voi MR. BANALITA’ Pat Fry

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!