GP Monaco 2014: Rosberg in pole, nonostante un errore

24 maggio 2014 15:33 Scritto da: Davide Reinato

Due Mercedes, due Red Bull e due Ferrari. Nico Rosberg partirà in pole position domani, nonostante un errore commesso nel finale.

Nico Rosberg - Monaco

Nico Rosberg conquista la pole position del Gran Premio di Monaco, fermando il cronometro sull’1:15:989. Una grande soddisfazione per il pilota tedesco che si considera la corsa di Montecarlo come quella di  casa, avendo sempre vissuto nel Principato. Nel suo ultimo run, Nico ha commesso un errore alla curva del Mirabeau, finendo nella via di fuga e causando le bandiere gialle. Un errore che poteva costargli caro, ma che invece si è trasformato nella sua forza. L’esposizione delle bandiere gialle, infatti, ha costretto i suoi rivali a rallentare e non migliorarsi, lasciando così la pole position nelle sue mani.

Ed è proprio per questo motivo che Hamilton si è dovuto accontentare della seconda posizione, senza avere la possibilità di scatenarsi. La sua frustrazione è palpabile: non ha tolto gli occhiali da sole, per non far trasparire le sue emozioni, ed ha deliberatamente ignorato il compagno di squadra. La tensione inizia a farsi sentire tra i due alfieri della Mercedes e non è da escludere un duello domani, fin dalla prima curva.

In seconda fila troviamo la Red Bull Racing, un po’ più vicina alle rivali tedesche: Ricciardo si è confermato velocissimo, conquistando la terza posizione con quasi due decimi di vantaggio sull’altra RB10, quella del Campione in carica Sebastian Vettel.  Due Mercedes, due Red Bull e poi due Ferrari. E’ questa la fotografia della qualifica, con Alonso e Raikkonen che non sono riusciti ad andare oltre il quinto e sesto tempo. Tutto sommato, però, Alonso è apparso soddisfatto di quanto fatto, alla luce di quello che potrebbe accadere domani in gara che si preannuncia bagnata.

Ottima la qualifica della Scuderia Toro Rosso: Jean-Eric Vergne conquista la settima posizione, mentre il rookie Kvyat ottiene il nono tempo. Tra di loro, solo la McLaren di Kevin Magnussen. A chiudere la Top Ten c’è la Force India di Perez.

La direzione gara, intanto, sta valutando l’incidente tra Ericsson e Massa, avvenuto al Mirabeau. La Williams del brasiliano si è spostata a sinistra per far passare la Caterham dello svedese, ma il rookie ha sbagliato la frenata ed è andato a muro, travolgendo anche l’incolpevole Massa. Ora, Ericsson rischia anche una penalità in punti sulla Superlicenza.

GP MONACO 2014 – RISULTATI DELLE QUALIFICHE

Pos Pilota                Team                  Tempo       Gap    
 1. Nico Rosberg          Mercedes              1m15.989s         
 2. Lewis Hamilton        Mercedes              1m16.048s  +0.059s
 3. Daniel Ricciardo      Red Bull-Renault      1m16.384s  +0.395s
 4. Sebastian Vettel      Red Bull-Renault      1m16.547s  +0.558s
 5. Fernando Alonso       Ferrari               1m16.686s  +0.697s
 6. Kimi Raikkonen        Ferrari               1m17.389s  +1.400s
 7. Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Renault    1m17.540s  +1.551s
 8. Kevin Magnussen       McLaren-Mercedes      1m17.555s  +1.566s
 9. Daniil Kvyat          Toro Rosso-Renault    1m18.090s  +2.101s
10. Sergio Perez          Force India-Mercedes  1m18.327s  +2.338s
                          Q3 cut-off time:      1m17.755s  Gap in Q2     
11. Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes  1m17.846s  +1.492s
12. Jenson Button         McLaren-Mercedes      1m17.988s  +1.634s
13. Valtteri Bottas       Williams-Mercedes     1m18.082s  +1.728s
14. Romain Grosjean       Lotus-Renault         1m18.196s  +1.842s
15. Pastor Maldonado      Lotus-Renault         1m18.356s  +2.002s
16. Felipe Massa          Williams-Mercedes     nessun tempo 
                        
                          Q2 cut-off time:      1m18.616s  Gap in Q1        
17. Esteban Gutierrez     Sauber-Ferrari        1m18.741s  +1.184s
18. Adrian Sutil          Sauber-Ferrari        1m18.745s  +1.188s
19. Jules Bianchi         Marussia-Ferrari      1m19.332s  +1.775s
20. Max Chilton           Marussia-Ferrari      1m19.928s  +2.371s
21. Kamui Kobayashi       Caterham-Renault      1m20.133s  +2.576s
22. Marcus Ericsson       Caterham-Renault      1m21.732s  +4.175s

 

Aggiornamento ore 15:40 – Rosberg è attualmente sotto investigazione per l’episodio del finale. La direzione gara valuterà ora la telemetria per capire se il ‘lungo’ di Nico è stato intenzionale, un po’ come avvenne con Schumacher nel GP di Monaco del 2006.

Aggiornamento ore 18:20 – Risultati delle qualifiche confermati. Rosberg mantiene la pole.

117 Commenti

  • Caribbean Black

    un saluto a Froggolo 😉

  • Caribbean Black

    Buongiorno Caraibico a tutti 😉

    No Cacciottino78, non sono frustrato dalla vita ne dalla mia squadra, sono frustrato dai rinc*gli*niti piagnucoloni come Hamilton, te e tutta la ciurma dell’Hamilton Gay Pride, che starnazzate come oche in un lago artificiale, e sembrate delle checche impazzite.

    Tu sei il peggiore di tutti (come di consueto) perchè vedi complottismo ovunque ai danni dell’ingrato viziato moccioso di Stevenage, e riesci ad augurare anche agli altri piloti che vadano a schiantarsi solo per vedere vincere il bimbomin*** di cui sei innamorato “Visceralmente”

    Sono anni che dai di matto evidenziando gravi problemi di instabilità psico-emotiva.

    Durante i test hai addirittura dato degli “ammazzaebrei” ai ragazzi che oggi danno una macchina eccezionale a quel fallito per cui tieni, e gli permettono di gareggiare per la vittoria ad ogni gran premio, solo perchè ad ogni sessione di test durante il turno di Hamilton, la sua auto si rompeva….renditi conto.

    Sei l’incoerenza piu totale, fai il finto cauto e posato quando sai per certo che c’è uno strapotere dalla parte della mercedes, dicendo:

    “stiamo calmi, la gara è domani”
    “non diamo per certa la vittoria del nostro beniamino”
    “potrebbe sempre rompere il motore”

    ma poi…quando qualcuno(che non sia tu stesso) 5 secondi dopo che hai sparato quelle idi*zie sullo stare calmi ed aspettare la bandiera a scacchi, prova solo a ipotizzare che Hamilton possa avere un problema durante la gara, tu impazzisci ed inizi a dire il contrario di cio che hai detto.

    Alla luce di tutto questo (che è solo l’1% delle sparate che hai fatto in questi anni) dovrei essere io ad andarmene da qui, che sono 5 anni e quasi 6 stagioni che frequento questo posto, e che (vorrei ricordartelo….parole tue) sono uno dei motivi per cui tu dal sito “derapate” sei passato a questo supporto di informazione multimediale???

    Ma non avevi detto durante i test che ti saresti ritirato perchè tutti ti rimproveravano di essere un imbeci***, e non stavi piu in pace con te stesso e col cervello qui sopra???

    Medita ragazzo…medita….

    Sei il controsenso dei controsensi, l’incoerenza dell’incoerenza…

    Ripigliati per favore!

  • Ciao Davide, comunque non arrabbiarti troppo, Lewis è talmente piu forte di Nico che non ha certo bisogno della pole per vincere. Una cosa da condannare c’è però. La stonata esultanza di Nico, quella ha dato noia. L’esultanza era comprensibile se tutti avevano avuto le stesse possibilità. E quindi oggi, prima di tutto, forza Kevin e poi forza Lewis!

    • Caribbean Black

      Dai Bruce per piacere…Hamilton non ha nemmeno 2 decimi in piu di nico.

      Sono entrambi fortissimi, e spero se le daranno di santa ragione in pista per tutta la stagione.

      Poi davvero, sono totalmente in disaccordo sulla questione esultanza…è stata doverosa e giusta, fare la pole a monaco, specie se hai battuto sia tecnicamente (e forse forse anche astutamente) il tuo compagno di squadra reduce da 4 vittorie consecutive, proprio in uno dei suoi circuiti preferiti, è quanto di piu appagante possa esserci.

      La pole è legittima così come è legittima la sua esultanza dal momento in cui non ha rubato nulla a nessuno.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!