Mercedes, è Rosberg il Principe di Monaco

25 maggio 2014 16:59 Scritto da: Diletta Colombo

Quinta doppietta di fila per la Mercedes: vittoria per Nico Rosberg nel Gran Premio di Monaco, davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton.

Nico Rosberg - Monaco

Ed è ancora uno-due Mercedes. Nico Rosberg ha ottenuto la vittoria del Gran Premio di Monaco, cogliendo il quinto successo in carriera ed il secondo di fila sul circuito monegasco e riguadagnando così la vetta della classifica piloti. Secondo posto invece per il compagno di squadra Lewis Hamilton. Si tratta della quinta doppietta di fila per la scuderia di Brackley nel corso del mondiale 2014.

Partenza agevole per Rosberg, che ha mantenuto la prima posizione difendendosi dal compagno di squadra Hamilton, ovviamente desideroso di superare già in partenza il pilota tedesco dopo gli eventi delle qualifiche di ieri. Safety car in pista subito al secondo giro a causa del contatto tra Button e Perez al Mirabeau. Il pilota tedesco è riuscito a mantenere la prima posizione anche dopo la ripartenza al ritorno della Safety Car ai box.

Nel corso del primo stint, i due alfieri della scuderia di Brackley hanno inanellato prestazioni nettamente migliori rispetto a quelle degli inseguitori, sul piede dell’1’21 prima, 1’20 poi. Rosberg e Hamilton si sono avvicendati nel far registrare prestazioni record, l’uno per cercare di distanziare il compagno di squadra, l’altro per tentare di avvicinarsi quanto più possibile al rivale. Entrambi i piloti hanno optato per pneumatici P Zero Red Supersoft per il loro primo stint, riuscendo a mantenere gli pneumatici ad una temperatura ottimale per poter continuare a cogliere tempi estremamente competitivi. Il distacco tra Rosberg e Hamilton è però aumentato nel corso dei giri, anche a causa del degrado accusato dalle gomme posteriori del pilota britannico a partire dal giro 15. Il pilota britannico nel corso del giro 18 si è lamentato via radio chiedendo spiegazioni sulla lentezza del suo motore. Hamilton è tuttavia riuscito ad ottenere una prestazione nettamente migliore rispetto al compagno di squadra nel corso del giro 19, in cui Rosberg ha perso 7 decimi nei confronti di Lewis. Rosberg intorno al ventesimo giro ha invece accusato un significativo graining sulla gomma anteriore sinistra.

Al giro 26 la Safety Car ha fatto nuovamente il suo ingresso in pista a causa dell’incidente di Sutil in zona chicane. Entrambi i piloti Mercedes sono rientrati in regime di Safety Car nel corso dello stesso giro, montando pneumatici P Zero Yellow Soft nuovi. Hamilton ha ovviamente perso tempo in fase di pit stop, dovendo attendere la conclusione della sosta del tedesco, e il pilota britannico non ha mancato di lamentarsi a più riprese della scelta strategica del team di Brackley via radio. Lewis avrebbe infatti ovviamente preferito fermarsi per primo il giro precedente, tentando l’undercut nei confronti del compagno di squadra. Rosberg è riuscito a mantenere la posizione nei confronti del pilota britannico alla ripartenza dopo il ritorno ai box della Safety Car, ma Hamilton non si è arreso, stando alle calcagna del compagno di squadra nella speranza di poter avvicinarsi abbastanza per sferrare un attacco. Intorno al giro 45, l’ingegnere di pista di Rosberg lo ha avvisato della criticità del suo consumo di carburante, mentre il compagno di squadra è riuscito a risparmiare benzina con più efficacia. Il distacco tra le due frecce d’argento è leggermente aumentato intorno al giro 50, mentre dai box arrivava nuovamente per Rosberg il monito a risparmiare benzina.

Nel corso del giro 54, nuovo team radio per il pilota tedesco, in cui è stato informato che, grazie allo stile di guida mostrato nei giri precedenti, la situazione carburante era rientrata a livelli non preoccupanti. A venti giri dalla fine della gara, il gap tra i due piloti Mercedes si è assestato intorno al secondo. Nel corso del giro 66, Hamilton ha cominciato a perdere terreno nei confronti di Rosberg; il pilota inglese ha informato via radio il suo ingegnere di avere accusato problemi alla vista, un inconveniente che lo ha rallentato significativamente. Il rallentamento improvviso di Hamilton ha causato apprensione al box Mercedes; i meccanici infatti avevano infatti preso posizione per un pit stop nell’eventualità che il problema di Hamilton riguardasse l’auto, prima che Lewis chiarisse la natura della sua prestazione lenta. Giunti al giro 71, il vantaggio di Rosberg nei confronti del pilota inglese ha raggiunto i 5,7 secondi, mentre Ricciardo si è portato a 3,4 secondi da Hamilton. Il pilota australiano ha cominciato a guadagnare terreno nei confronti di Lewis, riducendo il suo distacco a circa un secondo a cinque giri dal termine. Rosberg ha gestito il suo vantaggio, andando a vincere il Gran Premio; Hamilton, dal canto suo, è riuscito a tenere dietro Ricciardo, concludendo la gara in seconda posizione.

Indubbiamente soddisfatto il Direttore Motorsport di Mercedes, Toto Wolff: “C’è stato un momento di apprensione legato al problema di Lewis; aveva un pezzo di gomma nell’occhio e ha perso molto tempo.  Nonostante questo, siamo arrivati primo e secondo, questo è fantastico. Mi sembra ovvio che la rivalità tra Lewis e Nico sia diventata intensa, ma va benissimo così.

Seconda vittoria di fila a Monaco per il tedesco di nascita, ma monegasco di adozione, Nico Rosberg: “La battaglia con Lewis è stata impegnativa, ma sono riuscito a mantenere la calma e ho ottenuto la vittoria. Sono molto contento per tutto il team, hanno costruito una monoposto eccezionale e si tratta di una vittoria fantastica, sia per me, che per tutti loro. Ho anche ripreso il comando del campionato piloti, il che è ottimo”.

La gara di Lewis Hamilton non è stata facile, anche a causa del problema all’occhio accusato nell’ultima fase di gara, ma il pilota inglese non vuole usare questo inconveniente come alibi: “Quello che è successo al mio occhio non è importante; è stata una giornata difficile, ma la doppietta è molto importante per il team. Nico aveva un passo più veloce del mio, è superare qui è molto difficile.

61 Commenti

  • comunque dovete aver sofferto parecchio in questi ultimi due mesi per uscire dalla tana in modo così spavaldo, mi riferisco in particolare king shumy che da sabato ne sta sparando di ogni pur di mettere in cattiva luce Hamilton e difendere il crucco quando se non fosse chiaro a qualcuno SABATO CHI E’ STATO PENALIZZATO DALL’ACCADUTO E’ HAMILTON, E POI PARLATE DI FACCE, INTERVISTE E STRONZATE VARIE, MA FATEVI RICOVERARE. A parti invertite se fosse stato Hamilton ad andare a sbattere all’ultimo giro avreste combinato IL PANDEMONIO. Ammettete che vi sta sul cazzo, che negli ultimi 2 mesi vi è scoppiato il fegato a vederlo vincere 4 gp di fila e fate prima.

    Chi ha giocato sporco per primo è il finto santarellino crucco in Barhein, Hamilton giustamente a farsi passare per fesso non ci sta

    • Ragazzo, quello di oggi è il secondo post che scrivo sulla gara di monaco, il primo è nell’articolo sulla Ferrari e parla di Kimi e Alonso. Quindi non sto sparando proprio nulla. Fatti ricoverare tu se vedi cose che non esistono.

    • Calmo Isac calmo…..non reagire alle provocazioni e non credere che insultando gli altri Utenti che la pensano diversamente gli farai cambiare idea…..per cui calma…..

  • Dopo Monaco io spero ancora di più in Rosberg iridato e in Hamilton a bocca asciutta.

    – Nico ha usato il pulsantino in Bahrein? Non c’era il divieto di farlo, ergo ha fatto bene.

    – Lewis l’ha usato in Spagna? La squadra aveva detto che non si poteva fare, ergo ha sbagliato. Questa è una situazione del tutto analoga al MULTI 21 dell’anno scorso.

    Arriviamo a Monaco:
    Tralasciamo la pateticità dei giochetti psicologici di hamilton sulla fame di vittoria, Nico figlio di papà eccetera.

    – Non sappiamo se quell’episodio in qualifica sia stato un errore o meno, ma non si fanno processi alle intenzioni. Se era intenzionale, bravo Nico che è riuscito a nasconderlo. Ha simulato, esattamente come hamilton che in bahrein frignava alla radio “I HAVE NO POWER” nella speranza che dicessero a Nico di non spingere.

    – In gara durante il rientro della SC ha frenato per fare andare Hamilton sullo sporco? Bravo Nico, bravo! Questo deve fare un campione, cercare di mettere in difficoltà, SENZA ANDARE FUORI DAL REGOLAMENTO, l’avversario. Schumi lo faceva, Senna pure, Brabham metteva appositamente le gomme interne fuori dal cordolo per “sparare” pietre sull’avversario.

    – Hamilton piange per la strategia, criticando la mercedes perchè secondo lui alla mclaren ragionavano meglio. Ma zitto, che a Nico è toccata più volte la strategia di seconda scelta e non si è mai lamentato.

    – “mi è entrata qualcosa nell’occhio!” really? Dentro un casco di F1? Qualcuno ci crede davvero? Io no. Secondo me aveva finito le gomme, e non è la prima volta che finisce le gomme prime di Rosberg.

    Sul piano del talento Hamilton sarà LEGGERMENTE superiore a Nico, ma sul piano mentale e psicologico NON C’È STORIA. Vai Nico, puoi farcela!

    • Non é che il NO POWER di Hamilton in Barhein, sia dovuto al fatto che Nico stesse usando il pulsante e lui no?
      Subito a dire che si inventa le cose, non penso che tu faccia parte della squadra per sapere perché ha detto ció alla radio.

      • Probabile, ma io non mi invento proprio nulla. Durante e dopo la gara molti giornalisti dissero che si era trattato di una “finta” di un “depistaggio” e io ho dato credito a quella che per me è la teoria più accreditata.

    • d’altronde tu eri nell’abitacolo no? lo sai tu cosa gli è entrato nel casco, hai ragione tra l’altro, è impossibile che qualcosa entri nel casco, chiedilo per esempio a fisichella.

      sul piano mentale poi non c’è storia? ahahahahahaahahahahahahahahahahahahahahahahha

    • Ti rispondo molto brevemente perchè ormai si sta ingigantendo un qualcosa che secondo me è una normale e sana competizione. Il famoso tasto in Bahrain Nico lo ha usato e Lewis no, ora, fino a prova contraria Hamilton non è uno stupido, era in netta difficolta visto che Nico montava gomme più performanti delle sue quindi se quel tasto era possibile premerlo non ci avrebbe di certo pensato due volte e invece non lo ha fatto. Come mai ? Perchè non si poteva, semplice. Ciò che Lewis ha fatto in spagna non è stato altro che restituirgli il favore. Parliamo ora del frignare di Hamilton, premetto che pure a me non è piaciuto il comportamento di Lewis ma forse, un po’ lo comprendo..mi spiego meglio, nel 2013 sucesse più o meno una cosa simile e per colpa del team Lewis perse la seconda posizione e finì 4 se non sbaglio, aveva fretta di entrare perchè non voleva si ripetesse lo stesso errore comesso l’anno scorso. La cosa del casco secondo me invece è stata fraintesa, da come ho capito io gli si è sporcata la visiera del casco ma tant’è pure Ivan Capelli ha detto che a Monaco molto spesso i piloti aprono un po’ la visiera per far entrare dell’aria e può capitare che entri dello sporco, è capitato pure a lui quindi non ci trovo nulla di strano anche perchè non l’ha usata come giustificazione, infatti nella varie interviste ha detto che non era importante e che comunque oggi Nico era più veloce di lui. Spero di esser stato chiaro :)

      • Per fortuna che dovevo rispondere brevemente….ah ah ah 😀 😀

      • Mah, guarda, io penso che in Bahrein lo abbiano usato entrambi, altrimenti non mi spiego come sia possibile che Rosberg con gomme più performanti, scia, DRS e pulsantino magico non sia riuscito a superarlo. Se poi Hamilton è riuscito a tenerlo dietro senza usare il Boost e con tutti gli handicap del caso, beh, tanto di cappello.

        La cosa del casco potrebbe essere stata fraintesa, ma lui dice alla radio “I CAN’T SEE OUT OF MY LEFT EYE” quindi non credo. Fatto sta che poi dice che la cosa è tornata alla normalità ma i tempi di Rosbrerg non li teneva più, quindi non so…

      • Non penso che Wolff ci abbia guadagnato qualcosa dicendo che in Barhein il tasto l’ ha usato solo Nico, se non ci fidiamo di cosa dice lui a chi dobbiamo dare retta?

  • ragazzo la verita e una sola…Hamilton nn sa perdere e Rosberg nn sa vincere..pertanto dalla prossima gara ognuno torna a fare cio che gli compete…Hamilton a vincere e Rosberg secondo visto che e bravo ad incassare e fare sorrisi di facciata..facile no??

  • X GASS: Hai citato la questione emersa del GP di Spagna quando Lewis avrebbe premuto il pulsante “boost” per difendersi negli ultimi giri dagli attacchi di Nico, BENE ALLORA DILLA TUTTA A QUESTO PUNTO…..FORSE E’ MEGLIO CHE LO DICO IO INVECE…..Sai che il tuo Nico fece lo stesso in Bahrain negli ultimi giri ?!!!

    L’ha detto Lewis oggi…..e Wolff indirettamente l’ha confermato, tanto che da Monaco è stato deciso che i piloti non potranno più intervenire sù questo parametro a loro piacimento.
    Lo sapevi già ?!!!

    LA VERITA’ E’ MEGLIO DIRLA TUTTA E NON SOLO QUANDO CONVIENE…..per cui ROSBERG non è un Santo è solo un pilota che fà il finto bravo ragazzo ma che ha mostrato in Bahrain (e sabato a Monaco) di essere pronto a qualunque mezzo pur di stare davanti a Lewis !!!

  • ” mi sembra invece il classico mocciosetto viziato.
    … c’era una ” e’ ” di troppo.

    • be una cosa ce da dire, Rosberg rispetto hamilton è un SIGNORE. Tutti parlano di furbata scorettezza da parte di rosberg ecc. Mettiamo i fatti in tavola, in spagna c’era un preciso ordine della squadra, assolutamente vietato usare il pulsante “BOOST” per preservare il motore. Il caro hamilton se poi scoperto averlo utilizzato piu e piu volte per non farsi passare da rosberg che si era attenuto alle direttive, combattendo difatti ad armi impari, eppure non mi sembra di aver sentito lamentele da parte di rosberg su quanto accaduto anzi ha pure accettato le scuse. ROSBERG SIGNORE.
      Se quella di hamilton non è scorettezza o furbata be andate a raccogliere patate. Il famoso tastino per chi non lo sa da circa il 20% (160 cv circa) di potenza in piu per alcuni secondi tanto quanto basta per scappare in rettilineo. Be a sto punto se rosberg lo ha fatto apposta SIGNORE 2 volte che invece di sparlare su interviste varie si è vendicato in pista.

      • Il primo ad utilizzare il pulsante fu proprio Nico in Barhein, poi Lewis gli ha restituito il favore a Barcellona.

      • in Barhein non c’era alcun divieto rispetto alla spagna dove era stato inposto dalla squadra per via che i motori erano a fine ciclo.

      • Sta a vedere che il pulsantino dell’OT è paragonabile ad un incidente programmato.

        L’ultimo si chiamava crashgate e sappiamo tutti come è finito.

      • No, l’uso di quel tasto era vietato pure in Bahrain, parole dello stesso Wolff. Altrimenti come ci spieghiamo il fatto che Nico lo abbia usato e Lewis no ? Quest’ultimo ne aveva molto più bisogno del compagno visto che doveva tenerselo dietro. Ciò che è successo in Spagna è stato solo un restituirli il favore, per come la vedo io.

      • Non trovo piú il link dell’ intervista, comunque erano proprio le parole di Wolff che diceva che in Barhein solo Nico lo aveva usato, e se non fosse stato vietato perché non l’ ha usato anche Lewis?
        É come dice Fravex probabilmente.

  • Come ho scritto ieri, la gara di montecarlo non spostera’ piu di tanto gli equilibri tra i 2 xche Lewis rimane nettamente favorito ma le sue dichiarazioni alla stampa in settimana, i comportamenti durante e dopo la gara me lo hanno fatto scadere e non poco dal punto di vista umano. Saro’ di parte ma quello che GIRAVA IN JET E DORMIVA IN YACHT mi sembra molto piu posato e umile, mentre lo SVENTURATO CHE DORMIVA SU UN DIVANO, mi e’ sembra invece il classico mocciosetto viziato.

  • stardrummond

    tornando ai due protagonisti a mio modesto parere c’è si rivalità come è piu’ che giusto che ci sia, daltronde si stanno giocando un mondiale, micca bricioline.. però la stampa sta incredibilmente ingigantendo la faccenda, in maniera decisamente fuorviante da quella che poi ripeto essere la realta’, e cioè una sana e agguerrita rivalità… l’odio e la vendetta sono altre cose… insomma secondo me i media stanno volutamente ingigantendo la cosa!

    • Caribbean Black

      Non sono d’accordo Star, perchè è chiaro ed evidente che i piangistei polemici e complottisti di Hamilton, che sono peraltro palesi visto che avvengono in diretta mondiale, siano reali.

      Bastava guardare la sua faccia da bimbo in punizioni, lo sclero con la squadra, e tutto il resto di contorno, tra interviste da livello bassissimo, e furbata al gp di spagna con l’attivazione del pulsante per non farsi superare quando invece gli ordini interni erano ben altri…per capire quanto sia reale il suo malcontento.

      Io credo che non abbia bisogno di questi atteggiamenti da bambina viziata.

      Ha ampiamente dimostrato che è in grado perfettamente di gestire la pressione psicologica,di gestire le gomme, di gestire l’intero week end, così come ha dimostrato di essere il piu forte pilota tecnicamente a livello di guida tra gli iscritti….quando connette il cervello però….che è spesso, troppo spesso scollegato.

      Quando riuscirà a trovare la chiave di tutto questo, allora sarà consacrato…ma fino ad allora….lasciamo perdere va.

      • stardrummond

        ok ok, che hamilton non l’abbia presa bene e che questo week end non l’abbia vissuto bene(rischiando poi di mettersi contro una squadra e soprattutto una scuderia che volente o nolente gli ha messo a disposizione un missile…) sono daccordissimo, ma da qui a dire che tra hamilton e rosberg sia guerra armata, ripeto per me, ce ne passa, io non mai sentito uno o l’altro offendersi o scontrarsi… anzi credo che aldilà delle apparenze e della sportiva rivalità possano convivere tranquillamente insieme, molto meglio di altre coppie che nella storia della formula sono poi veramente scoppiate… ripeto è una mia opinione..

      • Diciamo le cose come stanno il pulsante OT il primo ad attivarlo fu proprio Nico in Barhein per passare Lewis; poi a Barcellona Hamilton gli ha restituito il favore.

      • in Barhein non c’era alcun divieto rispetto alla spagna dove era stato inposto dalla squadra per via che i motori erano a fine ciclo.

      • Io ho letto che anche li c’ era il divieto di utilizzarlo.

      • Hai letto male

      • se ritrovo il link te lo mando.

  • stardrummond

    x paolo89…
    nonostante tutti i miei sforzi e la mia buona fede nonchè la mia risaputa lungimirante disponibilità devo ahimè constatare una cosa:
    SEI INLEGGIBILE!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!