Vettel ci crede: “Siamo ancora in corsa per il titolo”

28 maggio 2014 14:54 Scritto da: Marco Di Marco

Nonostante in sei gare non abbia raccolto molte soddisfazioni, il tedesco ammette di non aver ancora mollato la spugna e continua a lottare pensando al tiolo.

Sebastian Vettel

Un inizio di stagione decisamente sottotono quello di Sebastian Vettel. Il quattro volte campione del mondo si è infatti dovuto inchinare, almeno per il momento, non solo alla supremazia delle Mercedes di Nico Rosberg e Lewis Hamilton, ma anche ad un compagno di squadra – Daniel Ricciardo – che diventa, giorno dopo giorno, sempre più ingombrante.

Nonostante l’ennesimo problema tecnico che lo ha fermato nelle prime fasi del GP di Monaco, il tedesco non si è perso d’animo e, durante un evento presso il circuito austriaco di Spielberg ha dichiarato: “Secondo la matematica siamo ancora in lotta per il titolo. Stiamo controllando la situazione gara dopo gara.  Sicuramente l’appuntamento di Montecarlo non è stato molto fortunato, ma guardiamo avanti alle prossime gare”. Vettel crede fortemente nella possibilità di recupero del team campione del mondo in carica “Abbiamo fatto dei grandi progressi e questo dimostra che abbiamo preso la giusta direzione. Probabilmente non saremo i favoriti per vincere delle gare nell’immediato futuro, ma non puoi mai sapere cosa può accadere in un gran premio”.

A fare eco a Sebastian ci ha pensato Helmut Marko che ha confermato la presenza di uno step importante per la power unit Renault per il prossimo Gran Premio d’Austria: “Abbiamo creato una task force tra il nostro team, la Toro Rosso e la Renault per lavorare a stretto contatto e trovare delle soluzioni che sono certo arriveranno. Lo sviluppo sulla RB10 non è stato per nulla accantonato, siamo focalizzati sulla vettura del 2014 al 100%”. L’ex pilota austriaco ha anche indicato proprio l’Austria come punto limite per giudicare il lavoro di Renault Sport e capire se la squadra dovrà rivolgersi ad un altro fornitore di motori per il futuro.

La manifestazione svoltasi presso il circuito di Spielberg, ha infine consentito di ammirare una scena curiosa. Sebastian Vettel ha infatti girato a bordo di una Ferrari F1 87/88C del 1988.

Il tedesco, sceso raggiante dalla vettura, ha affermato: “E’ stato semplicemente fantastico. Cambiare marcia tramite la leva, utilizzare la frizione, nessun aiuto elettronico, una posizione di guida totalmente diversa ed infine la potenza.  Avrei voluto percorrere ancora altri giri per godermi il tutto”. Chissà che in quel di Maranello non accolgano a breve la sua richiesta.

16 Commenti

  • Io son sempre più convinto che in redbull sappiano che vettel lascerà il team l’anno prossimo e lo stiano usando come test puntando su ricciardo, come l’anno scorso facevano con webber; credo poco alla sfortuna reiterata nel tempo che ogni tanto colpisce un determinato pilota in un team….. Senza nulla togliere comunque a Ricciardo che si sta rivelando una grande sorpresa !

    • Scusami ma secondo me non è così. L’anno scorso potevano anche far non correre più Webber perché i punti di Vettel bastavano per vincere campionato piloti e costruttori, ma quest anno per cercare di arrivare più in alto che possono nel costruttori non credo possano permettersi di sabotare un pilota

  • Ha già guidato una f1 della Ferrari…cosa ci aspetta?

  • Vettel in ferrari,comincio ad essere sempre piu’ attratto da questa Possibile formazione,ma temo ognuno restera’ a casa sua nel 2015

  • formulalewis

    Io credo invece che la redbull non potrà recuparare alcuno svantaggio. La macchina è carente in punti che non sono di competenza di newey. Non dimentichiamoci che è già una macchina eccellente dal punto di vista aerodinamico e telaistico. Il vero problema è renault.

  • forzaschumy

    Bisogna dire che la red bull ha la forza di poter recuperare quel distacco come hanno già dimostrato, ma non i punti però

  • Per puntare al titolo non solo dovrebbero raggiungere la mercedes come prestazione ma dovrebbero addirittura superarla e cominciare a fare doppiette tutte le gare fino alla fine. Non penso sia possibile xche qui non e’ una situazione paragonabile alla brawn nel 2009 dove domino’ la prima parte di stagione prima che anche gli altri scoprissero l’escamotage..la metcedes ha almeno un secondo di vantaggio sul passo gara rispetto alla RB e la vedo dura recuperarli nell imminente.

  • Sono frasi di circostanza, dichiarazioni che DEVONO fare xche non possono certo dire ” IL CAMPIONATO E’ FINITO X NOI” ovvio.. La verita e’ che i miracoli non esistono in F1. Anche ammesso che RB nel giro di 3-4 gare raggiunga la mercedes ( e non mi sorprenderei vista la straordinaria capacita del team dei lattinari) ormai il gap in termini di punti sarebbe incolmabile: lo e’ quasi adesso figurati tra qualche gara.

  • PS Se ho imparato a conoscere i “tatticismi” degli uomini red bull, i giri di Vettel sulla Ferrari secondo me non sono stati casuali…
    Come voler dire: “Vuoi tanto guidare la Ferrari no? Eccola qua!!!”
    Infondo come dice un vecchio adagio:
    <>

  • Vettel in modalità “Alonso-Pensiero” mi fa quasi tenerezza…
    …quasi… 😉

  • Secondo me se Newey nella pausa estiva tira fuori un pacchetto aggiornamenti vincente come le passate stagioni allora mercedes dovrebbe preoccuparsi

  • Anche Ericsson e Chilton restano matematicamente ancora in lotta per il titolo…

    • Non sottovalutarli, contando i doppi punti dell’ultima gara mancano ancora 350 punti da distribuire ai vincitori. Wait and see

      • chiunque vinca il campionato scavalcando il primo (che magari si è fermato per un incidente) grazie ai punti doppi dell’ultima gara, dovrà essere considerato comunque campione?

      • Va bene, togli quel 25 punti, sono sempre 325

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!