Ricciardo conquista la prima vittoria in una caotica Montréal

8 giugno 2014 22:21 Scritto da: Redazione

Daniel Ricciardo ha vinto il Gran Premio del Canada 2014 a Montréal. Sul podio anche Nico Rosberg e l’altra Red Bull di Sebastian Vettel. Ritirato Hamilton per un problema al sistema ibrido e ai freni.

Daniel Ricciardo

Una gara pazza e rocambolesca. Basterebbe questo a spiegare il risultato del Gran Premio del Canada che, ancora una volta, non fa rimpiangere agli appassionati di essere rimasti a casa la domenica sera. Al termine di 70 giri al cardiopalmo, è Daniel Ricciardo a tagliare per primo il traguardo. L’australiano coglie così il suo primo successo in Formula 1, sfruttando al meglio ogni occasione che la gara gli ha messo davanti. E’ rimasto freddo e concentrato ed è andato a centrare un successo del tutto insperato per la Red Bull Racing. Il successo arriva nello stesso weekend in cui è stato annunciato il suo nome come pilota da premiare alla prossima edizione del Trofeo Bandini, che si terrà a Brisighella il 31 agosto e che lo vedrà protagonista.

L’arrivo di Ricciardo è in parata, dietro alla safety car. L’ultimo episodio matto della corsa è stato quello che ha visti come protagonisti Massa e Perez all’inizio dell’ultimo giro. Felipe, dopo una gara fantastica e in rimonta, ha buttato tutto alle ortiche andando a speronare la Force India di Perez, anche lui di una gara da incorniciare. Un errore di valutazione da parte del brasiliano della Williams che ha causato un grandissimo botto tra i due, tanto che il brasiliano è stato trasportato in ospedale per dei controlli di routine, ma la squadra fa sapere che il pilota sta comunque bene.

Sul podio del GP del Canada c’è anche Nico Rosberg, in seconda posizione. Il pilota della Mercedes, dopo essere partito dalla pole position, ha condotto la gara per molto tempo, seppur sempre in piena bagarre con Lewis Hamilton. Ad un certo punto, però, il sistema ibrido della Mercedes ha deciso di non funzionare più su entrambe le vetture, praticamente quasi contemporaneamente. E’ andata però peggio a Hamilton, che ha dovuto abbandonare la gara per un problema legato ai freni, perdendo – alla fine – ben 18 punti sul più fortunato Rosberg. E ora il campionato prende una piega completamente diversa.

Sul podio di Montréal, troviamo anche l’altra Red Bull di Sebastian Vettel. Il pilota tedesco, appena sceso dalla monoposto, è andato ad abbracciare il compagno di squadra, complimentandosi del grande risultato raggiunto. Seb è stato anche fortunato alla fine, quando si è verificato l’incidente tra Massa e Perez: la Williams di Felipe è passata praticamente come un missile davanti al muso della sua RB10, rischiando di travolgerlo. Un pizzico di fortuna che lo ripaga dei tanti problemi avuti con la sua monoposto nei giorni scorsi.

Ai piedi del podio Jenson Button con la McLaren. Una gara piuttosto strana, la sua, e perennemente lontana dai riflettori. Ma, pian piano e grazie ad una strategia azzeccata, è riuscito a tenersi lontano dai guai e conquistare un risultato importante per la classifica costruttori. Hulkenberg ha chiuso quinto con l’unica Force India superstite, dopo una gara di grande rilievo per il tedesco che si conferma in grande forma.

Grande delusione per la Ferrari. Non sono bastati gli aggiornamenti portati sulla F14T a rendere meno difficoltosa la pista di Montreal, da tempo ostica per il team del Cavallino Rampante. Alonso ha chiuso in sesta posizione, mentre Raikkonen – approfittando dei ritiri all’ultimo giro – ha conquistato un punto, tagliando il traguardo in decima posizione.

E’ stata comunque una gara ad eliminazione. Basta guardare la classifica per rendersi conto che ben 11 piloti non hanno visto la bandiera a scacchi. Al primo giro, le due Marussia si sono buttate fuori dopo un contatto alla chicane 3-4. L’affidabilità ha tradito anche le due Caterham di Ericsson e Kobayashi. Anche per la Lotus, questa, è una gara da dimenticare: né Maldonado, né Grosjean sono riusciti a portare la E22 al traguardo.

Aggiornamento: Sergio Perez è stato ritenuto responsabile dell’incidente con Massa e perderà 5 posizioni sulla griglia di partenza del prossimo GP. Max Chilton perderà 3 posizioni sulla griglia per aver causato la collisione con Bianchi.

GP CANADA 2014 – RISULTATI DELLA GARA


Pos Pilota                Team                    
 1. Daniel Ricciardo      Red Bull-Renault        
 2. Nico Rosberg          Mercedes
 3. Sebastian Vettel      Red Bull-Renault
 4. Jenson Button         McLaren-Mercedes
 5. Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes
 6. Fernando Alonso       Ferrari
 7. Valtteri Bottas       Williams-Mercedes
 8. Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Renault
 9. Kevin Magnussen       McLaren-Mercedes
10. Kimi Raikkonen        Ferrari
11. Sergio Perez          Force India-Mercedes
12. Felipe Massa          Williams-Mercedes
13. Adrian Sutil          Sauber-Ferrari
14. Esteban Gutierrez     Sauber-Ferrari

Ritirati dalla corsa

    Romain Grosjean       Lotus-Renault            58 laps
    Daniil Kvyat          Toro Rosso-Renault       47 laps
    Lewis Hamilton        Mercedes                 45 laps
    Kamui Kobayashi       Caterham-Renault         22 laps
    Pastor Maldonado      Lotus-Renault            21 laps
    Marcus Ericsson       Caterham-Renault         6 laps
    Max Chilton           Marussia-Ferrari         0 laps
    Jules Bianchi         Marussia-Ferrari         0 laps



Campionato Piloti                     Campionato Costruttori

 1. Nico Rosberg            140        1. Mercedes               258 
 2. Lewis Hamilton          118        2. Red Bull-Renault       139
 3. Daniel Ricciardo        79         3. Ferrari                87 
 4. Fernando Alonso         69         4. Force India-Mercedes   77 
 5. Sebastian Vettel        60         5. McLaren-Mercedes       66 
 6. Nico Hulkenberg         57         6. Williams-Mercedes      58 
 7. Jenson Button           43         7. Toro Rosso-Renault     12 
 8. Valtteri Bottas         40         8. Lotus-Renault          8  
 9. Kevin Magnussen         23         9. Marussia-Ferrari       2  
10. Sergio Perez            20        10. Sauber-Ferrari         0  
11. Felipe Massa            18        11. Caterham-Renault       0  
12. Kimi Raikkonen          18 
13. Romain Grosjean         8  
14. Jean-Eric Vergne        8  
15. Daniil Kvyat            4  
16. Jules Bianchi           2

 

85 Commenti

  • Anche x me Massa ha torto al 200%.

  • ma insomma.la fia e’ deficiente, tanti altri piloti schieratisi dalla parte di Massa sono deficienti..
    anche a me sembrava che avesse colpa.
    Ma non mi ritengo all’altezza di chi ha giudicato il fatto..
    quindi alla fine lacolpa e’ di Perez.Come tra l’altro hanno notare altri piloti.

  • Sulla questione Massa-Perez io continuo a pensare che Massa sia colpevole al 100%.
    Ok Perez scarta leggermente a sinistra, ma il tamponamento non è avvenuto di lato, bensì da dietro.
    Massa non era per nulla affiancato a Perez quando il messicano ha scartato a sinistra, quindi Felipe avrebbe potuto evitare il contatto semplicemente rallentando.
    Invece non ha avuto i riflessi pronti e ha fatto strike.

    A chi dice che Massa non è colpevole perché Perez ha avuto la penalità, io rispondo dicendo che ho sempre pensato con la mia testa e senza farmi influenzare da quello che dicono gli altri, soprattutto quando si tratta dei commissari di F1 che nelle ultime stagioni ci hanno deliziato con penalità assurde.
    Tanto per rimanere in questa stagione ricordo la penalità inflitta a Ricciardo per unsafe release.
    Anche in quel caso Ricciardo è stato penalizzato, quindi significa che la colpa era sua se non gli avevano fissato bene la gomma?

  • beh LOL, un conto e’ dire che poteva essere piu’ cauto,un altro e’ dargli del cretino mentre la FIA non e’ di questo avviso.
    Sei sempre poco originale, fai parte di quella schiera che Massa ha sempre torto e comunque…di quella schiera che ha creduto che con Kimi la Ferrari recuperasse una seconda-prima guida….infatti..
    Massa penso sia uno dei piloti piu’ sfortunati del circus.
    cio’ non vuol dire che sia un campionissimo..ma altri al suo livello, forse anche un pochino piu’ bassi, hanno vinto mondiali..

    • Se ti fa piacere ritengo che Raikkonen sia sullo stesso livello di Massa.Cioè un buon pilota. Devi essere nuovo perché l’ho sempre ribadito questo. 😉
      Poi se ritieni che la FIA sia credibile dopo le penalità inflitte a caso allora non ne capisci poi tanto.
      Esempio lampante: Magnussen in Malesia taglia la gomma a Raikkonen e si becca una penalità. Raikkonen fa una cappellata a Monaco e si becca una reprimenda.
      Ho io l’impressione oppure i piloti anziani sono intoccabili? Per non parlare del povero Ricciardo che si e beccato delle penalità per via del team.

  • CATERHAM UN VERO BIDONE, LENTISSIMA , POCO AFFIDABILE , UNA MONOPOSTO COMPLETA , NON CAPISCO KOBA A OSTINARSI A GUIDARE UNA MACCHINACCIA DEL GENERE , MEGLIO FARE UN CAMPIONATO DI GP2 SICURAMENTE DA PIU’ SODDISFAZIONI.

  • @massaisthebest
    Infatti ma Massa doveva stare più attento quando ha fatto la manovra. Invece si è buttato. Tutti erano a conoscenza dei problemi di Perez e felipe doveva essere un po’ cauto nella manovra, cosa che non ha fatto.

  • MassaisTheBest

    @LOL
    Guarda dove ha frenato Vettel…Magari sarebbe arrivato un tantino lungo, ma la curva l’avrebbe fatta tranquillamente

  • MassaisTheBest

    @ironmc

    Va bene non sopportare Felipe, ma dai, almeno guarda bene l’incidente prima di giudicare a priori solo perché è Massa.
    Grosjean per una manovra simile a quella di Perez è stato squalificato un gp.

    • Dai non esagerare adesso.
      Perez non ha fatto la stessa cosa di Grosjean. E massa che si e buttato come un cretin@,perché il modo in cui ha impostato il sorpasso era da completo principiante. Se non beccava Perez prima della curva sicuramente lo buttava fuori pista.

      • Massa e’ sempre un cretino.
        pensa che si e’ preso anche la molla di Barrichello.
        poteva evitarla, ma lui no..ha guidato come un’idiota..
        Lol,non prendertela, ma potresti essere piu’ originale…

      • Mamma mia che acidi che siete.
        Lui era dietro e sapeva benissimo i problemi di Perez e poi tutti conoscono il messicano, non e uno che ti fa passare. Poteva essere un po più cauto.
        La storia della molla non centra un ca** ed è inutile che ti aggrappi a questo adesso.

  • ahahaha , poro hamilton… e dire che lo avevano pure messo davanti con il ritardo voluto in sosta su rosberg e con strategia di lasciarlo dietro a massa.. e invece nada .
    La prossima gliela fanno vincere in un altro modo ma ce la faranno

    Ricciardo pilota fenomenale, mi fa dimenticare la ferrari

    go ricciardo goooooo

  • Come al solito la gara di Montreal è stata bellissima, non a caso è la mia gara preferita dell’anno:)
    Passiamo al giudizio dei singoli.

    1)Ricciardo è stato fenomenale, vincere qui con questa RB era molto difficile nonostante la defaillance della Mercedes, vista la velocità di punta della sua macchina e le caratteristiche del tracciato.

    2)Rosberg è stato super anche in questa gara. Ha battuto Hamilton in qualifica e gli ha tenuto testa alla grandissima in gara sul suo “circuito magico”.
    L’ultima parte della gara senza Lewis non è stata molto più facile di quando aveva Hamilton alle calcagna.
    Infatti ha dovuto fare una miriade di giri da qualifica specialmente nei primi due settori, per evitare di finire a portata di DRS. Perez lo ha aiutato moltissimo, frenando quelli che arrivavano da dietro, ma i suoi meriti sono indiscutibili.
    I 18 punti guadagnati su Hamilton sono il giusto premio per la caparbietà dimostrata sia in qualifica che in gara.

    3)Vettel ha avuto solo la sfortuna di essere passato da Ricciardo nel gioco dei pit stop, altrimenti saremmo qui a celebrare la sua vittoria. Comunque in qualifica ha dimostrato tutte le sue qualità e in gara è stato regolare.

    4)Hamilton è stato sfigato nella sfiga. Comunque non era in formissima come al suo solito sul circuito canadese.
    In qualifica è stato battuto nettamente da Rosberg, visto che Rosberg ha fatto i due giri più veloci nel q3.
    In gara si è visto chiudere la porta in faccia alla prima curva dopo uno spunto migliore. Si era portato a tiro di DRS e aveva passato Rosberg al pit stop, ma non credo che la gara sarebbe finita li anche senza il problema ai freni. Ad ogni modo vince la palma d’oro per la sfiga, visto che con 4 vittorie e 1 secondo posto nelle prime 7 gare si ritrova a 22 punti di distacco.

    5)Button ancora non ho capito come ha fatto a passare Bottas, Alonso e Hulkenberg. E’ vero che la regia era impegnata con KamiKassa, però almeno un replay ce lo potevano far vedere. Ottimo quarto posto, ma come macchina siamo proprio a terra.

    Un capitolo a parte lo merita Perez.
    Altra gara straordinaria di Checo che stava per bissare la gara del 2012. Ha battuto sonoramente Hulkenberg nel confronto in pista ma purtroppo per lui non aveva fatto i conti con KamiKassa prima e con i commissari poi.
    Lasciando perdere il tentato omicidio da parte di Massa nei confronti sia del messicano che di Vettel, ma in base a quale logica se uno viene tamponato da dietro deve essere penalizzato?
    Misteri della F1…

    Per il resto:
    Gara anonima di Alonso ma la Ferrari faceva veramente pena (lottava alla pari con la McLaren e con questo ho detto tutto).
    Bottas, Magnussen e Hulkenberg mi hanno deluso, ma mai quanto Raikkonen. Kimi sembra essere tornato in Ferrari in versione 2008-2009.

    • Quoto in parte, però secondo me la colpa l’ha avuta Perez nell’incidente, se guardi a rallentatore lui scarta leggermente sulla sinistra mentre massa gli era quasi a fianco.
      Infine su Bottas e Hulkenberg non c’è da rimanere delusi.il primo stava conducendo una buona gara salvo i problemi sul finale, mentre Hulkenberg è comunque riuscito a ottenere un quinto posto con una macchina ormai in crisi di gomme

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!