Schumacher fuori dal coma: quali speranze di recupero?

17 giugno 2014 13:02 Scritto da: Redazione

Troppi titoli ingannevoli e speculazioni su Michael Schumacher. La famiglia ha solo reso noto il trasferimento e l’uscita dal coma indotto, ma non ha parlato di altri dettagli.

Michael Schumacher

Nella giornata di ieri, la notizia è rimbalzata da una parte all’altra del mondo con una velocità impressionante: Michael Schumacher è fuori dal coma. Ha lasciato l’ospedale di Grenoble ed è stato trasferito alla clinica universitaria di Losanna, in Svizzera. Il comunicato ufficiale, diffuso da Sabine Kehm, recita: “Michael non è più in coma e ha lasciato l’ospedale di Grenoble per continuare la sua lunga fase di riabilitazione”. Molti media hanno aggiunto che sarebbe in grado di comunicare con chi gli sta intorno, lasciando sperare in un recupero che ognuno di noi auspica ma di cui – per il momento – non ci è dato sapere né per come, né con quali tempistiche avverà.

Forse sarebbe il caso di continuare a stare con i piedi per terra e non lasciarsi trasportare da facili entusiasmi. Certamente, il fatto che Michael abbia superato una fase cruciale è senza dubbio un buon segno. Ma non dimentichiamo che, nell’unica conferenza stampa dei medici di Grenoble, si parlò di lesioni all’interno del cranio, di cui alcune non proprio superficiali.

Insomma, non facciamoci ingannare dai titoloni dei giornali secondo cui “Schumacher è in grado di comunicare”. Non è un caso se la famiglia non fa alcun riferimento a tutto ciò. Probabilmente apre e segue con gli occhi la persona che cerca di interagire con lui, ma nessuno sa in quali condizioni versa il campione tedesco, se non i medici che avranno certamente portato avanti le valutazioni del caso.  A noi non resta che continuare a sperare in un recupero e una vita dignitosa, accanto alla moglie e i suoi figli. La strada è lunga, ma Michael non mollerà.

14 Commenti

  • Capisco benissimo il punto di vista della famiglia, è ovvio che in questo momrno l’ultimo dei loro problemi sia quello di informare i tifosi, però se magari una volta ogni tanto rilasciassero qualche informazione “ufficiale” un po’ più dettagliata si eviterebbero odiose e ignobili speculazioni

  • Keepfightinmichael!!! Per il migliore, i migliori auguri di una pronta guarigione, forza!!!

  • Alessandro HAMALORAI

    @ Giuseppe Ferrari

    Credo che il tuo commento sia un pochino esagerato.

    Frasi del tipo “schumacher è la persona più famosa al mondo” oppure “c’erano 3 miliardi di persone ad attendere notizie” mi sembra un pò fuori luogo.

    Io sono stato tifosissimo di Schumi e sono contentissimo che piano piano ne stia venendo fuori, ma credo che il mondo abbia ben altri pensieri e problemi di cui tenersi informato.

    • Giuseppe.Ferrari

      Ok forse in effetti ho un po’ esagerato, ma il succo del discorso è sempre quello. Ripeto, rispetto profondamente la scelta della famiglia perchè Schumacher è prima di tutto della sua famiglia, ed è solo in parte dei tifosi, però non condivido tutto questo enorme e “chiassoso” silenzio. Il fatto è che sono mancate notizie sul suo stato di salute e ciò ha contribuito ad alimentare le speculazioni. Non che dovevano informare ogni giorno i giornali ma almeno quel “minimo” di informazione periodica ce lo si aspettava. Almeno io me lo sarei aspettato.

  • Schumybestintheworld

    Ringraziando per la stupenda notizia di ieri, continuiamo a sperare in una completa guarigione di Michael…. Può farcela e ce la farà!

  • MICHAEL NON MOLLERA’ SE C’è UNO SPIRAGLIO LUI SI INFILERA’ !
    ! ! SE C’è UNA POSSIBILITA’ LUI LA SFRUTTERA’ ! ! ! E’ PER QUESTE SUE DOTI CHE NOI LO AMIAMO… IL NUMERO 1 SEI TU.

  • No. Va bene così.
    Va benissimo così.
    La scelta della famiglia mi ha inorgoglito personalmente, perché Schumacher è di tutti noi ma è soprattutto della sua famiglia.
    È così che dovrebbero essere gestite le informazioni sulle disgrazie occorse a grandi personaggi pubblici. Lasciare che le notizie arrivino quando si è certi della loro veridicità, senza speculazioni, senza retroscena. Lasciando chi soffre in pace.

  • Giuseppe.Ferrari

    Io tutto questo silenzio non lo condivido, anzi: lo odio! Credo che i tifosi abbiano il diritto di sapere come sta Michael così come la famiglia ha il diritto alla privacy. Ma trattandosi forse del personaggio più famoso al mondo un minimo di notizie potrebbero pur darle, anche perchè ormai sono 5 mesi che si ripetono le stesse cose. Prima di tutto viene il rispetto per la famiglia che sta vivendo questa tragica situazione, ma ci deve essere anche il rispetto dei tifosi che sono in ansia da 5 mesi. E che cavolo!

    • Ma per cortesia…si tratta pur sempre di una persona, di una famiglia e in primis di esseri umani. Non è carne da macello, ma un uomo che ha subito un trauma che gli ha stravolto la vita. Il fatto di pretendere notizie e informazioni è mancanza di rispetto verso le uniche persone che devono riceverne, cioè Shumi e la sua famiglia. I tifosi, me compreso, possono andare a farsi benedire in queste circostanze.

      • Giuseppe.Ferrari

        Una rilettura del commento precedente farebbe bene, forse. Non ho mica chiesto la luna, anzi. Ho solo detto che la famiglia va messa davanti a tutti ma potevano periodicamente rilasciare “un MINIMO” di notizie visto che c’erano 3 miliardi di persone ad aspettarle.

  • lewis_the_best

    troppi punti interrogativi e comunicati stampa veramente frivoli senza alcuna vera informazione e soprattutto che strana coincidenza che due settimane fa si parlava di possibilità di recupero pressoché inesistenti e ieri salta fuori la notizia che è uscito fuori dal coma.

    comunque sia prima di lasciarsi andare a facili entusiasmi mi piacerebbe sapere quale sia lo stato effettivo.
    può parlare? può aprire gli occhi? può muovere gli arti?

    • Quoto in pieno la tua analisi. Io da quando ha avuto l’incidente ho una mia idea: io penso che la situazione sia diversa da quella che ci dicono. Avete mai fatto caso che, nel momento in cui escono notizie negative, dopo nemmeno 24 ore subito esce un comunicato stampa positivo da parte di Sabine Kehm. È successo già 5 o 6 volte da quel giorno. Quindi per me o Michael è già sveglio da tanto, ma non lo dicevano per evitare una probabile ressa davanti all’ospedale come nei primissimi giorni, o già sanno che non si riprenderà più e non lo dicono per lo stesso motivo. Certo è strano……

  • Il titolo è penoso assai :(

    Io x ora mi rallegro che sia fuori dal coma.
    per il resto ci penseranno l’amore della sua famiglia.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!