GP Austria, Williams: Bottas chiude terzo seguito da Massa

22 giugno 2014 18:26 Scritto da: Alessandro Bucci

Primo podio in carriera per Valtteri Bottas, giunto terzo dietro alle due Mercedes nel Gran Premio d’Austria. A seguire, in quarta posizione,  il compagno di squadra Felipe Massa, scattato dalla Pole. Per la Williams Martini Racing un risultato soddisfacente in seguito ad una qualifica superlativa.

Williams Bottas 2014 Austria

L’ottavo appuntamento della stagione 2014 di Formula 1 è andato in archivio regalando un bello spettacolo al meraviglioso pubblico accorso al Red Bull Ring. La gara si è conclusa con la doppietta Mercedes, Rosberg primo ed Hamilton secondo, seguiti dalle Williams di Valtteri Bottas e Felipe Massa. Tutto sommato, per la Williams Mercedes, un risultato positivo e decisamente incoraggiante quello ottenuto a Zeltweg, anche se resta un po’ di rammarico per non aver concretizzato maggiormente la prima fila, soprattutto con il Poleman Massa.

L’avvio del Gran Premio è stato subito emozionante: mentre Massa guidava il gruppo, Valtteri Bottas si è ritrovato terzo dopo la prima curva, bruciato da Nico Rosberg. Tuttavia il finlandese si è ripreso con vigore la seconda posizione verso la curva 2, infiammando subito gli animi. Al 15° giro Massa ha effettuato il primo pit stop montando le gomme Soft (entrambi i piloti erano partiti montando pneumatici Supersoft, come la maggior parte della concorrenza), ritrovandosi dietro a Nico Rosberg e dovendo subire, dopo pochi istanti, il sorpasso da Lewis Hamilton. Il paulista è stato penalizzato dalla strategia adottata dal team, dal momento che si è trovato anche un po’ imbottigliato dietro al traffico. Il giro successivo è stato il turno di Valtteri Bottas, stessa strategia del compagno per il finlandese per quanto concerne la scelta degli pneumatici, il finlandese è tornato in pista in seconda posizione dinanzi ad Hamilton.

Al 27° giro il numero 77 della Williams ha effettuato un bel sorpasso ai danni di Pérez, mentre tre giri dopo il finlandese ha attaccato Rosberg che aveva commesso un piccolo errore in curva 1, regalando ulteriore spettacolo. Al 41° giro Bottas è rientrato per il secondo pit stop montando nuovamente gomme gialle e tornando in pista 5° dietro alle due Mercedes. Tre giri dopo stessa strategia per Massa che ha montato mescole Soft rientrando 6°. Il team Mercedes ha poi controllato con facilità il finale di gara tenendo a bada le Williams che sono arrivate al traguardo terza e quarta, con Bottas staccato dal vincitore Rosberg di otto secondi, mentre Massa ha chiuso con un ritardo di oltre diciassette secondi dalla vetta.

Da un certo punto di vista poteva essere prevedibile il risultato ottenuto dalle Williams in gara, dal momento che il passo gara simulato nelle PL2 di venerdì (sebbene in condizioni leggermente differenti), non si era dimostrato certo impressionante.

Per Bottas si tratta del primo podio in carriera da quando ha esordito in Formula 1, il finlandese aveva ottenuto sino ad ora come miglior risultato un 5° posto. Al microfono di Mark Webber il nativo di Nastola sul podio ha espresso tutta la sua gioia: Sono davvero contento per questo risultato. E’ difficile esprimere con le parole quello che provo, sono molto grato al team per avermi dato questa macchina che ci ha fatto progredire tantissimo rispetto all’anno scorso, era da tanti anni che la Williams non andava così forte. La gara è andata secondo i piani, perfetta, la macchina era all’altezza del podio questa volta e quindi sono contento di averlo centrato”.

Felipe Massa è apparso un po’ amareggiato al termine della corsa, anche se non ha mancato di elogiare il podio conquistato dal compagno di squadra: “Sono molto felice per Valtteri, ha fatto un grande lavoro. Abbiamo avuto una bella battaglia con la Mercedes, ma è stato chiaro che non potevamo ambire alla vittoria. Ho avuto qualche problema con il traffico ed ho dovuto gestire le gomme per tutta la gara. Partire primi e terminare quarti non è soddisfacente, ma queste sono le corse. E’ stato comunque un week-end molto positivo per la squadra, l’aspetto più importante è che abbiamo conquistato 27 punti utilissimi per il Costruttori. Abbiamo fatto un grande miglioramento, ma c’è ancora molto lavoro da fare per raggiungere la Mercedes.”

 “Penso che abbiamo tirato fuori tutto il possibile da questo week-end” -ha commentato Rob Smedleyè stata una gara difficile nella gestione dei freni, dei sistemi sulla macchina e delle gomme…considerando dove eravamo dodici mesi fa e facendo un confronto a dove siamo ora, penso che ogni membro del team dovrebbe sentirsi molto orgoglioso…”.

 

9 Commenti

  • Io non credo a favoritismi verso team “motorizzati metcedes” o aiuti alla mogliettina di Wolf: la verita secondo me e’ che in Canada in mercedes “si sono cagati addosso” x via dei problemi sulle proprie monoposto e qua hanno chiuso un filino il “manettino” x consentire a loro di stare un po piu tranquilli con l affidabilita.. Hanno cercato un compromesso tra velocita e salvaguardia dei componenti e il risultato e’ stato un gap decisamente minore rispetto la concorrenza. Oltre alla Williams anche la ferrari ha chiuso la gara con il minore distacco da inizio anno senza l’aiuto di SC e x una parte di Gp addirittura alonso girava piu veloce delle mercedes. Mio parere eh

  • La mia impressione… tutta da discutere è questa.
    Mercedes ha ricevuto un ultimatum da FIA del genere,state uccidendo lo spettacolo del genere Rosberg contro Hamilton non basta per alzare gli ascolti,allora Mercedes cosa fa,gira la manopola del motore della Williams,in Williams c’è Susi o come si chiama,allora Toto che fa la manopola la gira alla Mclaren??? (non ce pensà) o alla Force India che resta una squadra minore??? Allora tira su la Williams con il risultato di avere 4 macchine davanti a giocarsi il GP di Austria.
    L’atteggiamento della Williams di ieri però non era l’atteggiamento di uno che vuole vincere la gara,ma quello di chi vuole far arrivare 3° Bottas,se riguardate il GP,la scelta di far rientrare le macchine al pit o è stata eseguita da un minorato mentale oppure da uno che intendeva scambiare (fare ordine) le posizioni durante i pit,primo stint ma anche secondo. MI SBAGLIERO’??? RISULTATO MASSA RE DELLE OCCASIONI PERSE.

    • A riprova della mia tesi c’è il sorpasso di Raikkonen a Bottas a Monaco 2013 (camera car Raikkonen). Quello non era un sorpasso ma un dare strada come se fosse un doppiaggio con lo scopo di far recuperare qualche punto a Raikkonen come favore tra fratelli motorizzati (in tal caso Renault).
      I favori tra squadre cugine con lo stesso motore ci sono sempre stati. MI SBAGLIERO’??? FORSE SI- FORSE NO.

    • Guarda sui favori delle squadre con gli stessi motori secondo me ci sono, basti vedere Malesia 2012, con Alonso davanti e Perez secondo su Sauber che gli recuperava un secondo e mezzo a giro, Perez prova il sorpasso ma fa un errore, e da li non ha più tentato di attaccare Alonso nonostante avesse un ritmo di gran lunga migliore.
      Poi anche secondo me Toto Wolff un pochino di informazioni alla moglie le passa.
      Per quanto riguarda l’atteggiamento della Williams nelle strategie non me ne stupisco perché è da inizio campionato che il box toppa completamente con le strategie. Avremo perso circa cinquanta punti per colpa delle dormite al muretto

      • Potrebbe senz’altro essere come dici,secondo me potenzialmente c’è la Williams al secondo posto nel mondiale se continuano così,ma in questa precisa gara si è sempre rientrati molti giri dopo le Mercedes,se si avesse tentato di “coprire” l’azione Mercedes,anche con + degrado ma con una velocità superiore ci si poteva provare con una macchina a vincere,anche sacrificando l’altra……. niente,a me sembra intenzionale… magari ricevendo qualche favore/sconto in futuro… Se l’ho notato io da casa,io non sono un ingegnere,pensiamo che non se ne siano accorti loro??? Io sono convinto che con una tattica pro Williams una delle 2 Williams avrebbe vinto il GP Domenica… le solite chiacchiere del Lunedì.

  • Molto contento per il risultato delle Williams, Bottas e Massa hanno fatto un’ottima gara un po’ meno bene invece il muretto, davvero pessime le strategie che come al solito penalizzano il povero Massa.

  • Il piu danneggiato dai pit e’ stato massa.. Pole, partenza perfetta e si e’ trovato giu dal podio…

  • Il box nelle strategie ha dormito come sempre, nonostante questo sono felice per Bottas

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!