La frustrazione di Kimi Raikkonen

24 giugno 2014 14:42 Scritto da: Alessandro Bucci

Continua l’annata difficile per il Campione del Mondo 2007 Kimi Raikkonen, alle prese con diversi problemi. Il finlandese della Ferrari ha espresso tutto il suo malcontento in seguito alla problematica corsa sul tracciato di Zeltweg. Attualmente “Ice Man” occupa la 12° posizione del Campionato Piloti con 19 punti conquistati, ben 60 punti in meno del compagno di squadra Fernando Alonso.

Kimi Raikkonen - Ferrari

Il numero 7 del Cavallino Rampante, molto probabilmente, sta affrontando la stagione più difficile della sua carriera da quando ha esordito in Formula 1. Il burrascoso finale di stagione 2013 in seno al team Lotus (ricorderete la fuga del biondino dopo il tamponamento al via nel GP di Abu Dhabi) lasciava comunque presagire qualcosa di buono in seguito al ritrovato accordo con la Ferrari, un team nel quale Kimi aveva dimostrato di sapersi adattare subito, tanto da vincere il Mondiale al primo colpo nel 2007, sebbene in parte agevolato dalle schermaglie in casa McLaren e potendo contare su una vettura molto competitiva.

Tuttavia la F14t, monoposto Ferrari 2014, si è dimostrata vettura non all’altezza delle aspettative e questa stagione per “Ice Man” si è trasformata in un vero e proprio incubo, con il più titolato compagno di squadra Alonso che sembra invece riuscire a gestire meglio la macchina. Alle prese con una vettura poco competitiva e non sempre affidabile, Raikkonen ha espresso tutta la sua frustrazione dopo la corsa austriaca ai microfoni di Autosport, spiegando con esattezza la natura dei problemi che lo hanno afflitto al Red Bull Ring: “Siamo dovuti scendere nelle regolazioni del motore, ma solamente dopo due giri ho avuto problemi ai freni…mi hanno chiesto di raffreddarli, ma stavo cercando di combattere contro i miei avversari. Se dopo due giri ti viene chiesto di rallentare per problemi ai freni, è senza dubbio difficile. Sappiamo che questo tipo di cose non dovrebbero accadere e dobbiamo correggerle. Non possiamo ritrovarci in gara e iniziare a rallentare dopo due giri a causa di problemi del genere”.

Il ragazzo di Espoo in questa stagione ha sino ad ora ottenuto come miglior piazzamento il 7° posto in Australia e Spagna. Interrogato sull’andamento della sua vettura, Kimi ha risposto: “Non siamo abbastanza veloci per conquistare più punti, quindi c’è maggior lavoro da fare. Penso che più o meno siamo nella stessa posizione (rispetto alle ultime corse ndr)…”. “Penso che dipenda molto dal layout del circuito e questo vale per ogni squadra” -ha aggiunto Raikkonen, cercando di dare una spiegazione alla sua tormentata stagione- “il circuito austriaco ha lunghi rettilinei e le vetture alimentate dal motore Mercedes sono andate molto forti, tuttavia abbiamo migliorato sicuramente in varie zone e la vettura nel suo insieme va meglio rispetto alla prima corsa. Comunque abbiamo bisogno di significativi miglioramenti  sul motore e nella parte aerodinamica, se vogliamo raggiungere i ragazzi della Mercedes è su queste cose che occorre migliorare molto…”.

14 Commenti

  • Consolati Kimi, sei in buona compagnia………Vettel ha preso tutta la sfiga che aveva Webber…….per non parlare di “Calimero” Hamilton che con un astronave non vincerà il mondiale neanche quest’anno…….ricordo che nel 2010 arrivo’ a Monza con 45 punti di vantaggio, gli si chiuse la vena (come spesso gli capita) e alla seconda variante apri’ la sospensione anteriore al primo giro, mentre a Singapore fece autoscontro con Webber……….complimenti ……questo si che è un campione!

  • Kimi vuole la macchina!!! Allora potrebbe anche battere Alonso, ma solo allora! La sola cosa che puó fare è incoraggiare i suoi come ha già iniziato a fare Allison; la sola cosa che non deve fare è buttarsi giù!

  • @Francesco_Kimi guarda, non ho nulla contro Kimi, Anzi. Ma che Alonso sia quello dei primi anni in Renault insieme a Trulli non sono d’accordo (e Trulli somiliava molto all”Hamilton ’07-’08 e di quest’anno). Non si capisce cosa debba fare ancora Alonso per convincere i suoi detrattori, tutto questo è assurdo e grottesco. Al giorno d’oggi abbiamo il confronto: Massa più veloce dell’osannato Bottas (contro cui non ho niente, ma ne deve mangiare di polenta prima di potersi paragonare a Massa) e questo dimostrato col cronometro e con i nervi sia in qualifica che fino a prima della “sosta per il primo pilota”; Raikkonen che non ha più scuse, che necessita di una macchina buona per annullare il divario fra sè e Fernando (a questo punto basterebbe, per capire il valore di Massa, ri-guardare le sue gare); in Ferrari e i tifosi Ferrari spesso si aspettano troppo dai piloti, l’unico che li accontenta (mica tanto! Che ingrati a volte…) un po’.

  • Francesco_Kimi

    Poi correre con uno status di numero 2 e con una macchina non adatta è normale si facciano certi risultati e si cada nello sconforto, credete che se Hamilton e Rosberg fossero stati in Ferrari avrebbero entrambi queste prestazioni? No, uno dei due avrebbe fatto schifo. Alonso non è un marziano vi ricordo che con trulli ebbe parecchie difficoltà. Raikkonen le difficoltà le ha incontrate solo in Ferrari perché messo in disparte nel 2008 e accantonato proprio ora.

  • Francesco_Kimi

    La macchina non c’entra nulla con te. Il tuo team è inferiore rispetto a quello di Alonso, infatti quello che aveva nei suoi primi anni di Ferrari ora lo ha Alonso. I problemi capitano tutti a te. A chi sostiene che sia un bollito o un non campione penso dovrebbe spegnere la tv la domenica. Non si lotta costantemente per i podi e le vittorie grazie al “lato B”. Ricordo a tutti che è il pilota che ha fatto meno gare di tutti prima di approdare in formula 1. Magari il mio parere non conta ma dei certi Stewart e Schumacher anni fa ammisero che se kimi era apposto gli altri massimo facevano secondi.

  • Anche x me non e’ a livello di Alonso e lo pensavo anche prima di quest’anno. E’ un ottimo pilota ma non un campione come molti sostengono. Dopo 8 gare non esiste che sia sempre cosi lontano dal compagno.

  • Campione del mondo ….2007….. sette anni….io avevo ancora tutti i capelli …ho detto tutto.

  • Kimi non riesce a guidare questa vettura, Alonso (e lo scrive un Alonsiano spagnolo di origini) la conosce da tre anni e sa come infilarla in curva. L’unico vero difetto di Kimi è che tende a scoraggiarsi facilmente.
    Ha problemi a settare la macchina, se trova il settaggio giusto all’anteriore ha sovrasterzo al posteriore, e non dipende da lui ma da come la F14T reagisce ai combiamenti. A Silverstone vedrete che sarà di nuovo in palla per la natura del circuito.

    • Caribbean Black

      Dubito fortemente che a silverstone cambierà qualcosa….non saranno magari 30 i secondi che prenderà in una gara normale, ma i soliti 15-18, e su questo ci metterei la mano sul fuoco.

      Non ha talento, è sopravvalutato…un vero campione guida sui problemi del mezzo che ha e ne tira fuori qualcosa…lui va anche peggio del valore della macchina.

      Semplicemente è un finto campione del mondo.

      Uno che va solo se la macchina va o se il set up è “azzeccato” (quindi per colpo di fortuna) uno che non è capace di dare un buon feedback alla squadra, non è un pilota sula quale puntare.

      Se la ferrari fosse competitiva, allora andrebbe forte e non rimedierebbe queste figuracce nel confronto con nando, ma cmq gli resterebbe sempre dietro e solo a sprazzi riuscirebbe a stargli davanti…ne sono oramai convinto da anni.

      Alonso è di un altro pianeta, e non è per il confronto diretto da compagni di squadra che sostengo cio….sono anni che Raikkonen dimostra una mediocrità impressionante e campa della rendita di 2 mondiali sfiorati con la mclaren nel 2003 e 2005 così come per via del regalo datato 2007…regalo per nostalgici rossi…

  • Mi dispiace per Kimi ma dal confronto con Alonso ne sta uscendo distrutto, che figuraccia.

  • Caspita, Kimi ha detto più di tre parole in un’intervista?! Per caso oggi nevica? O vince l’Italia? 😛

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!