Mateschitz: “La situazione in Renault è grave”

Rémi Taffin ammette che la Renault ha avuto un weekend disastroso in Austria e Mateschitz gira il coltello nella piaga: “Situazione grave, devono assolutamente migliorare”.

Renault

Renault chiude il weekend austriaco con un risultato da dimenticare, riuscendo a mettere nel carniere solamente i tre punti conquistati da Daniel Ricciardo e la sua Red Bull. Rèmi Taffin, capo delle operazioni in pista di Renault Sport, ha tirato il consueto bilancio post gara, ammettendo il fallimento.

“Inutile dire che per noi è stato un fine settimana piuttosto difficile. Siamo arrivati qui credendo di poter dimostrare la bontà della Renault Energy F1 Power. Ma la power unit non è competitiva sui rettilinei, ma ha anche altre qualità che purtroppo non siamo riusciti a mettere in evidenza in Austria”, ha sottolineato Taffin.

“Sfortunatamente abbiamo avuto dei problemi che hanno dato una piega negativa alla nostra gara. Sulla vettura di Vettel abbiamo avuto un problema connesso a un cambio di mappature operato in partenza. Cercheremo di capire perché è successo, visto che è costato al team un sacco di punti importanti. Potrebbe essere un problema al nostro software, ma potrebbe anche essere un problema al software condiviso. In ogni caso, necessita di una indagine approfondita. Adesso analizzeremo tutto accuratamente con Red Bull e le altre squadre e torneremo più forti a Silverstone”, ha concluso.

Dopo le lamentele da parte degli esponenti di spicco  della Red Bull, anche il patron della squadra – Dietrich Mateschitz – ha bacchettato il motorista francese: “Chiaramente i nostri problemi non sono dovuti a nostre responsabilità e influenze. Abbiamo vinto quattro titoli con la Renault e dobbiamo essere leali con loro. Ma con questo non possiamo negare che la situazione è grave e Renault deve dare allo sviluppo della power unit una priorità assoluta”.

7 Commenti

  1. Si infatti il non poter sviluppare la power unit è una boiata immensa. Renault ma anche Ferrari penalizzano 2/3 dello schieramento.
    Andando su Ferrari perché non aumentano di 1 o 2 bar la sovralimentazione e quindi probabilmente avere rotture alla turbina e quindi per “motivi di affidabilità” montare una turbina diversa??? Ovviamente più grande

  2. Comunque non ho mai visto un motore che si spegne e si riaccende a piacimento, capisco Audi a Lemans dove hanno fatto il reboot e hanno vinto la corsa, ma in f1 se succede una cosa così si perde la gara automaticamente. Il software ha ormai troppa importanza.

  3. ma sviluppo in che senso?se si potesse sviluppare veramente la PU gia dopo melburne avremmo avuto un altro campionato..il problema è proprio la..nel non sviluppo e nel non test in pista..

Lascia un commento