McLaren: e se la rinascita passasse per un déjà vu?

25 giugno 2014 17:35 Scritto da: Alessandro Bucci

McLaren ed Honda alla ricerca di un top driver che possa riportare in alto il nome della scuderia britannica nel 2015 dopo due anni di amare delusioni. Spunta l’ipotesi di un ritorno all’ovile per Lewis Hamilton, opzione che appare fantascientifica, ma i media inglesi hanno iniziato a soffiare sempre di più su questa eventualità.

Lewis Hamilton

Il Daily Mail ed il Daily Telegraph, importanti quotidiani del Regno Unito, hanno riportato nella giornata di martedì 24 giugno l’ipotesi che Ron Dennis, storico capo della McLaren, voglia sfruttare le tensioni interne alla Mercedes tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg per riportare l’anglocaraibico al team nel quale ha esordito.

Teorie che potrebbero anche non venire prese sul serio dalla maggior parte dei lettori e degli addetti ai lavori, dal momento che, il numero 44 del team di Brackley, ha ancora un anno e mezzo di contratto da onorare con la scuderia Mercedes. Ma, si sa, nel grande circus della Formula 1 i contratti possono divenire carta straccia nel giro di breve tempo.

Sul finire del 2014 la partnership storica tra McLaren e Mercedes culminerà dopo ben diciannove anni, periodo nel quale il team di Woking ha conquistato tre Titoli Mondiali Piloti (rispettivamente 1998 e 1999 con Mika Hakkinen e 2008 con Lewis Hamilton) ed un Mondiale Costruttori nel 1998.
Negli ultimi due anni, il team di Woking, ha collezionato come migliori risultati un quarto posto di Jenson Button nel tribolato Gran Premio del Brasile del 2013 ed un podio (3° posto in pista, poi divenuto 2° grazie ad una penalità inflitta a Daniel Ricciardo) in Australia nella gara inaugurale della stagione 2014 con Kevin Magnussen, bottini certamente non soddisfacenti per una scuderia ambiziosa ed importante come quella inglese.

Honda, che fornirà i motori V6 turbo alla McLaren a partire dal 2015, ha già chiarito di volere uno dei migliori piloti del circus e, com’è facile immaginare, sono stati fatti i nomi dei soliti “tre”, ovvero Fernando Alonso, Sebastian Vettel e Lewis Hamilton.
Lo spagnolo della Ferrari sta faticando da diversi anni ad ottenere prestazioni all’altezza della sua fama, spesso alle prese con una vettura non sufficientemente competitiva, ma va ricordato che Nando ha firmato con la Rossa sino al 2016, mentre il tedesco della Red Bull sta soffrendo in questo 2014 il più giovane compagno di squadra Daniel Ricciardo. Obiettivamente, nessuno dei tre suddetti Campioni è in una situazione ideale nella propria scuderia, considerando oltretutto i recenti dissapori emersi in casa Mercedes tra il figlio di Keke e il Campione del Mondo 2008. Secondo i quotidiani britannici infatti, Ron Dennis, sarebbe pronto ad offrire a Lewis l’opportunità di tornare in McLaren nell’eventualità che la stagione si chiudesse a favore del numero 6 della Mercedes.

Si tratta di rumors, ma per quanto concerne Hamilton, va tenuto conto che Ron Dennis lo ha praticamente “allevato” e quindi saprebbe come gestirlo. Elemento  questo da non trascurare, senza contare che Lewis è l’ultimo Campione del Mondo ad aver vinto il titolo per McLaren. I gossip non si placheranno di certo nei prossimi mesi, ma qualche indicazione potremo averla quando Eric Boullier, attuale direttore sportivo della McLaren, chiarirà definitivamente la posizione di Jenson Button per il 2015. Il futuro dell’inglese, in seno al team di Woking da cinque anni, non è ancora stato del tutto chiarito e le voci di fanta mercato si sprecano.

31 Commenti

  • E’ un ottima notizia perchè significa che Alonso resta in Ferrari. E per quanto sia antipatico e str.. è comunque uno dei 3 migliori in attività.

    Certo che per la mclaren è finita se prendono Vettel: macchina mediocre e pilota mediocre…..

    • Definire mediocre uno che a 27 anni ha vinto 4 mondiali (il doppio di Alonso, il quadruplo di Hamilton), mi sembra un’esagerazione.
      Soprattutto se lo si fa in virtù del fatto che il suo compagno di box (che è comunque un signor pilota) ha fatto più punti di lui finora e dimenticando che su 8 gare ha avuto già ben 3 ritiri.

      Ad ogni modo mi auguro che Sebastian venga in McLaren e soprattutto che la scuderia di Woking possa tornare nelle zone di classifica che storicamente le appartengono…

  • Per come la vedo io, qualunque Top Driver al momento sarebbe bene accetto in McLaren. Hamilton e Alonso hanno spalato montagne di cacca sulla McLaren in passato quindi i tifosi del Team, come me, farebbero un’enorme fatica a mandare giù il rospo di un loro ritorno a Woking.
    Però, parliamoci chiaramente, l’arrivo di un Top Driver come Hamilton o Alonso andrebbe salutato come un evento molto positivo per la McLaren perché vorrebbe dire che nell’ambiente F1 c’è abbastanza fiducia nel progetto McLaren-Honda da spingere un pilota di primo livello a sposarne la causa.

    Negli ultimi anni gli spostamenti dei Top Driver hanno anticipato i risultati degli anni seguenti in termini di competitività delle vetture.
    Alonso nel 2007 ritrovò una McLaren da paura dopo un 2006 umiliante, nel 2010 sempre Alonso fu artefice del quasi successo mondiale della Ferrari dopo un 2009 particolarmente sbiadito per la rossa, nel 2013 il passaggio di Hamilton alla Mercedes fu segnato da una stagione di ottimo livello dei tedeschi dopo 3 anni di pesci in faccia.
    Viceversa quando un top driver va via da una squadra di alto livello per motivi tecnici allora questo lascia presagire anni di magra per il team “abbandonato”.
    Guardate cosa è accaduto alla Renault nel 2007 o alla McLaren nel 2013.

    Per queste ragioni l’arrivo di un top driver sarebbe un segnale positivo per la McLaren, aldilà del miglioramento oggettivo che si verificherebbe sostituendo Button o Magnussen con uno dei tre piloti citati nell’articolo.
    Viceversa un abbandono da parte di Alonso alla Ferrari o di Vettel alla RedBull sarebbe da leggere molto negativamente per i due team in questione ( a meno che non si scambino i sedili o vengano sostituiti da piloti di pari livello).

    Concludo dicendo che ovviamente il mio preferito tra i tre sarebbe Vettel sia come valore assoluto del pilota (miglior mix di velocità, intelligenza tattica ed età), sia per il fatto che Sebastian è l’unico dei tre a non aver sparlato del mio Team.

  • contebaracca

    Secondo me tra i tre l unico possibile è Vettel.
    Luigino per ora resta nel team migliore comunque vadano le cose tra lui e nico e Alonso rimane in Ferrari che ha più certezze che andare a tentare la sorte in mecca alla sua non più giovanissima età.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!