Ivan Capelli: “Il GP d’Italia deve rimanere a Monza”

1 luglio 2014 17:01 Scritto da: Redazione

Prime reazioni in merito al terremoto mediatico scattato dopo le dichiarazioni di Bernie Ecclestone che ha ribadito l’esistenza della possibilità che Monza sia costretta ad abbandonare il Circus della Formula 1 dopo la naturale scadenza di contratto.

ivan-capelli

A seguito delle dichiarazioni apparse oggi sulla stampa, Bernie Ecclestone afferma che l’accordo commerciale tra Autodromo Nazionale Monza e FOM è stato un disastro dal punto di vista commerciale e, di conseguenza, non vede possibile una prosecuzione nel 2016.

Si ripropone oggi la questione del rinnovo della presenza della F1 sul circuito Monzese, pericolo che ad oggi non ha trovato una soluzione definitiva ma che continua a rimanere nel limbo di dichiarazioni e rumori. E’ fuori dubbio che Bernie Ecclestone ha fretta di stabilizzare i contratti in essere di Fom in vista della quotazione in borsa e per questo motivo le sue dichiarazioni non mi stupiscono – afferma Ivan Capelli capofila della Lista 1 Sport e Rinnovamento – il Gran Premio a Monza deve però rimanere una priorità per il nostro sistema. Non entro nel merito del precedente contratto tra FOM e Autodromo Nazionale Monza ma certamente è sempre possibile fare di meglio e trovare un accordo che risulti vantaggioso per le parti. Il nostro impegno è volto a scongiurare situazioni come queste: vogliamo rilanciare l’Autodromo Nazionale di Monza rendendo il circuito allettante per le grandi manifestazioni sportive e non. Ci vuole pragmatismo e determinazione e nulla deve essere lasciato al declino di oggi. Se l’Autodromo Nazionale Monza torna ad essere “interessante”, gli accordi si chiudono con più facilità”.

“Dobbiamo reagire – annuncia Andrea dell’Orto, Presidente degli industriali di Monza e Brianza e candidato a guidare la Sias dopo la vittoria della Lista 1 Sport e Rinnovamento alle prossime elezioni dell’Automobile Club Milano – L’Autodromo, assieme a Parco e Villa Reale, rappresenta una grande opportunità di rilancio per il territorio. Dobbiamo incontrare Ecclestone per fargli cambiare idea mettendo sul tavolo idee e investimenti.”

Nel programma Lista 1- Sport e Rinnovamento capitanata da Ivan Capelli e sostenuta da tanti imprenditori e appassionati di sport ci sono diversi punti concreti che riguardano la gestione di Autodromo Nazionale Monza. E’ necessario massimizzare le potenzialità del circuito in controtendenza con la situazione di oggi. E’ un imperativo: dobbiamo riportare nel circuito competizioni e tornei motoristici, senza perdere ovviamente la F1.

5 Commenti

  • Imola4ever

    Può parlare chi vuole, da Capelli a Renzi, a BRIATORE. Il concetto è semplice, se sborsano 10-20 milioni per RISTRUTTURARE una pista e delle infrastrutture ormai pietose se ne può riparlare. Altrimenti CIAO CIAO Monza. Come è stata cannata Imola si fa in fretta a cannare anche Monza. Il problema vero è il paese vergognoso in cui viviamo nel quale non si investe più su nulla. Fossi miliardario comprerei Imola e Monza, farei una bella ristrutturazione e poi le farei alternare in F1. Da noi nessuno si comprerebbe mai un autodromo, troppe beghe sia a livello di decibel da rispettare, sia a livello giuridico e burocratico.

  • Io a Monza ricordo due bei sorpassi sull’erba uno subito e uno fatto… le varianti sono molto belle. La seconda di lesmo con il suo banking verso l’interno induce a forzare e regala spesso belle scodate. La frenata in fondo al rettifilo è impegnativa. Certo non è tutto curve alla tilke per lo meno si può superare proprio perché le difficoltà sono concentrate in alcuni punti e non spalmate e diluite sul 100% della pista. Poi il pubblico, nonostante i prezzi e la logistica. Il Mugello vedo è apprezzato, anche se mi schiero tra chi gli preferisce Imola.

  • Bravo Ivan. Chi non è di quelle zone non capisce il vero valore di questo circuito.

    • Beh, se me lo concedi io non sono nato da queste parti, eppure non manco dal 2007, e non per la fede ferrarista, ma perchè amo quel circuito, la sua storia, l’atmosfera che si respira i primi di settembre, la coda in staz. Centrale con i turisti che ti chiedono la foto, lo scambio di birra con gli amici inglesi, la corsa verso il podio, e tanto, tanto altro.
      Spero davvero che il gruppo di Capelli si sbrighi a costruire qualcosa di solido di cui parlare, altrimenti ci saremo giocati la manifestazione sportiva più importante ospitata da questo strano paese (p minuscola obbligatoria, sorry).

      • Io invece metterei tra i motivi del perchè Monza non mi è mai piaciuta, la sua collocazione: voglio sorvolare sulle bandiere della padania, ma un GP più vicino agli “altri” non sarebbe male, dipendesse da me sceglierei Imola anche più del Mugello.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!