Zanardi e Schumacher, due destini che si uniscono

1 luglio 2014 16:42 Scritto da: Davide Reinato

Alex Zanardi parla di Schumacher e ammette di nutrire ancora speranza in un pronto recupero del tedesco.

Foto Ercole Colombo

Foto Ercole Colombo

Ogni volta che parliamo di Alex Zanardi, ci ripassa davanti ogni fotogramma di quel maledetto giorno del settembre 2001 in Germania. Oggi siamo abituati a parlare di lui come una sorta di supereroe ma, di fatto, Alex è prima ancora un miracolato. Dopo quella terribile botta, Zanardi è rimasto in coma farmacologico e ha subito sette arresti cardiaci e 15 interventi chirurgici. Eppure, il 48enne bolognese di Castel Maggiore, è tornato a vivere serenamente, sfruttando al massimo una personalità totalmente fuori dal comune per ricostruirsi una vita, sia privata che sportiva, anche senza gambe. Nel motorsport e anche oltre, dimostrando che è la testa che conta e non tutto il resto.

Ed è proprio Alex che, in una intervista concessa a SpeedWeek, incoraggia Michael Schumacher nella lotta più difficile che potrà mai ricordare. “Conosco Michael fin dall’infanzia, quando entrambi correvamo sui kart. Lui è sempre stato una persona che non si è mai arresa. Ero sicuro che le sue condizioni potessero migliorare e che avrebbe battuto il coma”.

Ovviamente, le due situazioni non sono paragonabili. Ma i loro destini sembrano quasi incrociarsi, ancora una volta. Schumacher ha subito delle brutte lesioni cerebrali, di cui sconosciamo ancora le conseguenze, ma Zanardi continua a nutrire speranza sul pieno recupero del tedesco. “Mi ricordo quando mi alzai sui miei nuovi piedi per la prima volta dopo l’incidente: è successo in occasione di un evento al quale anche Schumi aveva preso parte. Ricordo che rimase particolarmente colpito. Quindi, voglio dirgli che non vedo l’ora di rivederlo in piedi, per essere io a rimanere colpito questa volta”.

Quel giorno, c’eravamo. In occasione dei Caschi d’Oro di Autosprint del 2001, Alex riuscì a commuovere tutti rimettendosi in piedi sotto gli applausi dei presenti. Michael, che lo aveva accolto con un abbraccio, lo guardava con sincera ammirazione. E siamo sicuri che, così come Zanardi, ognuno di noi sarebbe pronto a esultare nel vederlo ancora sorridere, oggi come allora.

8 Commenti

  • contebaracca

    Ma cosa centrano delle protesi in titanio super tecnologiche con un recupero incredibile che si può avere benissimo anche con delle classiche protesi che ti passano con la mutua? Poi essendo le tue gambe sta a te decidere se spendere 20.000 € o no.
    Ma ti posso garantire che con protesi comuni non ti manca nulla per raggiungere il risultato appunto perché a Bologna c è un centro all avanguardia convenzionato e non privato quindi per tutti gli italiani.
    Lui è ricco e si può permettere la ferrari io che sono una persona comune ho un alfa ma entrambi possiamo andare a farci un giro al mare con la macchina.
    Lui avrà protesi molto fighe tutto qui.

  • Le protesi che ha non credo siano economicamente accessibili a tutti, mi pare che lui stesso lo avesse detto una volta, se invece mi sono sbagliato e chiunque al suo posto può ottenere i suoi risultati mi rimangio il post precedente……. Poi è ovvio che sia un esempio da seguire, ma se le cose stanno come ho scritto sopra bisogna anche evitate di creare false illusioni a chi nelle sue condizioni non potrà mai permettersi le sue protesi!

  • contebaracca

    Fabio… Zanardi è stato seguito dal centro protesi di Bologna e dal dottor costa, tutta roba accessibile a tutti.
    Si loda Zanardi perché è un esempio sotto gli occhi di tutti ma come lui ci sono tanti ragazzi normalissimi che si imbattono nella tragedia e che inizialmente pensano al suicidio ( quasi tutti) ma con esempi di grande forza come lo è alex ; si fanno coraggio e ce la fanno.
    Zanardi oltre ad essere diventato uno sportivo vincente in sport con carozzina è addirittura riuscito a tornare a correre in gran turismo contro normodotati raccogliendo risultati di tutto rispetto perciò non capisco perché secondo te non va lodato e preso ad esempio per tutti coloro che all improvviso si ritrovano o senza gambe o senza qualche altra parte del corpo o con la schiena rotta!
    E ti ribadisco che Zanardi ha usufruito delle strotture emiliane pubbliche anche perché sono le migliori in italia e forse nel mondo.

  • Senza nulla togliere a Zanardi e augurandomi che Schumi si riprenda al 100%, dico però che sono stufo di sentire tutte queste lodi a Zanardi (ovviamente non solo qui) per essere riuscito a rimettersi in piedi grazie solo alla sua forza di volontà, se si fosse trattato di uno qualunque senza le sue possibilità economiche voglio vedere se riusciva a riprendere una vita normale ……
    Secondo me ci vuole più rispetto per chi magari ha subito tragedie del genere ma non può permettersi le cure che si è potuto permettere Zanardi, quindi sarebbe opportuno sottolineare anche l’aspetto economico e non solo tessere le lodi alla sua forza di volontà, come se bastasse quella! MAGARI!

  • Michael dove sei? Ti aspettiamo…

  • contebaracca

    Alex è semplicemente un grande !
    E sarebbe fantastico un giorno vederlo darsi battaglia con Michael in una gara di master su delle super turismo!
    Così sarebbe la favola perfetta .. iniziarono assieme sui kart e perché non finire dopo una battaglia personale come mi auguro che faccia Michael su dell gran turismo ?
    Go Michael go!

  • In qualsiasi enciclopedia di questo mondo, accanto alla voce “Eroe” dovrebbe esserci la foto di Zanardi.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!