Williams, gara dai due volti a Silverstone

6 luglio 2014 18:38 Scritto da: Alessandro Bucci

Luci ed ombre per la Williams Mercedes a Silverstone: se da un lato il team di Grove può esultare per lo stratosferico secondo posto ottenuto da Bottas, dall’altro lato può rammaricarsi per le sfortune incontrate da Felipe Massa sin dalla partenza. Per il finlandese numero 77 si tratta del secondo podio consecutivo, miglior risultato in carriera per il biondo di Nastola.

Bottas Williams 2014 GB 2

Il Gran Premio di Gran Bretagna 2014 non verrà ricordato, come quello dello scorso anno, per le numerose forature delle gomme Pirelli, ma bensì per il grande spettacolo che ha regalato al pubblico. Non solo forti emozioni in senso positivo, ma anche grande spavento nei confronti del terribile incidente rimediato da Kimi Raikkonen, nel corso del primo giro. Vicenda nella quale è rimasto coinvolto anche l’incolpevole Felipe Massa, attardatosi al via e trovatosi al posto sbagliato nel momento sbagliato. Il week-end di Silvertsone non era iniziato certamente bene per la Williams, alle prese con numerosi problemi sin dalle PL1, ma nessuno si sarebbe potuto immaginare uno scenario come quello di oggi.

Entrambi i piloti del team di Grove, scattati rispettivamente dalla 14° e 15° posizione in seguito ad una qualifica disastrosa -ed in parte agevolati dalla penalità inflitta successivamente a Maldonado-, sono partiti con gomme medie, strategia adottata da tutte le scuderie tranne che dalla Ferrari. Felipe Massa ha avuto subito un problema al via, evidenziato da una fumata sospetta. Il brasiliano è stato quasi colpito da una Caterham che lo stava sopravanzando, dopodichè il paulista è rimasto coinvolto nel terrificante incidente di Kimi Raikkonen. “Felipinho” ha rimediato la foratura e la rottura della posteriore sinistra, colpendo incolpevolmente la vettura del finlandese della Ferrari. Massa ha cercato di evitare la Rossa di “Ice Man”, ma così facendo, ha perso il controllo girandosi di lato e finendo per colpire l’ex compagno di squadra. Non che avesse altra scelta lo sfortunato paulista, non osiamo immaginare cosa sarebbe successo se, il brasiliano, non avesse provato ad evitare la Ferrari numero 7. L’incidente ha causato la sospensione della gara facendo uscire la bandiera rossa e Felipe è così tornato in griglia di partenza, dove il team ha fatto delle verifiche, ma non c’è stato nulla da fare e il brasiliano è stato poi costretto al ritiro.

Un 200° Gran Premio decisamente da dimenticare per Massa, che, dopo l’uscita di scena, si è così espresso ai microfoni Sky: “Non so che cosa sia successo. La frizione al via non ha funzionato, la macchina non andava. Mi sono ritrovato ultimo, poi ho sorpassato due macchine dopo la curva 4, ho visto Kimi che sbatteva, ho provato ad evitarlo…ma ho urtato con la posteriore sinistra la sua macchina. Spero che Kimi stia bene, sulla mia macchina non c’era nulla da fare”.
La sistemazione del guard rail -contro il quale ha impattato Raikkonen-, prevista dal regolamento, ha causato una lunghissima sospensione della corsa che è finalmente ripartita dietro alla Safety Car dopo quasi un’ora.

Bottas, unico pilota Williams rimasto in gara, ha ripreso la corsa dalla nona posizione, non cambiando mescola degli pneumatici. Da questa ripartenza è iniziata la trionfale cavalcata del finlandese che ha sorpassato ben due piloti nel corso del 3° giro, stiamo parlando di Kvyat e Ricciardo, entrambi su gomme dure. La tornata successiva Bottas ha superato Hulkenberg, agguantando il 6° posto. All’11° giro Vettel è andato ai box e Bottas è diventato quinto. Il finlandese si è preso la 4° posizione al 14° giro sorpassando Magnussen, davvero un’ottima rimonta per Valtteri, ben dieci posizioni guadagnate rispetto al primo start. Al 17° giro Bottas ha sorpassato Button, mettendosi alle spalle entrambe le McLaren Mercedes. Al 29° giro Nico Rosberg si è dovuto ritirare per problemi al cambio, permettendo ad Hamilton di passare in testa, seguito da Bottas in seconda posizione. Il finlandese al 32° giro ha effettuato la sua unica sosta montando gomme dure, rientrando al 3° posto dietro a Sebastian Vettel che doveva ancora effettuare la sosta ai box.  Due giri dopo, Bottas, ha iniziato ad attaccare Vettel e lo ha passato di gran carriera, riprendendosi la seconda piazza. Valtteri ha così chiuso secondo, con un distacco di trenta secondi dal vincitore Hamilton, ma con oltre sedici secondi di vantaggio sull’inseguitore Ricciardo. Esultanza euforica per il numero 77, autore del suo miglior risultato in carriera.

“Il nostro piano oggi era quello di arrivare più in alto possibile, dove il nostro passo ce lo avesse permesso. Come team abbiamo fatto tutto il nostro meglio” -ha affermato Bottas sul podio, reduce da una prestazione eroica- “Stanno arrivando delle belle soddisfazioni, sono molto felice per questo risultato. Mi dispiace per Felipe che era il suo 200° GP e non è riuscito a goderselo.”

“Ero molto preoccupato per Kimi”ha ribadito Massa al termine della corsa- “Ci vogliamo bene, in pista c’è competizione, ma la nostra salute è più importante di tutto. Abbiamo una macchina competitiva e questo ci darà soddifazione nelle prossime gare. Sono molto contento per Bottas, è un risultato positivo per tutta la squadra, oggi potevamo diventare terzi nel Mondiale Costruttori, ma lotteremo comunque per questo obiettivo.”

Il secondo posto ottenuto da Bottas, ha regalato grande soddisfazione a Claire Williams, che ha addirittura definito il numero 77 una “Rock Star” della Formula 1: “E’ stato molto deludente per Felipe che è uscito di scena presto, speravamo in un buon risultato in occasione del suo 200° Gran Premio, ma siamo molto contenti per Valtteri, ha fatto una gara straordinaria, anche i ragazzi del muretto e i meccanici al Pitstop. Una chiusura stupenda. Abbiamo sempre pensato che Valtteri fosse un campione sin da quattro anni fa, è una Rock Star della Formula 1 e oggi l’ha dimostrato!”

4 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!