Massa: “Whiting doveva penalizzare i piloti Mercedes”

8 luglio 2014 08:44 Scritto da: Alessandro Bucci

Il brasiliano della Williams si è scagliato contro la direzione gara e i piloti Mercedes in seguito al Gran Premio di Gran Bretagna. Secondo il paulista, Rosberg ed Hamilton, avrebbero rallentato più volte nel corso del giro di formazione, causandogli problemi alla frizione.

Massa Silverstone 2014 2

Il Gran Premio di Gran Bretagna è stato decisamente amaro per Felipe Massa, pilota storicamente sfortunato in pista. Obiettivamente, che si tratti di un suo errore, di una valutazione errata del muretto o di un problema altrui, il calimero brasiliano è sempre al centro di episodi sfavorevoli, sfiorando più volte situazioni potenzialmente molto pericolose. Ricorderete il ritiro alla prima curva nel GP inaugurale di Melbourne, tamponato da un Kobayashi rimasto senza freni posteriori, oppure il violento botto occorsogli nelle prove libere di Silverstone, solamente per fare due esempi molto recenti, ma la lista sarebbe alquanto lunga.

Ieri, in gara, già al primo giro, la corsa di Massa si è trasformata in un vero e proprio incubo. Altro che festa per i 200 GP in carriera, nossignori. I guai per il paulista sono iniziati già dalla partenza, con la frizione che non voleva saperne di funzionare correttamente. Risultato? Felipe, avvolto da un fumo bianco alquanto sospetto, scatta malamente dalla 15° posizion, salvo poi raggiungere il gruppo qualche centinaia di metri dopo e ritrovarsi dinanzi una sagoma rossa impazzita: la Ferrari del suo ex compagno di squadra Kimi Raikkonen, sputata in pista dalle barriere ad una velocità disarmante. Massa è stato certamente bravo a cercare di evitare la F14T di “Ice Man”, un impatto più violento con essa avrebbe potuto generare conseguenze terribili per entrambi i piloti. Lo scarto dell’ex pilota Ferrari ha mandato quasi in testacoda la FW36, finendo per rompere la posteriore sinistra contro la vettura di Raikkonen, ma il peggio è stato fortunatamente evitato.

Il problema riscontrato alla frizione da Massa al via è stato momentaneamente accantonato in seguito alle convulse fasi di gara, ma è lo stesso brasiliano a tornare sulla questione, rivelando particolari decisamente interessanti: “Se prendete in esame il nostro giro di formazione nell’ultima gara -in Austria- quando eravamo davanti, è facile vedere come fossimo molto più veloci, rispetto al solito. I piloti Mercedes invece andavano lenti per una ragione, ma a volte non è un bene per le altre squadre. La FIA ha sempre detto che non possiamo andare così lenti, ma non ci sono state penalizzazioni. A Silverstone mi sono dovuto fermare due volte. Ho tirato la frizione, stavo aspettando, ma perchè le Mercedes andavano così lente?”.

Il brasiliano, molto scosso dalla terribile giornata di domenica, ha proseguito così: “Nelle conferenze dei piloti, ci lamentiamo sempre di queste cose, sono tanti i piloti che hanno avanzato questa questione. Charlie Whiting aveva detto che avrebbe tenuto monitorata la situazione in merito, ma lui non ha dato alcuna penalità!”.

Massa si è detto convinto che Raikkonen avrebbe potuto evitare quel terribile incidente, ma non vede in quell’episodio l’inizio dei suoi guai nella gara di Silverstone: “Tutte quelle vetture che procedevano molto lentamente nel giro di formazione e si fermavano in pista, hanno fatto salire molto la temperatura della mia frizione che infatti non ha funzionato. La macchina andava forte e avremmo potuto finire entrambi sul podio, saremmo stati terzi nel Costruttori. E’ davvero un peccato”.

Sarebbe interessante ascoltare il parere di Valtteri Bottas in merito alla questione sollevata da Massa. Il finlandese numero 77 della Williams ha concluso il GP al secondo posto, autore di una rimonta memorabile costruita a suon di sorpassi in pista.

4 Commenti

  • questa scusa mi mancava

  • massa incomincia di nuovo a lamentarsi , ci risiamo un po’ come alonso , incomincia a dare lui le squalifiche come con koba al primo gp ( i freni caterham non andavano come tutta la ct05 )altre volte buttava fuori lui voleva le squalifiche per gli altri quasti piloti mi fanno proprio schifo lui e alonso.

  • Anche la ripartenza e’ stata ridicola…dovrebbero mettere una linea che superata si debba accellerare al massimo non come successo che rosberg e’ scappato via da meta’ giro staccando tutti.
    Gia’ hanno un vantaggio di secoli poi se ne guadagnano 4-5 dalla ripartenza..mah

  • certo che è una cosa che ho notato ankio..e anche in varie interviste è uscito questo discorso..sara stupida come cosa per alcuni..ma è molto seria..quando correvo su simulatori fare un giro di formazione lento portava quasi sicuramente a brutte cose..ed era in fin dei conti un simulatore..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!