Maldonado entusiasta degli ultimi aggiornamenti Renault

Pastor Maldonado è convinto che gli ultimi aggiornamenti Renault, introdotti nei test di Silverstone, abbiano funzionato molto bene e che la Lotus potrà giovarne nei successivi appuntamenti della stagione. Secondo il venezuelano, la power-unit della casa francese è ora molto più veloce e potente.

Maldonado Lotus 2014

Ancora a secco di punti in questa prima parte di Mondiale 2014, Pastor Maldonado, sembra vedere segnali incoraggianti all’orizzonte in seguito ai test di Silverstone. Il ragazzo di Maracay è sceso in pista nella prima giornata di prove, martedì scorso, effettuando 97 giri e chiudendo al nono posto la sessione. Tanti, forse troppi, i problemi tecnici incontrati dal venezuelano nelle prime nove prove della stagione. E quando a tormentarlo non erano le noie alla power unit, ci pensava lui – come al solito – a complicare le cose, come accaduto in Bahrain in occaisone del contatto con Gutierrez.

Maldonado è stato retrocesso in quindicesima posizione al termine delle qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna, in quanto la quantità di carburante sulla sua Lotus era inferiore a quanto previsto dal regolamento e non consentiva il prelievo campione per le verifiche tecniche della FIA. Non è andata certo meglio in gara, con il ritiro per problemi agli scarichi. I successivi test tenutisi sul circuito di Silverstone, però, sembrano aver creato uno spiraglio di luce in questo disastroso inizio di stagione, almeno stando a quanto dichiarato da Maldonado: “Il nuovo motore è molto più veloce, molto più potente. E’ come avere un doppio motore adesso! Dopo la gara in Inghilterra abbiamo controllato i dati e avevamo 60 cavalli in meno del normale. Per questo perdevamo un sacco.”

In Germania la Lotus porterà in pista gli aggiornamenti testati a Silverstone, per stessa ammissione di Pastor: “Nella prossima gara impiegheremo il nuovo motore, non ne porteremo di vecchi.”

6 Commenti

  1. Alla Mercedes viene tolto il frick, alla Renault trovano più potenza…alla Ferrari continuano a dormire cullati dall’affidabilità, tutto nella norma quindi…

Lascia un commento