Force India: “Il FRIC fa guadagnare oltre mezzo secondo”

Oltre cinque decimi al giro. E’ questo, secondo la Force India, il vantaggio che il sistema FRIC consente di avere sulle attuali monoposto di F1.

force-india-canada

Il sistema di sospensioni interconnesse FRIC si appresta ad uscire di scena in Formula 1. Dificilmente i team troveranno un accordo unanime per posticiparne il divieto fino all’inizio della prossima stagione e, dunque, già dal fine settimana del GP di Germania potremmo avere delle vetture meno performanti.

Oggi vi abbiamo spiegato il funzionamento del sistema meccanico in questo articolo, ma un particolare interessante ce lo svela il Chief Operating Officer della Force India: “Il FRIC può far ottenere un incremento prestazionale significativo che può attestarsi da 5 decimi e anche di più, a seconda dell’evoluzione del tipo di sistema. Il vantaggio che può dare, dunque, varia di squadra in squadra. Per alcune squadre, questo divieto potrebbe significare avere uno svantaggio maggiore rispetto alle altre”.

Sul voto relativo al divieto del FRIC, la Force India ha deciso che adotterà un approccio quasi neutrale e si adatterà a quello che deciderà la maggioranza. “Penso che non ci sia alcuna possibilità di raggiungere una intesa unanime sulla questione”, ha sottolineato VJ Mallya. “Noi faremo ciò che vuole la maggioranza, ma lì fuori ci saranno delle persone che penseranno ‘se la FIA crede che debba essere vietato, allora facciamolo'”.

5 Commenti

  1. Infatti quotone Rickard….

    Qua c’è un bel giro di accordi generali….se cambiasse realmente le carte in tavola avremmo assistito al solito polverone estivo….come sempre.

  2. “Se la FIA crede che debba essere vietato, allora facciamolo”
    Da quando si dà così peso alle parole della FIA e da quando sono così autorevoli le vaccate da essa partorite?
    Mah…

Lascia un commento