Vettel vola basso verso Hockenheim

14 luglio 2014 10:15 Scritto da: Alessandro Bucci

Il quattro volte Campione del Mondo, Sebastian Vettel, si appresta a disputare il settimo Gran Premio di Germania della carriera, il quarto ad Hockenheim, consapevole che la lotta al vertice sarà molto difficile per la Red Bull Racing, dato lo strapotere Mercedes.

Sebastian Vettel

E’ un Vettel realistico quello che guarda al Gran Premio di casa, consapevole della grande superiorità dei pretendenti al titolo e delle sue difficoltà con l’RB10. L’asso tedesco non ha mai brillato eccessivamente sul tracciato di Hockenheim, avendo colto come miglior risultato solamente un terzo posto nel 2010, mentre lo scorso anno vinse l’edizione del GP di Germania, ma si correva sulla pista del Nurburgring, per la consueta alternanza tra i due circuiti che ospitano la corsa tedesca del Mondiale F1.

“Mi piace sempre molto l’atmosfera che si respira al circuito di Hockenheim”, ha affermato il numero 1 della Red Bull Racing.“Quando si arriva in pista alla mattina, l’autodromo è già riempito dai tifosi e, quando sei in macchina, è possibile vedere un sacco di bandiere tedesche sulle tribune. La sessione d’autografi è sempre molto affollata, ma è una di quelle piccole cose che mi piace di Hockenheim. Riceviamo un sacco di incoraggiamento. Durante le prove sai che i tifosi sono sulle tribune per sostenerti, qualsiasi cosa succeda.”

Il ventisettenne di Heppenheim non si aspetta miracoli dal week-end di Hockenheim: “Ovviamente si vorrebbe sempre ottenere un grande risultato, per quanto possibile, in modo anche da ricambiare l’affetto del pubblico, ma a volte, semplicemente, non se ne ha la possibilità. Tuttavia attaccheremo e daremo tutto nel fine settimana.”

Nel 2012, Vettel si rese protagonista nelle prime fasi di gara di un bel duello con il connazionale Michael Schumacher, infiammando il pubblico. “Seb” ha  ricordato così il Kaiser di Kerpen in occasione del Gran Premio di Germania, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport: “Sarà un GP di Germania triste, senza Schumacher. Ma abbiamo avuto buone notizie sulle condizioni di Michael in queste ultime settimane e bisogna pregare che ne arrivino presto altre, è un processo di recupero che richiede moltissimo tempo”.

3 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!