Gp Germania: l’analisi tecnica pre-gara

19 luglio 2014 22:35 Scritto da: Mario Puca

Vediamo quali scelte aerodinamiche hanno fatto le squadre per il circuito di Hockenheim

mercedes rosberg gp germaniaIl Gp di Germania è stato piuttosto avaro di novità tecniche, con la sola McLaren che ha introdotto particolari nuovi degni di nota. Le squadre hanno dovuto fare i conti con due elementi fondamentali: la mancanza del sistema “FRIC”, vietato da questo Gp, ed il grande caldo.

cofano ferrariProprio le elevate temperature di questi due giorni hanno influenzato le scelte della Ferrari, che, dopo le solite sperimentazioni del venerdì, ha scelto il cofano motore con lo sfogo terminale maggiorato (FOTO). Da notare il ritorno al doppio pilone di supporto dell’ala posteriore, anch’essa nella vecchia versione con il main plane dritto (FOTO).

Anche in Germania la Ferrari correrà senza mozzi soffianti, anche se per la F14T c’è una nuova versione dei dadi (FOTO) e delle prese dei freni (FOTO); tuttavia queste ultime non sono state scelte per la gara. Confermata anche l’ala anteriore standard, una volta preferita alla versione B (FOTO), ancora mai usata nelle prove ufficiali.

red bull supportoAnche Red Bull e Mercedes non hanno portato novità per il Gp di Germania. Il team austriaco, come la Ferrari, ha effettuato prove comparative per l’ala posteriore. I due piloti hanno fatto scelte differenti per la gara: Vettel ha scelto l’ultima versione con il pilone di supporto fissato nella parte superiore, accoppiata alla paratia con quattro feritoie (FOTO); Ricciardo, invece, ha scelto il supporto vecchio con l’ala con il bordo curvo e la paratia a tre feritoie FOTO).

Sulla RB10, inoltre, non sono ricomparsi i mozzi soffianti (FOTO), messi da parte dopo una breve parentisi negli ultimi test di Silverstone (FOTO).

L’unica nota per la Mercedes, invece, riguarda il monkey seat, tornato in versione “large” (FOTO). Ovviamente tutti aspettano il team tedesco al varco, visto che questa sarà la prima gara senza il famigerato sistema FRIC (leggi l’approfondimento tecnico), di cui la Mercedes aveva la versione più evoluta.

Le prove e le qualifiche sembrano, in effetti, aver mostrato una Mercedes più “umana”, ma bisognerà aspettare qualche gara prima del verdetto finale.

ala posteriore mclarenCome dicevamo in apertura, la squadra con le novità più interessanti è stata la McLaren, che ha portato un’ala posteriore dotata di inediti profili “mille onde” (FOTO – articolo). Di questa strana soluzione abbiamo anche elaborato un’immagine con il dorso dell’ala cosparso dal flow vision ed abbiamo notato una lieve separazione dei flussi all’inizio del flap (FOTO).

Nuova anche la paratia laterale, dotata di mini profili extra e modificata nella “coda” superiore (FOTO). Sempre al posteriore, inoltre, segnaliamo il ritorno della sospensione completamente carenata (FOTO), che torna dopo due Gp in versione ridotta al solo braccetto inferiore.

La McLaren, infine, ha usufruito dell’unico bonus per modificare i rapporti del cambio, probabilmente in funzione delle prossime gare.

Williams Bottas 2014 AustriaLa Williams e la Force India hanno lavorato sul cofano motore: sulla FW36 è stato riproposto il cofano motore con la pinna “grigliata” (FOTO). La Force India, invece, a causa delle alte temperature, ha riproposto il cofano maggiorato privo della pinna, dal quale, inoltre, è stata eliminata la presa d’aria aggiuntiva posta dietro al roll bar (FOTO).

Nuovo cofano motore anche per la Lotus, che ha provato una versione dotata di due prese d’aria extra al di sotto del roll bar e più rastremato nella parte centrale (FOTO).

TECH GALLERY completa del Gp di Germania

7 Commenti

  • Siamo praticamente gli unici che non fanno progressi,torniamo sempre alla versione precedente.

  • ferrari_alonso

    Ormai dicono da più tempo che i fondi sono riaperti..gli ingaggi dei piloti lo dimostrano e anche l’aver cercato di artigliare certi nomi con cifre astronomiche..ormai la questione soldi non è il problema fabietto..inutile continuare su quella strada, per quanto fondata possa essere dalle tue “conoscenze”, qua i problemi sono ben altri…

    • ferrari_alonso

      Ovviamente si tratta di considerazioni eh :)

    • Le mia “conoscenze” non arrivano a raccontarmi problemi di budget, anche perchè credo sia in mano a persone molto più importanti di loro, sono mie personali considerazioni, perchè se hai Sanchez tra gli aerodinamici, non è possibile che dal 2012 a oggi hai sempre lo stesso tipo di ala anteriore e soffri di sottosterzo, non credo affatto siano impreparati, qualcosa che gli impedisce di fare modifiche evolute ci deve essere, e sono cambiati tre DT nel frattempo…
      Sottosterzo, scarsa downforce e carenza di trazione dal 2011 non sono mai stati “trattati” in nessuna maniera… Capisco questa stagione perchè i problemi sono fondamentalmente di potenza, ma poi se Allison dichiara scarsa downforce, sottosterzo e posteriore instabile… possibile che a parte i soliti cofani e due alette non si possano tentare evoluzioni di ali in linea con il resto dello schieramento. La parola d’ordine “discontinuità” non la vedo proprio 😀

  • Bisogna anche dire che l’assenza del FRIC costringerà molte auto, Lotus in primis, a rivedere l’aerodinamica delle vetture.

  • I tecnici sono buoni ci sono stati tanti anni e comunque sono persone tutti possono sbagliare non è che se sbagliano delle volte vengono cacciati perche dopo se ne prendi di peggiori che succede e poi la ferrari è sempre italiana è nella crisi credo dal 2009 ad oggi

  • Tanto per farci due risate… Costa dichiarava in settimana che la Mercedes sfornava una ala anteriore ogni due Gp. La Ferrari con due ci fa tutto il campionato. Incredibile che la Ferrari non riesca a vincere… davvero 😀 le risorse ormai sono solo di parole ma non di sostanza. Sembra ovvio che non ci siano fondi da più di qualche anno e le borse non si sono mai riaperte. Non prendiamocela sempre con i tecnici se non possono… non possono.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!