Per Rosberg il trionfo è di casa, Hamilton 3° in super rimonta

20 luglio 2014 17:24 Scritto da: Valentina Zuliani

Nico Rosberg trionfa ad Hockenheim, facendo tornare la Mercedes alla vittoria in Germania dopo sessant’anni. Hamilton è autore di una rimonta capolavoro che lo vede risalire fino al gradino più basso del podio.

rosberg_mercedes_germania
Come Hamilton a Silverstone, così Rosberg ad Hockenheim: i piloti Mercedes non si lasciano scappare la gloria del trionfo nel gran premio di casa. Dopo il ritiro patito Oltremanica, il tedesco si riprende alla grande con una vittoria che, sommata alla partenza nelle retrovie del compagno di squadra, fa aumentare il suo vantaggio in classifica a +14. Ma la domenica trionfale di Rosberg viene messa parzialmente in ombra dalla super rimonta messa in pista da Hamilton che, partito 20° dopo i problemi di ieri e la sostituzione del cambio, dà sfogo a tutta la sua voglia di rivincita e chiude salendo sul podio alle spalle di un ottimo Bottas.

In partenza Hamilton è l’unico, insieme a Raikkonen, a montare le coperture Soft. Al semaforo verde scatta bene Rosberg che mantiene la posizione e allunga, ottima anche la partenza di Hamilton, che recupera subito alcune posizioni, ma un incidente tra Massa e Magnussen, con il conseguente ingresso della Safety Car, congela la situazione. All’inizio del terzo giro la Safety Car rientra e la gara può ricominciare, con Rosberg che mantiene la testa della corsa e Hamilton che continua la sua rimonta a suon di sorpassi, iniziando dai due piloti della Lotus.

Nel corso del decimo giro inizia la lotta tra Hamilton e Ricciardo. L’inglese attacca, ma l’australiano con un controsorpasso riprende la sua posizione e in poche curve si sbarazza anche di Raikkonen, mentre il pilota della Mercedes si deve accodare. Per poco, però. Al 13° giro, infatti, arriva una gran manovra di Hamilton che, approfittando del tentativo di sorpasso di Raikkonen su Ricciardo, mette in pista un grandissimo doppio sorpasso al tornantino, in cui, riesce a superare entrambi i suoi avversari, ma in cui rimedia anche un contatto con il finlandese della Ferrari.

Al 16° giro Rosberg rientra per il suo primo pit stop: per lui gomme Soft e ritorno in pista ancora da leader. Quattro giri più tardi è il turno di Hamilton, che inizia ad avere segni di cedimento sulle sue coperture. Anche per lui gomme Soft e ritorno in pista in ottava posizione, a 37” dal leader. Il pilota della Mercedes inizia a scatenarsi, ma al 31° giro, durante un tentativo di sorpasso su Button al tornantino, i due arrivano al contatto e l’ala anteriore di Hamilton si danneggia. L’inglese si lamenta così, via radio, con il muretto: “Pensavo mi lasciasse passare perché è andato largo. Ho perso un po’ di carico sull’ala anteriore, possiamo fare qualcosa per non cambiarla?”

Nonostante il problema all’ala, Hamilton non molla e dopo poche curve riesce a liberarsi sia del connazionale, sia di Hulkenberg, guadagnando così la quinta posizione. Nessuno, invece, impensierisce Rosberg: il tedesco può girare senza timore di attacchi. Il più vicino, infatti, è Bottas a oltre 15 secondi, ma il leader della gara si lamenta per dei problemi con la gomma anteriore sinistra. Al 41° giro arriva per lui il momento di un altro pit stop che, però, non gli fa perdere la testa della corsa.

Intanto, dal muretto viene comunicato ad Hamilton che l’ala non verrà cambiata, ma si cercherà di compensare con dei cambiamenti nel set up. Nel corso del 43° giro arriva anche per lui il momento della seconda sosta. Con gomme SuperSoft appena montate, Hamilton ricomincia il suo show e recupera giro dopo giro importanti secondi che lo portano, al 48° giro, a sopravanzare Alonso conquistando così la terza posizione.

Al 49° giro Sutil è costretto ad abbandonare la sua monoposto sul rettilineo di partenza, ma la direzione gara decide di far spostare la monoposto senza far entrare la Safety Car: un’ottima notizia per Rosberg che mantiene così il vantaggio di oltre 17 secondi su Bottas. Nel frattempo Hamilton rientra un’altra volta ai box ed effettua il suo ultimo pit stop, montando un altro set di gomme SuperSoft per tentare il tutto per tutto nell’ultima parte della corsa. Dopo aver superato Alonso, l’inglese si mette all’inseguimento di Bottas, guadagnando circa un secondo e mezzo al giro e arrivando alle sue spalle quando mancano 7 giri. Dopo qualche tentativo, però, Hamilton capisce che la sua rimonta finisce qui: la Williams è troppo veloce nei rettilinei e le sue gomme hanno problemi di graining.

Rosberg conquista la settima vittoria in carriera, la prima in casa, dopo un gran premio corso praticamente in solitaria, con nessuno degli altri piloti in pista capace di impensierirlo. Bottas tiene duro fino alla fine e Hamilton si deve “accontentare” di un terzo posto, che rappresenta però un grandissimo risultato, maturato dopo una super rimonta che ha regalato grandi emozioni.

Incontenibile la gioia di Nico Rosberg che, prima di oggi, non aveva mai ottenuto un podio nel gran premio di casa e che ha riportato, dopo ben sessant’anni, la Mercedes a trionfare in Germania: “E’ veramente fantastico, vincere in casa, davanti ai tuoi tifosi, ti dà delle emozioni indescrivibili. Per me è un giorno davvero speciale. La macchina è stata perfetta, io ho spinto al massimo perché ero preoccupato dal passo gara mostrato dalle Williams” e si lascia andare, poi, ad un commento su quello che tutti definiscono il suo “periodo d’oro”: “Il matrimonio è stato sicuramente la cosa più bella, ma devo dire che anche tutto il resto è stato perfetto.”

Soddisfatto del risultato anche Lewis Hamilton che ha saputo raddrizzare alla grande un week end che, dopo ieri, sembrava già segnato: “Mi sono divertito molto. Ho fatto tutto quello che potevo anche se non è stato facile. Con Jenson ho sbagliato a giudicare, pensavo si stesse spostando, ma poi ha chiuso la traiettoria. Non era facile superare qui, per questo sono molto contento del risultato e dei punti che ho raccolto”.

28 Commenti

  • @salvolewis
    Ora io non mi ricordo quanti giri mancavano però..

    Rosberg ha cambiato le SS al 15esimo giro… e erano SS usate..

    Probabile che Mercedes abbia ragionato in questi termini: “se Nico ne ha fatti 15 con macchina carica e gomme usate per la qualifica, allora Lewis con gomme nuove, macchina scarica e stando almeno 2 giri dietro la SC, ne può fare un pò di più”

  • @salvolewis
    Ottima considerazione la tua.
    Non avremo mai una risposta certa.

    Io penso che Mercedes abbia fatto comunque la scelta giusta, la SC sembrava palese.
    Richiamare Lewis in anticipo e montare gomme SS, considerando almeno uno o due giri dietro la SC, avrebbe consentito a Lewis di arrivare tranquillamente in fondo con gomme relativamente fresche.

    Certo se avessero saputo che la SC non sarebbe entrata, avrebbero allungato il primo stint di SS e montato nuovamente SS oppure avrebbero montato le soft come dici te.

    • Probabilmente è come dici tu anche se comunque ero rimasto sorpreso dalla scelta fatta, al di la della SC, mi sembravano ovvie le soft dato che mancavano tipo 17 giri se non sbaglio (troppi per le ss)

  • un applauso per kappa ragazzi…se lo merita tutto per questo commento..finalmente sei arrivato!!
    ora pero ti stanno chiamando dal circo per lo spettacolo del pagliaccio magari torna dopo con il naso rosso 😉 bye bye

  • Mamma mia, i tifosi di Hamilton!
    Stanno tirando fuori ogni scusa per giustificare un bidone che non riesce ad arrivare secondo anche con un’astronave (anche un impedito ci sarebbe riuscito). Manca solo l’asteroide di Armageddon e stiamo a posto.
    C’è da capirli: è dura tifare per un pilota (chiamiamolo pilota) capace un mondiale solo grazie a Glock (chissà quanto avrà dovuto leccarglielo, altro che la Scherzinger) e di perderne svariati con una Mclaren spaziale.
    Per fortuna, alla Mercedes hanno capito la cavolata che hanno fatto e vogliono toglierselo di torno al più presto.
    E poi le facce e le smorfie sul podio: sembra un bambino a cui hanno tolto il giocattolo.
    Ma gioia mia, che cosa ci possiamo fare se Rosberg non ti fa passare?
    Mica può ritirarsi sempre come a Silverstone!
    Ma non disperare, forse hai una speranza di vincere il mondiale: basterà chiedere a uno dei tuoi tifosi su questo blog di immolarsi per te, facendosi centrare da Rosberg in pista, e vedrai, il mondiale sarà tuo. Darebbero anche la vita per te (e anche qualcos’altro).
    Già i tuoi tifosi… perché Glock ha già dato.

    • Trovati una ragazza e fatti una vita…..senti me esci un poco e divertiti, purtroppo è brutto essere frustrati dalla vita ma succede ma vedrai che con un pò di impegno da parte tua ti tirerai fuori da questa brutta situazione…..
      Ah un consiglio non fumare più che ti ha dato alla testa…..

      • Stai parlando per me o per te?
        Perché dai tuoi precedenti e grotteschi commenti (rapper tatuato, Dio in terra, oggi lo tifo, domani no)si evince qualche serio problemino cerebrale (non psicologico ma organico amico mio).
        Spero per te che Hamilton lo vinca questo mondiale perché non vorrei che facessi qualche gesto avventato. Mi auguro che ci sia qualcuno che si prenda cura di te, lo spero proprio.

    • Ma perchè non commenti più spesso nel blog ? Almeno ci facciamo due risate :)

      • Non c’è bisogno che commenti io. Per ridere bastano i tuoi commenti e quelli dei tuoi compagni di sventura.

      • Beh anche tu ci metti del tuo con le scemenze che spari 😉

  • E se hamilton avesse messo le soft invece delle ss all’ultimo pit? Lo avrebbe passato bottas? Per me si.. Comunque bellissima gara da parte di tutti. Kimi ormai è finito (lo dico con immenso dispiacere)

  • Se i sorpassi e tentativi di sorpasso fatti da Hamilton alla kamikaze su raikonen/ricciardo e button li avesse fatti uno a caso tra maldonado, perez, grosjean sarebbero stati etichettati come pazzi.. spero davvero che questo mondiale lo vinca Rosberg, se lo merita per gli atteggiamenti dentro e fuori dalla pista..

  • Grazie Nico che il mio gruzzoletto si sta facendo sempre più vicino…

  • Per il resto Lewis che si “pappa” Raikkonen e Ricciardo in un colpo solo non ha prezzo…

  • Bellissima gara,quest’ anno stiamo vedendo anche chi saranno i campioni del futuro…Daniel Ricciardo e Vatteri Bottas stanno dimostrando di avere molto talento

  • Contento per la rimonta di Lewis, una tigre come sempre !! Peccato per il problema avuto in qualifica, senza quello avremmo sicuramente visto una lotta senza esclusione di colpi tra i due della Mercedes e io non chiedo altro !! Speriamo di rifarci a SPA visto che in Ungheria chi parte in pole ha la vittoria in tasca !

  • grande nico fagli vedere a quel sopravvalutato chi è che comanda!

  • Solo un pensiero e poi chiudo, GRAZIE HAMILTON di regalarmi certe emozioni, anche oggi cuore in gola per i numerosi sorpassi/contatti ed emozioni a gogo.
    Buona serata.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!