Valtteri Bottas, è l’uomo del momento!

21 luglio 2014 14:57 Scritto da: Alessandro Bucci

Con i suoi tre podi consecutivi, Valtteri Bottas è il pilota che ha stupito maggiormente in questa metà stagione. Il finlandese numero 77 è sbocciato prepotentemente, aiutato da una FW36 decisamente più competitiva rispetto ai primi atti del Campionato. Ad Hockenheim, Bottas ha disputato ancora una volta un’ottima gara, dimostrando di essere un pilota in grado di ambire ad alti risultati.

Bottas Hockenheim 2014

In lotta con la Ferrari per il terzo posto nel Costruttori, la scuderia Williams Martini Racing potrebbe anche pensare di impensierire la Red Bull Racing nelle prossime gare. Sebbene i punti che dividono il team di Grove dalla scuderia di Milton Keynes siano attualmente 67, va tenuto conto che il numero 19 della Williams, Felipe Massa, non ha concluso le ultime due gare, perseguitato da una nuvola nera “fantozziana”. In seconda istanza, non vanno dimenticati i generosi punteggi attribuiti dal 2010: se fino al 2009 67 punti di svantaggio potevano apparire un’enormità, con i punteggi in vigore sembrano già un distacco non impossibile.

Al Gran Premio di Germania, a salire sul podio per il team di Grove, è stato ancora una volta Valtteri Bottas, ipoteticamente seconda guida del team, ma di fatto, attuale leader Williams. Non a caso definito da Claire Williams “la nostra Rock Star”, anche se di essa, il pacioccoso Valtteri sembra avere ben poco.
Fatto sta che il numero 77 ha dimostrato nelle ultime tre gare di poter fare la differenza, se supportato da una monoposto competitiva come la FW36. Il biondo finlandese ha tutte le carte in regola per ambire alla vittoria e non va dimenticato che, senza quell’errore nelle Q3 del Gran Premio d’Austria, molto probabilmente, la Pole (unica conquistata dalla Williams sino ad ora in stagione) sarebbe stata sua.

“Penso che oggi era il massimo risultato che potessimo fare” -ha commentato Bottas riferendosi al secondo posto colto ad Hockenheim nella giornata di ieri- “Abbiamo fatto tutto alla perfezione e siamo riusciti a tenere dietro Lewis, questo ci ha permesso di conquistare un po’ di punti extra, ma in futuro proveremo a puntare a qualcosa di più.”

Considerando le prestazioni della Williams nella stagione 2013 e i risultati ottenuti nelle prime gare del 2014, la ritrovata competitività del team di Grove ha galvanizzato Valtteri, esordiente lo scorso anno con la Williams: “Mi sento davvero fortunato ad essere parte di questo. L’anno scorso non avremmo nemmeno potuto pensare ai risultati che stiamo ottenendo ora, con tre podi di fila…questo è il pacchetto che abbiamo ed è stato frutto del nostro duro lavoro, quindi dobbiamo continuare a puntare sempre più in alto.”

Nel finale del Gran Premio di Germania, Bottas è riuscito a tenere dietro lo scatenato Lewis Hamilton, su gomme più fresce e performanti: “Sembrava praticamente certo che Hamilton mi avrebbe soffiato la seconda posizione, data la velocità che aveva la Mercedes negli ultimi giri con le nuove gomme super-soft, ma sono riuscito a mantenere la mia posizione su Lewis che inseguiva per la lotta al titolo. Per me è stato davvero molto importante ottenere sempre una buona uscita per i rettilinei in cui era possibile attivare il DRS, così come nella curva 1 e fuori dalle curve 2 e 3,  frenando sempre il più tardi possibile nel tornante finale. Comunicavo con la squadra e ho avuto tutto il supporto degli ingegneri per settare il motore nel modo giusto per difendermi”.