James Allison: “Stiamo lavorando su entrambi i progetti”

25 luglio 2014 07:57 Scritto da: Alessandro Bucci

James Allison, direttore tecnico della Scuderia Ferrari, parla del lavoro che la squadra sta svolgendo in questa fase dell’anno, facendo riferimenti anche al Gran Premio di Germania ed all’imminente gara ungherese. Il Cavallino Rampante vuole ripartire dopo la pausa estiva nelle condizioni migliori.

James allison

Reduce da un Gran Premio di Germania non esaltante, la Rossa di Maranello guarda al week-end di Budapest consapevole che non sarà affatto una passeggiata, anche se Kimi Raikkonen sembra essere abbastanza soddisfatto degli ultimi aggiornamenti apportati dalla Ferrari e spera di poter ben figurare dinanzi a tutti i finlandesi che, come di consueto, si recheranno a Budapest. In Ungheria, il grande caldo, metterà a dura prova non solo i piloti, ma anche i sistemi di raffreddamento della F14T, una sfida che sembra intrigare il direttore tecnico della Ferrari James Allison: “Di solito là fa sempre molto caldo e questo elemento è una sfida per i piloti ma anche per le vetture e i loro sistemi di raffreddamento. Il grande calore metterà alla prova in modo particolare il sistema di recupero dell’energia -ERS- perché il giro è breve e non esiste un vero e proprio rettilineo ma il quantitativo di energia che passerà attraverso le batterie sarà comunque notevole. La pista poi, è spesso molto sporca e polverosa all’inizio delle prove libere del venerdì ma evolve rapidamente man mano che la gomma si deposita sull’asfalto”.

In Germania le temperature sono state calde, quindi la Rossa di Maranello non troverà una situazione molto diversa all’Hungaroring in questi termini, ma la prerogativa per la Scuderia Ferrari è quella di portare entrambe le monoposto a punti al calare della bandiera a scacchi: “Ad Hockenheim è stato positivo essere riusciti a portare al traguardo Fernando un po’ più avanti rispetto a dove si era qualificato”, ha affermato Allison, cercando di evidenziare comunque gli aspetti positivi della corsa disputata ad Hockenheim.“La gara di domenica per noi è stata esaltante perché ci sono stati parecchi duelli ravvicinati, molti sorpassi e anche diverse situazioni che abbiamo dovuto gestire, come arrivare al traguardo tenendo sempre monitorato il consumo di carburante e gestire attentamente l’ERS, il tutto con un occhio sempre rivolto al cielo per la costante minaccia di pioggia. Domenica, tuttavia, c’è stata anche delusione, perché non siamo riusciti a portare Kimi in zona punti, anche per colpa dei danni subiti dalla sua ala anteriore nella prima parte della gara”.

“Da una settimana dopo il Gran Premio d’Ungheria non siamo più autorizzati a fare alcun lavoro in fabbrica”, ha ricordato l’ingegnere inglese, sancendo quella che è la fine della prima parte di stagione per i team: “Quindi cercheremo di fare quanto più è possibile in quella settimana in modo da essere pronti a rimetterci in moto non appena rientriamo e preparare al meglio il Gran Premio del Belgio”.

“Questo periodo dell’anno marca sempre il punto di passaggio dalla monoposto della stagione in corso a quella dell’anno successivo –  ha concluso James Allison – con risorse che in fabbrica passano dall’una all’altra vettura. Quindi questo è un momento in cui si lavora molto su entrambi i progetti, con parecchie energie che sono ancora dedicate a migliorare le performance sul giro della vettura 2014, ma anche un grande impegno che è già rivolto al progetto 2015”.

10 Commenti

  • se ripartono dopo le ferie come l’anno scorso,siamo più che spacciati!

  • lasciamo fare a loro…

  • Esaltante??? Per un 5° posto!?!?
    Ok il GP di Germania è stato carino e a tratti divertente, ma con questa mentalità non andiamo da nessuna parte!!!
    Non ho mai sentito un Todt, un Brown, un Dennis, un Newey o un Horner esaltarsi o dirsi soddisfatti per un 5° posto o per aver portato le vetture al traguardo…

    Serve davvero un cambio di marcia, e bello grosso pure!!!

  • Giuseppe.Ferrari

    Ma mica fanno festa perché gli va di fare festa? Tutte le squadre hanno una settimana di stop obbligatorio, lo dice la federazione, quindi loro non possono farci proprio niente -.-

    • Vorrei ricordare che gli anni passati, soprattutto il 2012, mentre gli uomini del cavallino tornavano dalle ferie, la Red Bull aveva sfornato un pacchetto di aggiornamenti tale da farle mettere un’ipoteca sul campionato, quindi se la Red Bull nelle pause estive può aggiornare Cosi tanto le monoposto non vedo perché la Ferrari non possa farlo.

      • si giuseppe ho espresso male..le feste è ovvio che sono quelle obbligatorie..il punto su cui parlavo era che la rb da anni ci ha fatto vedere che in estate fa grandi passi avanti..ovviamente questi passi non sono possibili se tutti fanno festa per i giorni indicati dalla FIA..sappiamo bene che succede in RB..il mio punto era fate le vostre vacanze ma trovate un metodo per non perder tempo..fate come la RB..

      • Quoto. Dicono che Newey anche quando è da qualche parte, se ha un’idea ci si mette subito al lavoro appena arrivato a casa

      • Giuseppe.Ferrari

        @Manto: e tu pensi davvero che in 1 settimana quelli della RB sfornavano aggiornamenti? Gli aggiornamenti richiedono mesi di sviluppo, e la RB probabilmente aveva un piano per sfornarli appena dopo la pausa estiva così da diventare imprendibile per tutta l’ultima parte di campionato. Non è certo in 1 settimana che si progettano aggiornamenti alle macchine!

        In ogni caso Alonso oggi ha messo in chiaro le cose: la Ferrari dedica poche ore al 2014 e la maggior parte del tempo al 2015.

  • Diceva il mio prof..non preparare 2 esami contemporaneamente..li fallirai entrambi..2 settimane e fai uno..altre due e fai l altro..poi vedrai che cosi in un mese avrai tolto 2 esami e non 0..in ferrari sono che dicono abbiamo due team x due vetture..puntualmente..poi una settimana dopo ungheria festa????avete fallito un progetto e fate festa??in rb usavano piu questo mese che altri…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!