Rob Smedley: “La Williams può puntare al secondo posto”

1 agosto 2014 12:15 Scritto da: Redazione

Per la Williams, la seconda parte di campionato inizierà con 84 punti di svantaggio dalla Red Bull. Rob Smedley, però, crede che sia un gap recuperabile.

Smedley Bottas Williams

La Williams Martini Racing può ancora lottare per il secondo posto in clasifica costruttori. Questo è il pensiero di Rob Smedley, non preoccupato dal divario di 84 punti che il team di Grove ha dalla Red Bull a poco più di metà campionato. La Williams è già in lotta con la Ferrari per la terza posizione e in Germania c’era stato addirittura il sorpasso. In Ungheria, la Rossa si è ripresa il podio virtuale, ma i 7 punti di gap sono praticamente un nulla.

“Con risorse limitate e tempi di sviluppo dettati delle regole vigenti, dobbiamo prendere delle decisioni su come agire per continuare lo sviluppo della vettura di quest’anno e quale forze riservare per il progetto 2015″, ha affermato Smedley. “Al momento, stiamo puntando molto sull’evoluzione della FW36, perché abbiamo ancora voglia di provare a conquistare il secondo posto nella classifica costruttori. Penso che sia un obiettivo alla nostra portata. Si tratta di una pianificazione che va di gara in gara, ma abbiamo anche un altro piano diversificato che riuscirà ad influenzare positivamente il nostro campionato”.

La squadra inglese si prepara, dunque, a tornare dalle ferie ancor più carica, in vista di due tappe che si preannunciano favorevoli alla FW36: Spa Francorchamps e Monza. “Se guardiamo i risultati delle ultime cinque gare, ne abbiamo avuta solo una dove le prestazioni sono state sotto la media. Adesso ne avremo due dove possiamo capitalizzare tutt oil nostro potenziale. Pensiamo che Spa e Monza siano adatti a noi e per questo motivo siamo chiamati a tirare fuori il meglio per metterci in una buona posizione”.

9 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!