Ricciardo, è nata una stella: “Magnifico battere Vettel”

11 agosto 2014 09:36 Scritto da: Redazione

Daniel Ricciardo si gode le vacanze e, a mente fredda, ammette che battere il proprio compagno di squadra è una sensazione “magnifica”.

Vettel e Ricciardo

Daniel Ricciardo è arrivato in Red Bull in punta di piedi e in pochi, all’inizio dell’anno, avrebbero scommesso che l’australiano avrebbe dato filo da torcere al quattro volte campione del mondo, Vettel. Sebastian, dopo quattro anni sulla cresta dell’onda, sta ora annaspando per restare a galla e non perdere – prima di tutto – il confronto con il compagno di squadra. Il venticinquenne di Perth, di origini italiane, aveva ben chiari gli obiettivi già all’inizio dell’anno, quando aveva dichiarato: “Voglio vedere se ho ciò che serve, se sono il migliore. E per farlo ho a disposizione il pilota migliore con il quale posso misurarmi”.

Oggi, Daniel si sta godendo le vacanze prima di tornare ad indossare tuta, guanti e casco e concentrarsi verso Spa Francorchamps. Il suo bottino di metà campionato è ottimo: 2 vittore conquistate (l’unico ad aver battuto le Mercedes), 131 punti in totale e ben 43 punti di vantaggio sul compagno di squadra Vettel. Intervistato dalla CNN, Ricciardo ha espresso tutta la sua soddisfazione per una prima di parte di campionato eccellente: “Non voglio mentire: poter battere Seb è magnifico. E’ un ottimo punto di riferimento per poter giudicare me stesso. Anche gli altri piloti lo sono, ma lui lo è un po’ di più. Aver fatto vedere una buona velocità sia in qualifica che in gara è stato incoraggiante. Dunque sì, mi sto divertendo molto”, ha affermato l’australiano.

Ricciardo ha anche commentato le voci che vedono il giovane Carlos Sainz Junior vicino alla Caterham, per un possibile debutto già quest’anno, al fine di fare esperienza utile al raggiungimento di un sedile da titolare nel 2015 in Toro Rosso. Praticamente lo stesso modus operandi che la Red Bull utilizzò per far arrivare Daniel nel Circus.

“Entrare in Formula 1 con un piccolo team mi ha aiutato in tanti modi. Intanto, mi ha permesso di essere in F1, a calmare i nervi senza essere proprio sotto la luce dei riflettori e mi ha dato anche modo di apprezzare più quello che avevo. Quando ho firmato per la Toro Rosso ero la persona più contenta del mondo, perché sapevo che avrei potuto lottare per i punti”. Un discorso che Ricciardo crede sia valido anche per altri, sia Sainz Jr che eventualmente per Bianchi: “Sono sicuro che questo succederà anche con altri piloti. Jules sta facendo bene in Marussia e di Sainz si sta già parlando. Esordire in HRT non mi ha danneggiato, mi ha aiutato a imparare nel modo giusto”, ha concluso.

17 Commenti

  • Be Ditino, se mi permetti è più difficile partire dietro e fare nelle rimonte che partire in pile e dominare con la vettura migliore….. Ricciardo ha dimostrato una gran grinta nei sorpassi pur rimanendo nella correttezza, commette pochissimi errori, non ha subito la pressione di avere un compagno ingombrante….. Pur credendo che vettel stia passando una stagione storta (come ho scritto nel post precedente) è innegabile che ricciardo si sia dimostrando un campione!

  • questo me lo salvo per il prossimo anno o magari per la seconda parte della stagione quando il sorriso smagliante dell’australiano si trasformerà in sorrisino-ridolino…

    un consiglio: prima di scrivere è nata una STELLA consiglierei di attendere un attimo e magari di vederlo partire in prima fila o in pole position e di dominare la gara come usano fare di solito le vere stelle dell’automobilismo…altrimenti si corre il rischio concreto di rimangiarsi quanto scritto in precedenza

    in fondo finora è stato molto fortunato e senza problemi tecnici, fortunato in canada e ancora di più in ungheria dove all’inizio su pista umida non riusciva nemmeno a tenere il passo di button…quello è il vero valore di ricciardo…

    comunque avremo modo di riparlarne ancora, la vita è lunga…

    buone vacanze

  • Vatti a rivedere qualche gara di Schumi in Benetton, su youtube ce ne sono di video e poi ne riparliamo! Poi che senza una super ferrari non avrebbe vinto 5 titoli consecutivi è ovvio, ma non credo che qualsiasi pilota fosse arrivato in Ferrari nel 96 avrebbe vinto tanto!
    Lo Schumacher seconda parte aveva comunque i suoi annetti alle spalle….

    Tornando in tema io faccio fatica a credere che davvero vettel sia un bidone, per me c’è un motivo per le sue prestazioni attuali, solo che non so quale sia, poi indubbiamente ricciardo sta dimostrando di essere un gran pilota, ma che vettel non abbia le capacità per giocarsela alla pari a me suona strano.
    Penso che un anno storto possa capitare, anche hamilton nel 2011 non aveva proprio brillato

  • Paolo avessi scritto na cosa giusta..

  • VETTEL E’ TALE E QUALE A SCHUMACHER ! Il chè non vuol dire essere imbattibile, anzi ……

    Solo che Schumacher non ha mai avuto compagni non solo all’altezza ma nemmeno trattati alla pari, a parte Rosberg che infatti l’ha umiliato.

    Schumacher che io ricordi con la Benetton non era assolutamente al livello di Senna e Prost.

  • Ditino se ci sei batti un colpo…..:))

  • RossoAdesivo

    Se ripenso alla stagione 2013 e poi guardo al presente viene davvero da farmi delle domande. L’ anno scorso Vettel ha vinto 9 gare di fila (se non sbaglio), durante l’ ultima stagione dell’ era V8 (quindi con valori di prestazioni teoricamente appiattiti tra tutti i team), dando 2 secondi a giro a tutte le altre monoposto e ( questo fa davvero scalpore) al suo compagno di squadra, il povero Webber! Con queste premesse, ammettendo che la sua macchina fosse regolare, Vettel sarebbe dovuto essere un talento sovraumano , un pilota capace di fare una differenza immensa rispetto al mezzo meccanico. Che cosa è successo adesso? Ok, non ci sono più gli scarichi soffianti, la sua Red Bull non ha più il V8 dell’ anno scorso…ma come è possibile che ne tocchi così tanto anche da Ricciardo? Cosa avrebbe fatto allora Ricciardo nel 2013 su Red Bull? 3 secondi a giro a tutto lo schieramento? mah…

  • E pensare che Ricciardo non era manco chissa chi sulla toro rosso dato che il suo ex team mate per me andava anche meglio..

  • Bravo Ricciardo. Forse chi osannava Vettel come il novello Schumacher aprirà gli occhi finalmente… perchè se Vettel fosse realmente al livello di Shummy allora Ricciardo dovrebbe essere un marziano….

    Vettel ha solo avuto la fortuna di trovarsi nella stessa situazione di Button sulla Brawn GP ma per 4 anni di seguito e nonostante il missile su cui correva ha pure rischiato di perdere per 2 volte.

  • Mi sto divertendo anche io 😀

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!