Andretti: “Se Hamilton vincerà il titolo, se lo sarà meritato”

14 agosto 2014 09:20 Scritto da: Alessandro Bucci

Mario Andretti ha espresso le sue considerazioni sul sito ufficiale della Formula 1 in merito alla stagione 2014 ed alla lotta interna tra i due piloti del team Mercedes. Vera e propria star del Motorsport, l’ex pilota Lotus sembra tifare un po’ per Lewis Hamilton, soprattutto per le sue recenti prove di carattere e per l’attitudine dimostrata in pista sin dagli esordi. Andretti è inoltre convinto che la Mercedes abbia gestito bene i due piloti lasciandoli liberi di duellare nel corso di questa stagione.

Mario Andretti

Mario Andretti è un personaggio che non abbisogna certo di presentazioni. Il pilota italiano, naturalizzato statunitense, si è sempre contraddistinto per sincerità e genuinità, esprimendo i propri pensieri senza nascondersi. Non ha fatto eccezione nella recente intervista rilasciata al sito ufficiale della Formula 1 dove, interrogato sull’argomento Mercedes, ha analizzato tutti i vari aspetti legati alla stagione 2014, campionato dominato letteralmente dai due piloti della casa con la stella a tre punte.

L’ex pilota della Ferrari, in seno al Cavallino Rampante dal 1971 al 1972 – con brevi apparizioni nel 1982 -, ha fatto un interessante paragone riguardo ai metodi gestionali del muretto, mettendo a confronto l’era di dominio 2000-2004 del binomio Ferrari-Schumacher con lo stradominio Mercedes 2014: “Avremmo potuto avere una situazione molto noiosa se fosse stato assegnato il ruolo di prima guida ad uno dei due piloti, un po’ come quando Michael Schumacher era alla Ferrari e tu sapevi già che avrebbe vinto lui. Ora invece la situazione è opposta e questa è una benedizione! E’ ancora presto nella stagione, ma il fatto che non siano stati impartiti reali ordini di scuderia, considerando che la Mercedes è in una posizione di lusso, significa che i due piloti sono stati in grado di rubarsi punti l’un l’altro ed è ancora probabile che uno di loro sarà il Campione del Mondo”.

Andretti si è detto convinto che Niki Lauda abbia gestito piuttosto bene la situazione all’interno del team Mercedes, permettendo lo svolgersi di una gara come quella del Bahrain, dove Lewis Hamilton e Nico Rosberg hanno dato vita a duelli d’altri tempi, regalando spettacolo nella notte desertica: “Tiro giù il cappello dinanzi a Niki Lauda per aver detto “no” agli ordini di scuderia. Questo è quello che ha mantenuto vivo l’interesse, a prescindere dal fatto che stanno dominando o meno. Abbiamo assistito a qualche gara epica tra i due piloti.”

“Ho la tendenza a tifare un po’ più per Lewis, soprattutto a causa della sfortuna a livello di affidabilità che ha avuto ultimamente. Si è trattato di guasti sulla sua macchina, eppure lui ha tenuto la testa alta e guardando le prestazioni che ha fatto…partendo dai box in Ungheria, è stato favoloso vederlo in azione!“, ha commentato un sincero Mario Andretti, schierandosi in qualche modo tra i tifosi di Lewis Hamilton che tendono ad amare i piloti vecchio stampo. “Come si fa a non tifare per lui? Non ha mai mollato, ha tenuto sempre un atteggiamento positivo, se si fosse fatto demoralizzare, sarebbe stato devastante per lui, ma ha mostrato un sacco di carattere in questa stagione e se vincerà il Campionato, se lo sarà davvero, davvero meritato molto”.

Andretti ha speso inoltre parole d’elogio nei confronti di Nico Rosberg, considerandolo un futuro degno Campione del Mondo: “Nico si è dimostrato un degno concorrente, un pilota molto solido. Sarebbe senz’altro un degno campione del Mondo anche lui, non c’è dubbio. E’ stato brillante nel mantenere la sua linea. Sia Nico che Lewis sono vincitori capaci. La Mercedes è molto fortunata ad avere due piloti come loro. Sarà molto interessante vedere come andrà la seconda metà di stagione, ma credo che sarà promettente, non c’è dubbio”.

5 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!