McLaren, Boullier: “Serviranno cambiamenti dolorosi”

16 agosto 2014 09:50 Scritto da: Davide Reinato

Eric Boullier, parlando della riorganizzazione della McLaren, ammette che ci saranno anche delle decisioni dolorose da prendere al fine di rifondare il team e aprire un nuovo ciclo per i prossimi anni.

mclaren-mp4-29

La riorganizzazione in casa McLaren passa per le mani del Team Principal ad interim – Jonathan Neale – e al Direttore Sportivo, Eric Boullier. Proprio il manager francese ha ammesso che, per far tornare in alto la McLaren, occorre fare una serie di scelte, anche “dolorose”.

Parlando con il magazine Autosport, Eric Boullier ha parlato del proprio lavoro all’interno dei diversi reparti del team, per fare in modo che siano in grado di dialogare più velocemente e più approfonditamente: “A Woking ci sono le stesse persone che hanno vinto molte gare nel Mondiale. Ora, si tratta di capire perché non riescono a lavorare insieme e non si raggiungono gli stessi obiettivi di prima. E’ tutta una questione di cultura e di riportare il giusto leader, il giusto management e di mettere al posto giusto tutti i processi”. Ma Boullier tende anche a ricordare: “Ci vorrà del tempo per tornare in alto e tutto ciò potrebbe comportare delle scelte dolorose. Vogliamo avere successo come nel passato e, di sicuro, non vogliamo partire da zero”.

Dopo il debutto positivo della Mp4-29 a Melbourne, con un doppio podio conquistato anche grazie all’esclusione della RB10 di Ricciardo, la McLaren è tornata in posizioni che storicamente non le competono. Ma Boullier vede il bicchiere mezzo pieno e afferma: “Abbiamo smesso di cadere in basso e, negli ultimi due mesi, ci siamo rimessi in marcia. Resta sempre complesso fermare una spirale negativa, ma a quanto pare ci siamo riusciti. Sappiamo che servirà del tempo per tornare in vetta, ma penso che per la fine dell’anno saremo al 95% e sarà pronta la fondazione della McLaren dei prossimi 10 anni”, ha concluso.

5 Commenti

  • Non credo che Boullier si riferisca ai piloti.
    I piloti c’entrano ben poco con la crisi di risultati della McLaren, infatti da Woking sono andati via nel corso degli ultimi 3 anni i principali protagonisti dei successi McLaren degli anni passati e purtroppo sono stati sostituiti da persone non all’altezza.
    Non è un caso che l’andamento della Mercedes nelle ultime stagioni sia stato opposto a quello della McLaren dalla quale sono fuoriusciti tecnici e progettisti che sono finiti proprio a Stoccarda.

    E’ molto difficile venire fuori da questa situazione e secondo me non bisogna fare l’errore di pensare che tutto ciò che è giovane sia buono.
    La rinascita della McLaren deve essere affidata a persone che abbiano una certa esperienza in F1 e che sappiano dare risultati nel brevissimo termine.
    Le lunghe scadenze in F1 non sono mai esistite e mai esisteranno perché è impensabile ragionare sui 5-10 anni quando il regolamento cambia addirittura a stagione in corso.

    Ovviamente un discorso del genere potrebbe andar bene per un team come Toro Rosso o Force India, ma la storia della McLaren impone a chiunque ci lavori dentro il risultato.
    Per un altro team forse essere passati da zero a due podi rispetto alla passata stagione, sarebbe stato un bel miglioramento e certamente la stagione sarebbe tutt’altro che fallimentare.
    Per un team come la McLaren una stagione con due, tre, quattro podi è sempre fallimentare e questo si ripercuote anche su quelli che lavorano nel team.

    Ergo serve gente che sappia gestire la pressione che mette il dover raggiungere ad ogni costo risultati di eccellenza e ovviamente questo non lo si può chiedere a ragazzi appena usciti dalle università inglesi, per quanto bravi possano essere.
    Bisogna fare incetta di tecnici e progettisti che abbiano alle spalle una carriera di successi, proprio come ha fatto la Mercedes negli ultimi anni.

  • Cosa disse a inizio anno in Lotus? Saltare i test non ci toglierà competitività? Povera McLaren

  • Ma è lo stesso che parlo ad inizio anno in Lotus

    :)

  • Federico a 200

    Tra le righe si legge…via button non arriva alonso.se si vuole creare un ciclo longevo largo ai giovani.Io vedo bottas in mclaren.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!