Pirelli, 2 secondi al giro il gap tra le due mescole a Spa

22 agosto 2014 18:47 Scritto da: Redazione

Basse temperature a Spa per il rientro della Formula 1 dopo la pausa estiva. Tante le opzioni di strategia con gli pneumatici Medium e Soft di Pirelli: probabili due soste durante la gara. La differenza tra le due mescole è di 2 secondi al giro.

nico-rosberg-mercedes

La stagione di Formula Uno riprende con il freddo di Spa-Francorchamps: una caratteristica tipica del leggendario circuito che sorge ai piedi delle Ardenne. Le temperature della pista sono arrivate appena ai 30 gradi centigradi nel pomeriggio, mentre quelle ambientali non hanno superato i 18 gradi.

Le due Mercedes sono state sempre avanti, in entrambe le sessioni, con Nico Rosberg più veloce al mattino con i P Zero White medium, e Lewis Hamilton più veloce nel pomeriggio, con i P Zero Yellow soft.

Questa combinazione di pneumatici è stata scelta per garantire differenti opzioni di strategia, ma le mescole dovranno essere gestite con attenzione per riuscire ad ottenere il massimo della velocità.

Con l’accento sulla strategia gomme, ottenere quanti più dati possibili dalle prove libere era una priorità oggi – soprattutto con l’ultima generazione di monoposto che dispongono di nuove power unit ibride, con ridotto carico aerodinamico.

La differenza di tempo sul giro tra le due mescole, intorno ai 1,8 – 2 secondi, sarà fondamentale per la strategia.

Le prove libere hanno seguito il consueto format: tutte le vetture hanno utilizzato solo la mescola media nella sessione del mattino. I piloti hanno provato la gomma morbida solo durante la sessione pomeridiana: hanno effettuato lunghi run su entrambe le mescole con diversi carichi di benzina, per valutare i relativi livelli di prestazione. Utilizzando queste informazioni, sarà possibile calcolare la strategia ottimale.

Tuttavia, non bisogna sottovalutare il tempo variabile, che è una delle caratteristiche di Spa: basse temperature sono previste per tutto il fine settimana, con possibilità di pioggia domani.

Paul Hembery: “E’ sempre un piacere essere a Spa, uno dei più bei circuiti di tutto il mondo. Quest’anno, con il carico aerodinamico ridotto, probabilmente è diventato ancora più spettacolare: le monoposto scivolano molto ed i piloti necessitano di tanto coraggio per prendere l’ Eau Rouge a tutta velocità.
Abbiamo avuto freddo oggi, e questo ovviamente ha un effetto sulle prestazioni delle gomme; queste temperature sembrano destinate a mantenersi per tutto il fine settimana, con probabile pioggia domani.
Nonostante il freddo, abbiamo visto molto poco graining. Dobbiamo analizzare tutti i dati con attenzione ma, da quello che abbiamo visto finora, le gomme si stanno comportando esattamente secondo le attese, e ci sono probabilità di vedere due pit stop in gara per la maggior parte dei piloti. “

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!