Rosberg in pole, Hamilton lamenta problemi ai freni

Rosberg festeggia la pole position e Hamilton lamenta un problema ad un freno sinistro che gli ha condizionato l’ultima parte delle qualifiche, dove non è riuscito ad attaccare il compagno di squadra.

vettel-rosberg-hamilton

Una prima fila tutta Mercedes al Gran Premio del Belgio. Nico Rosberg ha ottenuto la settima pole position della stagione, la quarta consecutiva, battendo il proprio compagno di squadra in una qualifica che non è stata affatto scontata.  Ben cinque volte la prima fila è stata monopolizzata dalle due Frecce d’Argento. E la pole di oggi è l’undicesima su dodici qualifiche disputate. Basterebbe solo questo a lasciar intendere che gara vedremo domani, anche se l’affidabilità e il meteo incerto potrebbero mescolare le carte.

“E’ fantastico partire dalla pole position qui a Spa”, ha dichiarato Nico Rosberg. “Non è mai facile qui, in queste condizioni, perché la pista è ancora più impegnativa. Grande prestazione in qualifica oggi, devo ringraziare il team per il grande lavoro e i miei ingegneri che mi hanno aiutato a trovare il giusto assetto. La vettura è andata migliorando fino alla fine, quindi sono felice e anche un po’ sorpreso di vedere le altre squadre così staccate. Detto questo, spero di avere una buona gara domani e avere una partenza pulita perché, come abbiamo visto a Budapest, è la domenica che conta per il campionato. Ma sono abbastanza fiducioso perché abbiamo una macchina fantastica. Non vedo l’ora di correre”, ha ammesso.

Lewis Hamilton ha ammesso di aver affrontato la qualifica con un po’ d’ansia e ha anche lamentato un problema ad un freno che gli ha condizionato la parte finale della sessione: “Ero un po’ nervoso, mi chiedevo se fossi riuscito ad avere una qualifica pulita dopo i problemi avuti nel corso degli ultimi week-end di gara. Ma è bello vedere che tutto il duro lavoro che il team ha fatto sta pagando adesso. Questo circuito è una grande sfida sul bagnato e probabilmente si tratta del più divertente anche in condizioni di asciutto. Questo è un circuito in cui è necessario avere il giusto feeling con i freni, ma purtroppo in Q3 a me è mancata. Ho avuto un freno un po’ più duro a sinistra e la macchina tirava da quel lato. E’ davvero difficile guidare in quelle condizioni. Ma non sono troppo deluso, però. La seconda posizione è sempre un buon posto da dove partire”, ha concluso.

17 Commenti

  1. cambia poco alla fine,su una cosa ha ragione hamilton,a spa partire secondo è quasi un vantaggio,a patto di rimanere in scia dopo la source.

    domani per me è la volta buona che si buttano fuori,sanno che si decide tutto o quasi al primo giro,uno prova il sorpasso a tutti i costi e l’altro non vuole farlo passare,chiunque dei due sia in testa dopo la prima curva.

      1. i problemi ai freni lì ha avuti anche Rosberg se è per questo…ma non li usa certo come scusa quando arriva dietro al compagno…

  2. Non riconoscere il valore degli avversari è avvilente! ogni volta che Rosberg arriva davanti a Hamilton è perchè Hamilton ha sbagliato qualcosa o ha avtuo un problema alla vettura oppure è stressato dalla fidanzata ecc ecc.. viceversa quando arriva davanti è perchè lui è un fenomeno e molto più forte di Rosberg.. bah

  3. a parità di macchina (quindi senza problemi per entrambi) hamilton a rosberg lo fà partire una mezzoretta prima…specialmente se piove….poi gli arriva cmq davanti.
    :):):)

  4. ”Ho avuto un freno un po’ più duro a sinistra e la macchina tirava da quel lato” di questi problemi ce ne sono a buttare in ogni sessione solo che non tutti ne parlano in tv..sarà piu o meno grave ma da come lo dice mi sembra piu una scusa che altro

  5. “Hamilton alle prese con un leggero malfunzionamento dei suoi freni con il disco sinistro che si è “vetrificato” (forse per un errore di procedura nel riscaldarli da parte di Lewis)”..

    L’hanno scritto in un altro sito e anche su Sky

  6. ho sempre sperato che non fossero i punteggi doppi dell’ultima gara a determinare il mondiale ma a questo punto non me ne frega più niente, se esiste una giustizia divina quel giorno hamilton vincerà il mondiale grazie ai punteggi doppi

    1. Vedrai Isac…..la Dea Bendata quel giorno ridarà a Lewis tutto il mal torto dell’intero 2014…..fossi in Gass sarei molto preoccupato da tutto questo c.lo avuto fin quì…..tutto si compensa e spero sia così ad ABU DHABI, con tanti saluti a Nico, Keke, Toto Wolff e Gass.
      Poi Lewis potrà salutare la compagnia e tornare in McLaren-Honda.

Lascia un commento