McLaren a punti con Button a Spa. Magnussen penalizzato

24 agosto 2014 18:44 Scritto da: Andrea Facchinetti

Gara positiva per la McLaren: Magnussen è sesto davanti al compagno Button di soli tre decimi, ma il danese è stato penalizzato e retrocesso al dodicesimo posto per l’eccessiva difesa nei confronti di Alonso.

Kevin Magnussen Belgio

Come in Ungheria, la Formula 1 regala un’altra gara emozionante: a differenza dell’ultimo GP, anche la McLaren è protagonista dello spettacolo con entrambi i piloti. Al termine dei quarantaquattro giri previsti, Magnussen passa sotto la bandiera a scacchi in sesta posizione staccando il compagno di squadra Button di soli tre decimi, in una corsa che ha visto una Mp4-29 riuscire a tener testa alla Ferrari di Alonso. Dopo la gara il danese della McLaren è stato retrocesso al dodicesimo posto per le sue manovre nel tentativo di difendersi dallo spagnolo della Ferrari.

Alla partenza Magnussen perde una posizione nei confronti di Vettel, ma l’harakiri dei piloti Mercedes consente al danese di riportarsi in settima posizione. La gara di Kevin ruota intorno alla settima posizione e al duello con Alonso: Magnussen riesce a tenersi alle spalle il ferrarista prima della seconda sosta, ma il ritmo dello spagnolo gli consente di riportarsi negli scarichi della Mp4-29 del danese nel finale. Magnussen – salito in quinta posizione per i pit stop altrui – si difende in tutti i modi dagli attacchi di Alonso, arrivando quasi al contatto con il ferrarista. Ad un giro dalla fine è però Vettel a rubargli la quinta posizione, difendedosi nelle ultime curve anche dal ritorno del compagno di squadra. La dura difesa del danese soprattutto con lo spagnolo della Ferrari è stata però ritenuta eccessiva dai commissari, che hanno inflitto venti secondi di penalità al pilota della McLaren che lo hanno fatto scivolate in dodicesima posizione.

Dopo la gara il danese ha così commentato la propria gara e la possibilità di essere penalizzato: “Oggi ho combattuto più che potevo, il mio sesto posto e il settimo di Jenson è un buon risultato per il team, soprattutto perchè abbiamo sorpassato la Force India nel mondiale Costruttori. I duelli con Alonso? Ho fatto del mio meglio, forse anche troppo, per poterlo tenere dietro, ma vedremo cosa diranno i commissari”.

Strategia diversa per Button rispetto al compagno di scuderia: il britannico decide di posticipare entrambe le soste in modo da ridurre l’utilizzo delle gomme a mescola più dura nel finale. Button si ritrova anche a condurre la corsa all’undicesimo giro, ma la vera posizione di Jenson è l’ottava. I ripetuti duelli tra il compagno di squadra e Alonso consentono a Button di avvicinarsi e far parte – insieme a Vettel – di un finale molto combattuto dove i quattro si rendono protagonisti di più duelli al limite. Button conclude la gara in settima posizione, arrivando a soli tre decimi dal compagno Magnussen, ma proprio la penalità del compagno di team fa salire Button al sesto posto.

Quando ho provato a passare Kevin ho perso terreno in curva otto e Fernando e Sebastian mi hanno superato, successivamente ho passato Alonso. È stata una bella battaglia, ci siamo anche toccati. il passo con gomme più morbide era buono, per questo abbiamo ritardato le soste. Era difficile fare più punti di così” ha così commentato la prestazione odierna il Campione del mondo 2009.

Grazie agli otto punti conquistati oggi, il team di Woking scavalca la Force India salendo così al quinto posto nel Campionato Cosruttori. La natura della pista ha nascosto parte dei problemi della Mp4-29, anche se la vettura inglese ha mostrato i suoi limiti soprattutto nel settore più guidato del tracciato belga: Monza potrebbe rappresentare un’altra occasione per raccogliere altri punti per mantenere la quinta posizione in classifica.

17 Commenti

  • Avete attaccato magnussen tutto l anno dicendo che spalancava la porta agli avversari … se fosse formula 1 vera non staremmo qui a discutere sulla penalità. Ma vi siete dimenticati che per superare schummy bisognava passargli di sopra?

    • Sottoscrivo ogni parola e aggiungo che non penalizzare Rosberg che rovina la gara ad Hamilton al secondo giro quando poi si penalizza Magnussen per una difesa dura ma senza contatti o sportellate è davvero un’aberrazione.
      Mi pare evidente che le decisioni dei commissari siano puramente arbitrarie e abbiano come unica costante un doppiopesismo imbarazzante.

      • I commissari prima di esprimere un giudizio seguono questo parametro.
        1-Si tratta di un giovane pilota?
        2-Guida una McLaren?
        3-Ha tamponato Massa?

    • Quotone!
      A me sinceramente ieri mi è piaciuto un sacco! Certo ha commesso una sbavatura al rettilineo del Kemmel ma ci può stare. Ha solo 22 anni.
      Poi un altra cosa mi rassicura.
      Kevin in una pista che conosce ormai bene come SPA ha dato lezioni di guida a tanti campioni del mondo.
      Questo qua appena matura non ci fa rimpiangere il fatto di non avere un campione del mondo affermato.

  • Caribbean Black

    E intanto come al solito la baracca la salva sempre button.

    Spero tanto che l’anno prossimo se uno dei 2 deve rimanere appiedato, questo sia Kevin che necessita di farsi le ossa con un team di rincalzo.

  • magnussen oggi meritava bandiera nera
    la sua manovra mi ha ricordato molto schumacher e barrichello nel 2010 in ungheria

  • ferrari_alonso

    Giustissimo. Qua ci poteva scappare la tragedia, una macchina persa a 300 all’ora con tutte quelle macchine nelle vicinanze è pericolosissimo. 20 secondi alla fine sono anche pochi, punti dalla patente.

  • Caribbean Black

    Giustissima la penalità comminatagli….non è questo il modo di difendersi e di mostrare carattere.

    Bisognerebbe essere leali e sportivi in pista, almeno tra colleghi perche di porcata ne fa già tante la federazione assieme alla direzione gara.

    Certo è che come l’ha presa Kevin oggi la penalità la meritavano di gran lunga Rosberg in primis e vette in seco do luogo.

    Kevin è stato già penalizzato più volte in questa stagione per contatti simili o identici…. Se la misura dovrebbe essere la stessa allora anche vette e Rosberg andavano penalizzati.

  • Il buon Jenson sta iniziando prenderle dal ragazzino!
    Appena matura Kevin lo bastonerà tranquillamente.
    In piste che conosce bene da sempre paga a JB. Certo che in queste circostanze JB può sembrare l’ancora della salvezza per la McLaren ma tanto è una stagione buttata al cesso.
    Hanno fatto bene a buttare Magnussen nella mischia perché non abbiamo nulla da perdere.
    Poi se al interno della McLaren ritengono il ragazzino quasi veloce come Hamilton non è che avranno torto.

  • forzaschumy

    È un po’ un peccato se lo lasciassero a piedi la prossima stagione

  • “Alla fine è sempre Button a salvare la baracca” (cit.Caribbean)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!