Vettel è il primo pilota di Formula 1 a guidare a Sochi

26 agosto 2014 09:44 Scritto da: Alessandro Marzorati

Il quattro volte campione del mondo di Formula 1 Sebatian Vettel, è diventato il primo pilota di Formula 1 a guidare nel nuovo autodromo russo di Sochi. Di seguito il filmato dell’evento e le impressioni del pilota tedesco, in attesa della gara inaugurale del 12 Ottobre.

Dopo il quinto posto nel Gran Premio del Belgio, Sebastian Vettel è partito verso la volta di Sochi per presenziare ad un evento organizzato dalla Infiniti. Il quattro volte campione del mondo, dopo aver visitato il paddock e le varie strutture, ha completato una serie di hot laps sul nuovo circuito russo in una Infiniti Q50 Hybrid, diventando così il primo pilota di Formula 1 a guidare a Sochi. Per completare l’evento, Vettel è stato raggiunto da David Coulthard, che a sua volta ha accompagnato vari ospiti VIP e gli addetti stampa.

Sebastian Vettel, in realtà, aveva già fatto visita al al circuito di Sochi. Il tedesco ha già visitato la struttura, sempre con un evento organizzato da Infiniti, nell’aprile del 2013 quando il circuito era ancora in costruzione. Commentando la sua esperienza di guida in Russia, Sebastian Vettel ha detto: “E’ molto bello tornare a Sochi e vedere le strutture completate, l’ultima volta che sono stato qua era solo un sito in costruzione. Aver completato dei giri  su questo circuito per la prima volta a bordo della Infiniti Q50 oggi, mi ha fatto apprezzare e incuriosire il layout del tracciato. E’ un buon mix di curve veloci e settori molto tecnici. Sarà fantastico guidarci con una vettura di Formula 1 e non vedo l’ora di ottobre.”

L’autodromo di Sochi, disegnato dal famoso architetto della Formula 1, Hermann Tilke, conta 18 curve attraverso 5.8 chilometri di asfalto. Ospiterà, il prossimo ttobre,  il round numero 16 del mondiale di Formula 1 2014.

11 Commenti

  • Io dico solo una cosa: il motorsport a 4 ruote di alto livello (soprattutto la F1), una volta era caratterizzato dal fatto che si corresse in circuiti spettacolari come Imola, Brands Hatch, Mugello, Zandvoort, Indianapolis e altri. Tutto questo quando la F1 era uno sport, oggi la F1 è un business mondiale è il risultato sono lay-out dei circuiti (e anche i paesi ospitanti) ridicoli basti pensare ad Abu Dhabi, Singapore, Valencia, Corea, Cina. Sicuramente questo di Sochi è 100 volte meglio di Abu Dhabi, Valencia, Singapore messi insieme però è 50 volte peggio di un circuito come il Mugello. La F1 è in caduta libera, nel 2016 in Azerbaijan, nel 2017 dove si corre per caso? In Turkmenistan? che schifo…

  • Alessandro HAMALORAI

    Il problema non è il circuito cittadino in sè, ma il saperlo progettare!!

    Un circuito cittadino anche se per ovvie ragioni deve seguire un certo perimetro stradale, questo non vuol dire che comunque il progettista non possa apportare modifiche tali da creare delle zone di sorpasso vere.

    Per avere sorpassi devono esserci delle staccate e dei tornanti (esempio: la prima curva della malesia, la prima curva di monza ecc ecc)
    Se si fanno delle curve con soli rettilinei kimoletrici intervallati da curve a 90* mi sà che è un pò difficile passare.

  • A me sembrate molto prevenuti. Sulla carta sembra un buon mix di rettilinei, curve veloci e curve lente….poi aspettiamo di vederci all’opera una F1. Trovate che Barcellona, dopo l’eliminazione delle curve prima del traguardo sia molto interessante? Trovate che Monaco sia tecnicamente interessante?…quanti circuiti, anche tradizionali sono oggi tecnicamente selettivi?

  • Mi è successa una cosa strana: non ho finito di guardare il video.

  • questi circuiti non sono adatti alle F1 moderne, tanto tanto alla Indy o alle ruote coperte … qua se vuoi passare devi dare sportellate, valencia ha chiuso perche’ era spettacolare per i piloti e in qualifica ma assurdo in gara.
    E’ anche vero che una volta i circuiti storici erano per lo più ricavati da strade esistenti ampliate chiuse e modificate all’occorrenza. Adesso nessuno si sognerebbe di dare il permesso di cotruire un circuito automobilistico all’interno di un parco pubblico come quello di Monza oppure come il vecchio Nurburgring o Spa … poi se fai disegnare i circuiti sempre allo stesso progettista con tutta la fantasia che possa avere … saranno comunque delle elaborazioni di altre realizzazioni.

  • Bhe però piuttosto che degli aereoporti come vie di fuga io preferisco i muretti… per lo meno se sbagli picchi e li ti fermi ..non che fai il giro del mondo e poi rientri in pista come nulla fosse…

  • Non è nato da zero, è stato ricavato all’interno del villaggio olimpico. L’unica differenza tra questo circuito e quello di valencia sta nel fatto che qui in russia pagano vagonate di soldi, valencia è ormai fallita come pista

  • Giuseppe.Ferrari

    Le ultime due curve sono identiche alle ultime due del circuito di Abu Dhabi… Cmq credo sia stato concepito corm un circuito estremamente simile a Valencia, quindi ecco spiegata la presenza di così tanti muretti. Fatto sta che effettivamente potevano risparmiarseli per coerenza almeno..

  • scusate qualcuno mi spiega perche abbiamo (hanno!) costruito un circuito da zero ed è pieno di muretti?? stiamo grattando il fondo!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!