Divorzio consensuale tra la McLaren e Whitmarsh

Il così detto periodo di “gardening leave” è terminato: Martin Whitmarsh, ex team principal McLaren, esce dalla scuderia dopo ventiquattro anni. La separazione tra le due parti è avvenuta in maniera consensuale.

Martin Whitmarsh

Il periodo di congedo – comunemente definito nell’ambiente come “gardening leave” – di Martin Whitmarsh con la McLaren è giunto finalmente al termine. Il dirigente britannico risultava ancora un dipendente del team di Woking, nonostante non ricoprisse un ruolo effettivo nella scuderia. Ron Dennis, nel mese di gennaio, aveva di fatto rivoluzionato il ruolo di “team boss” per la stagione 2014, assumendo come racing director Eric Boullier e affidando il ruolo ad intermim di Team Principal a Jonathan Neale.

Whitmarsh ha ricoperto il ruolo di team boss McLaren dal 2009 al 2013, senza conquistare titoli mondiali, ma andandoci vicino nel 2010. La passata stagione, poi, è stata piuttosto deludente e priva di qualsiasi gioia, con una MP4-28 scarsamente competitiva e mai a podio che non ha certo aiutato il dirigente britannico. Il cinquantaseienne ha ricoperto vari ruoli nel team di Woking nel corso della sua lunga carriera in McLaren, durata ben 24 anni: da capo delle operazioni ad amministratore delegato, oltre che Team Principal della squadra di Formula 1.

11 Commenti

  1. Lol che la mecca non disponga di budget faraonici è ormai qualche anno .
    O almeno è ciò che trapela ogni anno dal mercato sponsor e da molte delusioni per il team di wolking proprio in tal senso.
    Se la concorrenza offre di più e ti porta via piloti ed ingegneri non vedo in quale maniera o modo sia colpevole martin in tal senso.
    Il prossimo anno con honda arriveranno sicuramente anche molti soldi e purtroppo se ne prenderà merito quel verme di dennis.

  2. Certo schumifan per vincere i mondiali non devi essere una brava persona, devi anche saper buttar fuori volontariamente l’avversario, così come il tuo idolo alla guida della rossa. Ma perché dovete sempre attaccare inutilmente..perché?

  3. Il male della mecca nono è martin ma il fatto che negli ultimi anni si sono fatti soffiare tutti gli ingegneri migliori.
    Anzi martin mi è sempre sembrata una persona affabile e corretta a differenza di ron Dennis che è una persona viscida.
    Secondo me ha pagato ingiustamente lui la fuga di menti che probabilmente è da attribuire alla mancanza di soldi.
    Domenicali a sua differenza aveva più potere politico considerando che vestiva di rosso ingegneri e piloti di prima scelta.
    Domenicali infatti lo vedo meglio a gestire un agriturismo mentre a Martin gli auguro di trovare un altro posto dove potrebbe essere meglio apprezzato, anche in Ferrari perché no.

    1. Mi spiace ma è stato proprio lui a farsi sfuggire Tecnici e Piloti di primo piano.
      I soldi non mancavano di certo. Dennis gli aveva affidato un team completo e lui l’ha portato alla rovina, perché non è stato al altezza.

Lascia un commento