Verstappen debutterà già quest’anno, nelle Libere di Austin

27 agosto 2014 10:00 Scritto da: Alessandro Marzorati

Il team principal della Toro Rosso, Franz Tost,  ha affermato che il giovane olandese Max Verstappen debutterà in Formula 1 già sul finire di stagione.

max-verstappen

E’ Max Verstappen l’uomo del momento, il personaggio che più di tutti sta catalizzando l’attenzione dei media in questi ultimi scampoli d’estate. Dopo che è arrivato l’annuncio del suo ingaggio in Toro Rosso per il stagione 2015, il sedicenne olandese si appresta a entrare nella storia come il più giovane pilota di sempre correre un GP di Formula 1, scatenando molte polemiche e dubbi sulla sua età.  Il team principal della Toro Rosso, Franz Tost, non si dice affatto intimorito dal fattore età, ed è pronto ad accogliere Verstappen nella squadra, mettendo sul tavolo una grande scommessa.

E’ fantastico accogliere Max tra noi! Per quanto mi riguarda l’unica relazione importante che si deve instaurare è tra il pedale destro e il pilota. Questa è la cosa importante, non mi interessa l’età. Gira tutto intorno alla performance che il pilota riesce a portare. Certamente ci sarà più lavoro per la squadra, in quanto non è facile educare un giovane pilota. C’è da prendersi cura dell’allenamento fisico, mentale, la corretta dieta, il rapporto con il marketing e la stampa. Ma soprattutto il lavoro più importante: la comunicazione con la squadra e gli ingegneri.”

Il giovane talento olandese è già al lavoro per la fase di avvicinamento al debutto ufficiale. Il primo contatto con la STR9 potrebbe avvenire già sul finale della stagione, quando Verstappen affronterà le prime prove libere in Texas, in Brasile e ad Abu Dhabi.  “Max ha fatto una dimostrazione a Rotterdam, poi andrà a Faenza a conoscere la squadra e per fare il suo sedile. Vedrà la fabbrica e il simulatore. Gli faremo provare una vettura di tre anni fa, per fargli conoscere il feeling con una Formula 1. Riuscirà a prendere la superlicenza molto presto e speriamo arriverà a guidare nelle prove libere di Austin. Cercheremo di dargli più conoscenza possibile delle nuove vetture turbo, per arrivare così pronti ai test di fine stagione ad Abu Dhabi. Il periodo invernale sarà molto intenso per lui, così a Melbourne e per la stagione 2015 sarà  prontissimo.” 

Verstappen non teme l’impegno e si dice pronto al grande salto in Formula 1.

Mio padre (l’ex pilota di Formula 1 Jos Verstappen, ndr), mi ha sempre spinto nella giusta direzione e mi ha sempre fatto fare grandi salti. Dal kart alla F3 è stato un salto grandissimo, però sono riuscito ad adattarmi molto velocemente e senza problemi. Non vedo perché non dovrei riuscire ad adattarmi alla F1. Una volta che sei in una vettura da corsa, una vettura da corsa è una vettura da corsa, quindi sono pronto”, ha concluso.

 

7 Commenti

  • mimmo stigazzi

    Villeneuve sarà ancora più incazzato!

  • Bene. Sono contento per Max.

  • @Ryudoctor in riferimento alla parole di Tost, è vero ha menzionato l’allenamento mentale, ma l’importante non è dire le cose, ma come le dice. Stando alle sue parole ribadisce più che le cose importanti sono le prestazioni, il dialogo con la squadra e la relazione tra perale destro e pilota, quando parla dell’aspetto fisico e mentale dice che c’e bisogno di prendersene cura, non dice che è “importante”. Poi già il fatto che parli del allenamento mentale assieme al marketing e al rapporto con la stampa la dice lunga su cosa punta la red bull, bene o male l’importante purchè se ne parli, infatti dopo i dibattiti sul debutto di un 17enne in formula1, ora spingono per farlo esordire già quest’anno a 16anni nelle prove libere.

  • Per me se è bravo può cominciare anche subito. Rivera a 15 giocava in serie a io ne ho 35 e più della terza categoria non sono andato.meglio la meritocrazia che il business.

  • “Per quanto mi riguarda l’unica relazione importante che si deve instaurare è tra il pedale destro e il pilota” e il cervello dove lo lasciamo, a bersi una birra al box con i meccanici?

    • ”C’è da prendersi cura dell’allenamento fisico, mentale, la corretta dieta, il rapporto con il marketing e la stampa. Ma soprattutto il lavoro più importante: la comunicazione con la squadra e gli ingegneri.”..mamma mia l’italiano deve per forza trovare del negativo in tutto..allenamento mentale..oltre tutto il resto..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!