Ferrari in gran spolvero nelle PL2 a Monza

5 settembre 2014 19:15 Scritto da: Alessandro Bucci

Scuderia Ferrari promettente nel venerdì del Gran Premio d’Italia. Nel turno pomeridiano il team italiano ha realizzato la seconda fila virtuale, con Raikkonen terzo (a solo un decimo dal leader Rosberg) ed Alonso quarto. La F14T si è comportata bene anche nella simulazione del passo gara, su una pista nella quale in pochi avrebbero scommesso in un risultato soddisfacente.

GP ITALIA F1/2014

La F14T ha dato segnali incoraggianti nella prima giornata di prove libere a Monza, anche se occorre sempre cautela nell’analisi dei risultati del venerdì. Quello che è certo è che la Ferrari si è dimostrata competitiva soprattutto con il pieno di carburante e questo è un dato assolutamente da non sottovalutare. La Rossa si è trovata a suo agio con entrambe le mescole ed ha fatto un grande lavoro per raggiungere un buon livello di stabilità, lasciando ben sperare per la giornata di domenica.

Kimi Raikkonen continua il suo buon periodo e lo fa issando la sua Rossa in terza posizione nelle PL2, a poco più di un decimo dal Poleman provvisorio Rosberg. In mattinata il finlandese si era piazzato settimo, ad oltre un secondo e tre da Lewis Hamilton. Fernando Alonso ha chiuso la prima giornata di prove in quarta posizione, mentre in mattinata aveva preceduto il compagno in quarta posizione.

“Oggi è stata una giornata molto intensa, ma positiva, abbiamo sfruttato ogni minuto disponibile in entrambe le sessioni, riuscendo a provare tutto quello che avevamo in programma” ha affermato Kimi Raikkonen, piuttosto in palla nel turno pomeridiano: “Al mattino ci siamo concentrati sull’analisi di diverse configurazioni aerodinamiche alla ricerca della miglior livello di carico, mentre nel pomeriggio abbiamo optato per una soluzione intermedia che è sembrata essere la più performante con entrambe le mescole. La differenza tra Medium e Hard è più o meno quella che ci aspettavamo: il comportamento delle prime è buono, ma a livello di guidabilità non mi sono trovato male neanche con le dure”.

“Per diversi motivi quello di Monza è un venerdì un po’ più particolare degli altri, più sentito per la nostra squadra nel fine settimana della gara di casa” -ha dichiarato ‘Nando, decisamente convincente in questo primo atto del Gran Premio d’Italia- “Le caratteristiche del circuito lo rendono unico nel suo genere: qui si gira con poco carico aerodinamico, senti la vettura più veloce sui rettilinei, più leggera nelle curve e per questo motivo occorre provare diversi livelli di carico. In generale sono soddisfatto del lavoro fatto su set-up e gomme, e soprattutto per il tempo registrato con il carico di benzina che avevo a bordo. Sul finale temevamo di avere un problema, ma per fugare ogni sospetto siamo usciti per un altro giro e tutto sembrava essere tornato alla normalità. Adesso ci prepariamo per domani e speriamo di poter fare bene per i tanti ferraristi che già oggi erano a fare il tifo sugli spalti”.

L’ingegnere inglese della Ferrari Pat Fry è decisamente soddisfatto per aver completato il programma odierno senza intoppi: “Anche se in generale le vetture sono più scariche, quest’anno è più complicato del solito trovare l’assetto giusto e individuare quale sia il livello di carico adatto per affrontare curve veloci come la Ascari o la Parabolica. Per questo motivo, sia al mattino che al pomeriggio, abbiamo lavorato per migliorare la stabilità delle monoposto ed ora cercheremo di ottimizzare il pacchetto a nostra disposizione in base ai dati raccolti da entrambi i piloti. Fortunatamente oggi non si sono verificati imprevisti ed è stato importante riuscire a completare il programma anche per valutare le prestazioni degli pneumatici, la cui capacità di generare aderenza assume ancor più valore quando si gira con configurazioni aerodinamiche più scariche. Nel complesso siamo soddisfatti di questa giornata di lavoro, anche se sappiamo che ad attenderci è un fine settimana particolarmente impegnativo”.

8 Commenti

  • Al di la delle prestazioni, che beninteso sono state di tutto rispetto per la Ferrari, (considerando anche che Raikkonen ha bortito quello che doveva essere il suo giro veloce nel momemto in cui ha conquistato il record nel primo settore), quello che mi ha impressionato di più guardando il monitor dei tempi è stato il fatto che Raikkonen, dopo aver effettuato un giro veloce, al successivo, nel primo settore continuava a migliorarsi, indice che aveva ancora una piccola riserva di energia per l’ibrido, cosa che finora in Ferrari era solo una utopia.

  • Sentite per una volta come va va, ma Monza e la Ferrari sono proprio una bella accoppiata. 😉

    • 100.000 persone da tutta italia nonostante i prezzi dei biglietti…
      questa si chiama passione vera.
      forza ferrari

      • Mi hanno trovato un invito… anche se nella Ospitality McLaren e annessa tribuna (come sempre d’altronde)… non posso andarci tutto vestito di Rosso pero’… 😀
        Si vede poco e male, ma si mangia benone 😀
        Parto Domenica mattina all’alba!!!

      • In effetti non sarebbe una buona idea andarci vestito di rosso!
        beato te comunque…Goditela! :)

  • Domani sarà una qualifica serratissima prevedo i motorizzati mercedes favoriti, occhio alla Williams e alle Mc! Per la gara invece mi aspetto una Ferrari arrembante vedendo il passo gara, ma soprattutto le parole di Alonso mi fanno ben sperare… “in generale sono soddisfatto del lavoro fatto su set-up e gomme, e soprattutto per il tempo registrato con il carico di benzina che avevo a bordo”…occhio 😉 forza Ferrari!

  • al venerdì in mercedes preservano il motore, spero non lo facciano anche gli altri team motorizzati mercedes, altrimenti con distacchi così ridotti domani parleremo di un’ennesima prestazione ferrari deludente…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!