Piloti Mercedes favorevoli ai tagli radio imposti dalla FIA

18 settembre 2014 11:32 Scritto da: Alessandro Bucci

Hamilton e Rosberg hanno accolto favorevolmente la limitazione imposta dalla FIA ai team radio, recentemente estesa anche alle pit board, che entrerà in vigore a partire dal Gran Premio di Singapore. Il Campione del Mondo 2008 sostiene che sia un ritorno alla “vecchia scuola”, alludendo ai tempi del karting dove peraltro, i due piloti Mercedes erano già rivali. Anche Rosberg sostiene che questa novità potrà rendere le battaglie in pista ancora più avvincenti, dal momento che in alcune occasioni, secondo il tedesco, il muretto ha influenzato i duelli in pista tra i due contendenti al titolo.

Mercedes drivers F1

Il limite ai team radio imposto dalla FIA (recentemente esteso anche alle pit-board) a partire dal Gran Premio di Singapore sta facendo molto discutere gli addetti ai lavori e i tifosi, ma non sembra aver scandalizzato più di tanto i piloti iscritti al Mondiale. C’è chi maligna che le indicazioni ora proibite saranno comunque comunicate ai piloti dal muretto tramite messaggi in codice, chi invece vede già una Formula 1 che ammicca al passato, seppur con le dovute e numerose differenze del caso. La coppia di piloti della Mercedes AMG F1 si è detta convinta che questa novità potrà rendere le gare ancor più emozionanti, favorendo uno spettacolo migliore.

“Ricordo a quando correvamo nei kart, la cosa bella è che lì non si dispone di alcun dato, quindi nessuno poteva vedere dov’ero più veloce – ha dichiarato il numero 44 della Mercedes Lewis Hamilton, scendendo un po’ di più nei particolari – Forse si tratta di un piccolo passo in quella direzione, perché ora si dispone di così tanti dati e si può vedere tutto quello che faccio ed ogni mio trucco. Quando sei in pista sei sempre alla ricerca del perfetto equilibrio e a volte è difficile trovarlo, come ad esempio quanto stai andando veloce in ogni curva, non sei completamente a conoscenza se perdi tempo in alcuni punti mentre in altri no. E’ per motivi come questo che si chiede aiuto ai tecnici. Ma ora che i piloti devono fare da sè, questa cosa mi piace molto. Ai tempi del karting era così ed è bello tornare all'”old school”.

Rosberg ha posto l’accento soprattutto sulle battaglie avvenute in pista nel corso di questa stagione tra lui ed Hamilton, sostenendo che la squadra ne abbia influenzate alcune fornendo dati molto sensibili dal muretto: “Sta a noi fare in modo di arrivare alla fine della gara con il carburante. Tocca a noi fare in modo che stiamo combattendo individualmente con le nostre posizioni, Boost e cose del genere. Per esempio, c’è stata una gara nella prima parte della stagione in cui ero dietro Lewis e cercavo di superarlo, ma il suo team di ingegneri ha fatto un grande lavoro, perché ogni volta che andavo col boost, lui riceveva le comunicazioni e faceva le mie stesse cose. In questo modo eravamo sempre nelle stesse posizioni e non c’erano differenza. Potrebbe essere come in Bahrain o a Barcellona, o addirittura entrambi”.

3 Commenti

  • radio ed elettronica dovrebbero sparire da questa formula 1.hanno falsato lo spirito di questo sport al pari degli studi sull’aerodinamica, capaci solo di relegare le capacità dei piloti a semplici attuatori.

  • Occorre capire se vogliamo che la F1 del futuro sia un gioco di squadra (campionato cosrtuttore) o un campionato di persone.
    Se si vuol il primo una vittoria come dicono molti e’ da attribuirsi ad un Team di super professionisti dove si lavora per mesi alla costruzione e alla messa a punto di un mezzo meccanico/elettronico di strateghi che decidono in base ai dati del momento quale strategia usare, a piloti che conducono il mezzo.
    Se si vuole la seconda soluzione occorre fare qualche passo indietro e semplificare di molto le vetture attuali, in due modi 1. il piu semplice ma anche meno profittevole limitando qualsiasi congegno elettronico riducendo l’aerodinamica introducendo test liberi in pista eliminando l’uso dei simulatori. 2. aumentando il supporto elettronico in modo da semplificare i comandi e i dati a disposizione

  • Sono favorevole a questo cambiamento, tante volte i team per evitare lotte tra i proprio piloti potevano dare informazioni ad uno dei 2 per allontanarlo dall’altro, adesso diventa più difficile, o danno un ordine diretto ad uno dei 2 oppure si attaccano e lo spettacolo ne beneficia!

    Spero di vedere un finale di campionato infuocato tra le 2 Mercedes, l’unico motivo di interesse in questa stagione….. e che vinca il migliore! Inizialmente parteggiavo per Nico adesso invece non ho più preferenze, spero solo che la lotta continui fino all’ultimo gp!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!