Hamilton felice, ma cauto: “Forse è solo l’inizio”

24 settembre 2014 01:10 Scritto da: Alessandro Bucci

Lewis Hamilton predica calma dopo la vittoria ottenuta al Gran Premio di Singapore, che gli ha consentito di tornare in vetta alla classifica Piloti da dove mancava dal mese di maggio, agevolato anche dal ritiro del compagno ed avversario Nico Rosberg. L’anglocaraibico si dice molto contento del suo stato di forma che gli ha permesso di centrare Pole e vittorie negli ultimi due appuntamenti iridati, allontanando per un attimo il trend negativo che aveva colpito il numero 44 nel corso dell’estate.

Hamilton Singapore 2014

Con il successo ottenuto a Singapore, Lewis Hamilton ha raggiunto quota 29 vittorie in carriera, avvicinandosi sempre di più ad un “mostro sacro” della Formula 1 che risponde al nome di Nigel Mansell (31 successi per il “Leone d’Inghilterra” nella classifica ogni epoca). L’anglocaraibico ha raggiunto quota 7 vittorie nel 2014: un record, dal momento che al massimo Lewis aveva centrato cinque volte la vittoria nell’arco di un campionato (2008, stagione in cui conquistò il primo e unico titolo mondiale).

Il ritiro di Nico Rosberg al Gran Premio di Singapore ha permesso ad Hamilton una rimonta importante, consentendogli – grazie alla sua bella vittoria – di recuperare ben 25 lunghezze di svantaggio, prendendo la testa del Mondiale con tre punti di vantaggio sul numero 6 della Mercedes. “Forse è solamente l’inizio. Non bisogna pensare troppo ai momenti però, perchè possono volare via in un attimo”, ha affermato Lewis Hamilton, cercando di restare il più possibile con i piedi per terra. E lo fa con un paragone con il compagno di squadra: “Basta guardare Nico (Rosberg, ndr), ha avuto buoni risultati e questo gli ha dato un bello slancio, ma un ritiro cambia le cose. Non sappiamo quello che potrà accadere”.

L’obiettivo del numero 44 della Mercedes è ovviamente quello di ottenere il massimo da ogni Gran Premio, con la speranza di riuscire a mantenere il buon stato di forma messo in luce a Monza ed a Singapore: “Sono contento di essere tornato al massimo, ottenendo quelle Pole position e massimizzando il risultato ad ogni corsa. Voglio fare in modo che queste prossime cinque gare, se non dovessi fare più delle buone gare in carriera, saranno certamente le prossime cinque.”

La Mercedes W05 Hybrid si è dimostrata una vettura piuttosto inaffidabile nell’arco della stagione, ben cinque i ritiri complessivi per il team di Brackley, rispettivamente due per Rosberg e tre per Hamilton. Il fronte affidabilità giocherà senz’altro un ruolo importante nella corsa al titolo tra i due piloti del team teutonico, ma Lewis preferisce rimanere concentrato sulla rincorsa al compagno, anche se ora è in testa alla classifica: “Non voglio sedermi sugli allori e sentirmi sollevato. Tutto l’anno ho dovuto inseguire a causa dei punti persi per l’inaffidabilità, quindi non cambia granchè la situazione, voglio continuare ad inseguire. Sono andato a Singapore pensando di ottenere 7 punti di vantaggio su Rosberg, esattamente la differenza tra una vittoria ed un secondo posto. Ovviamente aver ottenuto 25 punti ha cambiato un po’ le cose, ma nella mia mente voglio concentrarmi su quei sette punti che intercorrono tra vittoria e secondo posto. Questa è la mentalità con cui ho intenzione di continuare”.

20 Commenti

  • Tra tutti vostri “autorevolissimi” commenti da “super espertoni” di formula 1 , dico solo che quando Nico avrà un altro DNF con zero punti , allora sì, che saranno alla pari.

  • ricordiamoci che i fenomeni che oggi parlano di complotti contro rosberg son gli stessi che due mesi fa per molto peggio successo ad hamilton prendevano per il culo gli hamiltoniani “fanatici” che azzardavano la tesi di rosberg favorito (per la cronaca io non ero tra quelli ma riporto giusto per la cronaca). Non avete proprio vergogna

    • ISAC, io ero di quelli che sostenevano (e ancora sostengo) che in mercedes e’ impensabile che complottino contro il loro pilota di punta, il pilota che hanno strapagato per averlo nel team cioe LEWIS HAMILTON. Oggi come ieri sostengo che Mercedes sia decisamente piu felice che il campione diventi il pilota per il quale hanno fatto il maggior investimento e non certo il pilota che gia avevano (ma che evidentemente sul quale non puntavano)cioe Rosberg..Quando si e’ ritirato Schumy se credevano in Rosberg gli avrebbero affiancato un buon pilota, che avrebbero pagato poco, e puntato su Nico..Se a questo aggiungiamo che quest’anno gli eventi hanno creato x Nico una situazione nella quale viene fischiato ovunque (in parte per colpa sua in parte per colpa delle dichiarazioni di Hamilton e del team post Spa)si fa presto a capire che MERCEDES voglia vincere con il pilota su cui hanno investito un sacco di soldi, che ha 10 volte il numero di tifosi rispetto il compagno e che dispone di un ritorno d’immagine (e tutto cio che ne consegne..) enormemente superiore. Secondo te i Wolf, o i Lauda come giustificherebbero con i vertici Mercedes e investitori l’enorme spesa per l’ingaggio di Lewis se il mondiale lo vincesse l’altro?? la F1 e’ business, i Team sono aziende e se fanno investimenti vogliono che abbiano un ritorno. Se Rosberg vincesse sarebbe come dire “ops abbiamo buttato al cesso “solo” un centinaio di milioni x prendere Lewis…”

      • sono talmente vogliosi di far vincere il mondiale ad hamilton che non più tardi di due mesi fa gli hanno imposto il più vergognoso ordine di scuderia dai tempi dell’alonso is faster than you, cioè ma rotfl

        quanto alla storia di rosberg shumacher hamilton, non ci vuole un genio per capire il perchè abbiano preso hamilton, hamilton era il miglior pilota sul mercato in quel momento, in quel momento la mercedes era una carretta, non si immaginavano che solo 2 anni dopo avrebbero avuto la monoposto più dominante degli ultimi anni. Con una macchina buona ottima era lecito pensare che hamilton avesse qualcosa in più di rosberg e che desse quindi più garanzie in ottica titolo, il discorso del prendere un pilota normale e puntare tutto su rosberg non aveva il minimo senso all’epoca.

  • Paolo89 da dove escono?? Da chi comanda in mercedes non hai letto i nomi.

  • Allora, io mi illudo nel credere che di complotti non ce né siano e che tutto vada per come deve andare. Ma se proprio dobbiamo fare citazioni importortanti, a inizio anno lo zio Bernie ha parlato chiaro, vince Rosberg.
    Godiamoci lo spettacolo e se dovranno cambiare qualche altra regola in corso spero si tratti di questa porcata dei doppi punti, se no speriamo non influisca più di tanto.

  • Di solito è vera questa massima:

    Il pilota più pagato è la 1° guida e la 1° guida deve vincere i mondiali.

    Chi è più pagato tra Rosberg ed Hamilton?

    Quindi…

    • Quindi nel 2008 Massa era più pagato di Raikkonen ?
      Quindi oggi fra Alonso e Raikkonen il più pagato è ? ….
      Fra Ricciardo e Vettel il leader è Vettel ?

      Si sono presi Hamilton forse come prima guida inizialmente, non è che magari quest’anno il loro vantaggio gli permette di scegliere senza correre rischi e quindi possono permettersi di privilegiare il tedesco senza pericolo ?

  • Wolf:”Lewis e’ una superstar” ;
    Lauda “Hamilton vale tutti e forse anche piu dei soldi che costa”.

    Con dichiarazioni del genere mi pare chiaro con chi si sono schierati.

    • E queste frasi da dove escono ?

      Rosberg ha perso la testa della classifica da soli 3 giorni e già c’è un complotto contro Rosberg ?

      Non è Rosberg quello che ha avuto più problemi, non è Rosberg quello che non ha ancora rinnovato, non è Rosberg il tedesco del team.

  • hamilton deve solo vincere, altrimenti può dire addio alla f1 ha vinto 1 mondiale x botta di culo, quest’anno problemini vari ed è li con rosberg
    hamilton ha tutto da perdere rosberg al limite sarà considerato il secondo pilota di lusso… certo la mercedes che voleva un team tt tedesco ha dato proprio una bastardata a rosberg, potevano mettergli un hulk al suo fianco

  • Non illudetevi, in Mercedes hanno già deciso. La farsa di Monza con il lungo pilotato e quella ancora più grottesca di Singapore con il volante impazzito, mentre Lauda e Totò sgignazzavano dalle risate, parlano chiaro: il mondiale lo deve vincere Calimero.
    Così, insieme alla foto di Glock sul comodino, potrà mettere anche il volante di Rosberg.
    Ti piace vincere facile, eh, Calimero?
    L’importante è che poi i tuoi tifosi non dicano che sei un campione… già il campione a tavolino.
    Bah!

  • L’unica cosa certa è che vincerà il migliore.

  • Con i doppi punti all’ultima nessuno è spacciato fino alla fine… 7*4=28, basta un ritiro nell’ultima e l’avversario pure arrivando secondo ne fa 36..

  • bè ne mancano 5, dire che Suzuka è decisiva mi pare esagerato, chi dei 2 perderà arriverà probabilmente 2°.

    Vincerà il titolo chi romperà di meno, ed Hamilton ha 1 motore in meno.

  • Beh adesso sono veramente alla pari psicologicamente almeno, visto che entrambe avranno il timore di un guasto tecnico più che del contatto in pista … entrambe sanno di avere la possibilità di vincere e entrambe sanno che Hamilton è il più veloce dei due in condizioni di parità … in giappone conta molto la qualifica, le stategie e il circuito e’ ben conosciuto da tutti perche’ e’ uno di quelli storici ma sorpassare non e’ facilissimo e poi c’e’ il tornantino e la chicane prima dei traguardo che hanno corsi e ricorsi storici, ma stavolta non e’ l’ultima del campionato … la russia e’ un incognita per tutti ma simile a singapore, gli stati uniti sono particolari, brasile e abu dhabi dovrebbero essere favorevoli a hamilton ma con il doppio dei p.ti all’ultima gare tutto e’ possibile .. .un po’ come quando c’erano gli scarti del peggior risultato

    • LP741 la tue osservazioni non lasciano spazio ai dubbi: 5 gp da correre e praticamente quasi tutti a favore di Lewis…Secondo me invece, non esistono a questi livelli circuiti piu o meno favorevoli a uno o all’altro: basti guardare ai risultati di quest’anno in confronto a quelli del 2013 dove Hamilton e Rosberg si sono scambiati i piazzamenti..Non ultimo Singapore dove l’anno passato sia in prova che in gara Nico era davanti, stesso dicasi per Barcellona ed altri. La differenza stara’ nelle qualifiche xche nel 90% dei casi chi parte davanti vince (e in questo e’ sicuramente avvantaggiato seppur di poco Lewis) ma soprattutto l’affidabilita..Sperando sempre che Mercedes non decida a priori di far vincere il pilota tra i 2 che ha senza ombra di dubbio un ritorno d’immagine superiore e viste le recenti dichiarazioni dei boss mercedes ( Wolf:”Lewis e’ una superstar” e Lauda “Hamilton vale tutti e forse piu i soldi che costa”)ho paura sia gia scritto…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!