Red Bull, giornata campale: “In gara, possiamo recuperare”

4 ottobre 2014 10:03 Scritto da: Stefano De Nicolò

Qualifica anonima per il team Red Bull in Giappone: Ricciardo partirà sesto affiancato ad Alonso, Vettel in leggera difficoltà, scatterà invece nono.

ricciardo-suzuka-2014

L’attenzione intorno al team Red Bull, quest’oggi, non è certamente legata alle performance delle vetture in qualifica. L’annuncio in mattinata che Sebastian Vettel abbandonerà il team l’anno prossimo e cederà il suo sedile al giovane e concreto Daniil Kvyat ha certamente catalizzato l’attenzione dei media e forse ha causato un leggero calo di concentrazione nel box. Certo non a Ricciardo che, ancora una volta, supera il compagno in qualifica e partirà in terza fila, subito dietro a Fernando Alonso. Vettel, in attesa di annunciare l’arrivo in Ferrari, becca 4 decimi dal compagno e scatterà dalla quinta fila subito davanti a Kimi Raikkonen.

Dopo le prove, Sebastian Vettel ha commentato: “Sappiamo che questa pista non è così favorevole per noi, come invece era Singapore, ma siamo li e in gara potremo recuperare”. Sulle inevitabili domande sul suo futuro ha invece aggiunto: “Sono giunto ad un punto della mia carriera in cui sento di voler cambiare ed affrontare nuove sfide”. Dopo sei anni di successi in Red Bull e 4 titoli mondiali consecutivi è del tutto legittimo che un pilota voglia cercare stimoli nuovi e l’idea di far tornare grande la Ferrari, la scuderia più blasonata di tutte, è sicuramente una sfida degna di un campione del suo calibro.

A tal proposito, cascano a pennello le dichiarazioni di Chris Horner, team principal Red Bull: “Conosco Seb molto bene, ci ha pensato a lungo ed è ovvio che una decisione così difficile non possa essere presa alla leggera e ne abbiamo parlato e discusso solo ieri sera; gli auguro il meglio per il futuro, ma siamo insieme dal 2009, e sarà strano averlo come avversario il prossimo anno. Naturalmente lui ha ancora un anno di contratto con noi, ma la Ferrari deve avergli fatto davvero un’ottima offerta, quindi non penso proprio che riusciremo a trattenerlo”.

Soddisfatto della qualifica invece Daniel Ricciardo, che dalla sesta posizione è convinto di poter dire la sua in gara: “Ho sacrificato leggermente l’assetto in previsione di una gara bagnata, e sono convinto che potremo giocarcela con Williams e Ferrari domani”. E riguardo all’addio del compagno di squadra ha aggiunto: “Sono molto felice dell’arrivo di Daniil, e auguro a Sebastian il meglio per la sua nuova avventura”.

2 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!