Suzuka, “solito” 5° posto in griglia per Alonso. 10° Raikkonen

4 ottobre 2014 10:14 Scritto da: Valentina Costa

Nelle qualifiche del Gp del Giappone, Fernando Alonso blinda la sua usuale terza fila, senza lasciarsi sfiorare dalle chiacchiere di mercato. Indietro Kimi Raikkonen, che lamenta una vettura poco stabile.

alonso ferrari qualifiche

Sono passate un po’ sottotraccia le qualifiche del Gp del Giappone. Tutta l’attenzione del sabato di Suzuka si è concentrata sulla bomba di mercato esplosa nella notte italiana: l’addio di Sebastian Vettel alla Red Bull e il suo probabile passaggio in rosso (spoiler generosamente concesso da Christian Horner, team principal RB), e le conseguenti speculazioni relative al futuro di Fernando Alonso.

Ma il Matador non si è fatto minimamente influenzare dalle chiacchiere di mercato: nelle qualifiche del Gp del Giappone ha tirato fuori il meglio possibile dalla F14T, arpionando la quinta posizione con il tempo di 1’33’’740, dietro le impossibili Mercedes e le velocissime Williams. L’asturiano, che ha pagato 1.2 secondi alla pole position di Rosberg, ha parlato di un ottimo feeling con la vettura. Sensazioni esattamente opposte per Kimi Raikkonen che, dopo i vari acciacchi accusati nelle libere e un cambio di Power Unit, ha patito otto decimi dal compagno di squadra (il suo tempo è di 1’34’’548), ritrovandosi fanalino di coda della Q3.

La differenza di prestazioni tra i piloti Ferrari è stata netta sin dal primo round delle qualifiche: mentre Alonso è riuscito a far segnare con le gomme a mescola Hard un tranquillo 1’34’’497, che gli ha garantito l’approdo in Q2 con il quinto tempo e un set di pneumatici a mescola Media in più per le fasi successive, Kimi Raikkonen è stato costretto a scendere in pista per un secondo run con gli pneumatici più morbidi. Si è migliorato poco: il suo 1’34’’984 gli è valso il settimo tempo della Q1.

Per Fernando Alonso è stato tranquillo anche il passaggio alla fase finale delle prove ufficiali: con due run su gomme medie l’asturiano ha confermato il quinto posto, con il tempo di 1’33’’675 (il miglior parziale della sua giornata). Assai meno semplice l’approdo in Q3 di Kimi Raikkonen: nel primo run i tempi del finlandese non sono stati esaltanti, ma Iceman ha trovato per il rotto della cuffia il nono tempo alla bandiera a scacchi, con il crono di 1’34’’771.

Negli ultimi dodici minuti per i ferraristi non sono arrivati particolari colpi di scena: Fernando Alonso ha continuato a braccare le due Williams, pur pagando mezzo secondo a Valtteri Bottas e non migliorando il tempo della Q2. Raikkonen ha migliorato il proprio parziale giornaliero di circa due decimi, ma non è andato oltre la quinta fila.

Il finlandese non è per nulla contento della propria vettura:Aver cambiato la Power Unit prima delle qualifiche non mi ha aiutato sicuramente”, ha affermato a caldo nel dopo qualifiche. “Ma per qualche motivo è la macchina che non gira. Quando c’è un inizio giro come questo, in cui la macchina non riesce a curvare, non è molto piacevole. Vedremo come andrà la gara: faremo del nostro meglio”.

Toni decisamente diversi quelli di Fernando Alonso: “Penso che è stato un weekend molto positivo fino ad adesso. Ho trovato una grande confidenza con la macchina sin dal primo giro delle prove libere”, ha spiegato l’asturiano. “Quinto è la solita posizione di sempre, mi qualifico sempre quinto ultimamente. Ma questo è un quinto posto diverso: mi sono veramente divertito, la vettura andava bene sul veloce, e ha dato 8 decimi all’altra Ferrari”.

E sul tormentone di giornata, il suo futuro dopo l’annuncio shock di Sebastian Vettel, Alonso ha risposto così:Ancora non ho decido del tutto il mio futuro. Non è cambiato nulla rispetto a giovedì. Ho un piano in testa da circa due, tre mesi. Sono in una posizione privilegiata, perché posso scegliere più o meno dove andare e il momento in cui andare. Ho guadagnato molto rispetto in tutti questi anni, soprattutto negli ultimi cinque in Ferrari, quindi, essendo una delle parti in causa nelle decisioni, forse alcuni dei movimenti che stiamo vedendo oggi sono un’implicazione di quello che sto decidendo di fare. Dunque aspettiamo un altro po’ e quando chiarirò completamente i miei ultimi dubbi, vi dirò dove andrò. E’ una situazione molto aperta. Ci sono molte possibilità. Voglio fare una cosa per molti mesi. Voglio vincere. Voglio essere Campione del Mondo. Voglio lavorare professionalmente come ho fatto per tutta la mia carriera. Ho bisogno di essere felice. Ho bisogno di molte cose e, se le mettiamo insieme, portano in una direzione. E quella direzione probabilmente ha mosso il mercato nel modo che stiamo vedendo adesso. Ma ancora non ho deciso”.

34 Commenti

  • Da quando “DIRE STUPIDAGGINI” significa criticare le scelte della ferrari o sottolineare l’ipocrisia ferrarista ?

    @contebaracca, il fortunato ad essere dietro la tastiera semmai sei tu, perchè faccia a faccia ti assicuro che con me non parleresti in questo modo.

  • Ferrarista77

    Alla fine doveva succedere come quando se ne ando’ Michael Schumacher. …ma gli anni passano per tutti. Cmq ormai i giochi sono fatti e vettel e’ comunque un pilota giovane. L’anno prossimo anche raikkonen lascerà e li’ che si decidera’ la Ferrari del futuro e il suo pilota…li ‘ bisognerà non sbagliare

  • l’umanita’ e’ strana..saranno in tanti a tifare Alonso anche quando andra’ via dalla Ferrari..un pilota forte quanto si vuole, ma discutibile,e sono generoso,in tutto il resto.
    e poi la “sua” Ferrari,perche’ Maranello gli ha dato le chiavi di casa fin da subito, non ha vinto un tubo.
    potete sbraitare, strapparvi i capelli e quant’altro.
    resta il fatto che il BINOMIO Vettel-Red Bull ha dominato il BINOMIO Alonso-Ferrari..colpa della macchina? o forse colpa della strutturazione della scuderia dominata dalla figura dello Spagnolo..che aveva voce, giova ricordarlo, anche sulle soste del compagno di scuderia(ultimo gp 2010 docet)..

    • hai ragione te.
      non si può sbraitare. perchè non è vero a prescindere ciò che dicono gli altri.

      bravo.
      alonso ha perso solo per colpa sua.

      • non “solo “per colpa sua..ma “anche” per colpa sua.qui siete in molti a dimenticarlo.
        ma sono opinioni queste.i numeri dicono 5 anni neanche un mondiale.

    • Non vedo annate andate male per colpa di Alonso sinceramente:
      Al primo anno Alonso non ha vinto il mondiale solo ed esclusivamente per la scuderia (toppando clamorosamente ad Abu Dhabi) – Macchina veloce ma meno della Red Bull
      Al secondo anno Red Bull e McLaren sopra tutti (soprattutto Red bull con scarichi affogati nel fondo). Alonso qua non c’entra nulla (f150 lenta).
      Terzo anno macchina di nuovo lenta lenta lenta.
      Quarto anno ferrari veloce. Alonso era primo al mondiale fino al famoso cambio gommme. Qua probabilmente Alonso, senza manfrinate, poteva vincere.
      Quest’anno Mercedes imbattibili.

      Alonso poteva avere vinto almeno un mondiale, se non era per mossa ai box ridicola o FIA che impone cambi gomme. Per me Alonso non ha colpe secondo me. Se non era per lui la Ferrari sarebbe arrivata esima negli anni passati (tranne l’anno scorso prima del cambio gomme). Forse se non spremeva cosi il potenziale, questa rivoluzione interna ferrari sarebbe iniziata anche prima.

      • scusa forse mi sono spiegato male..le colpe di Alonso nascono fuori dalla pista.le colpe della Ferrari son quelle riferibili al fatto di aver costituito una scuderia Alonsocentrica..
        faccio un esempio:puo’ darsi che con un altro pilota la Ferrari avrebbe potuto concepire un altro tipo di monoposto.E poi, anche se non ci sono test, ecc.ecc. in genere la Ferrari all’inizio non era cosi’ inferiore alla RB..lo diventava con l’andare della stagione..

      • “Al primo anno Alonso non ha vinto il mondiale solo ed esclusivamente per la scuderia (toppando clamorosamente ad Abu Dhabi) – Macchina veloce ma meno della Red Bull”
        è bastata questa frase per capire che sarebbe stato inutile proseguire nella lettura del commento…

      • Lungi da me dire che alonso non sia bravo è uno dei più forti non c’è dubbio è formidabile, dico solo che non si può vedere la cosa in modo cosí semplicistico, i meriti e demeriti si spartiscono… voglio dire che non credo affatto e sarebbe stupido pensarlo che tra Alonso e Raikkonen ci siano 8 decimi… come non credo che tra Massa e Alonso ci sia tutta questa differenza che abbiamo visto dopo l’ incidente… il compagno di squadra è il primo avversario si dice, ma poi ci sono tutti gli altri… Nessuno avrebbe ricordato Schumacher per aver battuto Irvine, Schumacher ha vinto 3 gare con un auto d’ epoca nel 96′ non è un paragone eh è un esempio per spiegare il concetto… Oppure Ricciardo poteva limitarsi a battere vettel ma non lo ha fatto…
        Il punto è che se vinci è merito tuo e della squadra se perdi e la colpa è tua e della squadra, non possiamo usare 2 pesi e due misure…

  • Myriam F2013

    Ahahah, vedo che qui tutti commentano il 5° posto di Alonso in griglia, che a Suzuka sembra oro colato !

    • eheheh in effetti anche nell’articolo sulle qualifiche stiamo divagando sul mercato.
      esattamente ciò che chiede la honda la ferrari (per entrare in borsa) e tutti gli altri (meno bernie): attirare l’attenzione su questi movimenti di piloti.

  • Fuori topic, anzi in topic pieno: ma fernando Alonso quanto e’ sgradevole che ad ogni prova o gara rimarchi i distacchi inflitti al compagno?? Anche oggi le prime tre parole sono state ” ho dato 8 decimi al compagno”..

    • no non ha mai fatto così…
      credo che stavolta sia chiaro che voglia rimarcarlo per fare capire alla ferrari (e a tutti) che non se ne va solo per sua volontà ma anche perchè la ferrari vuole pazienza e non ha la macchina bella pronta, e lui non può aspettare….

      credo che stavolta abbia rimarcato il distacco verso raikkonen per un solo motivo: far presente chi è che se ne sta andando e che la ferrari sta lasciando andar via…

      e poi sgradevole… mah… lo sport è questo, basta bei visini…
      ricordo che schumacher per vincere si è beccato una squalifica.
      sgradevole più la dichiarazione o una mossa antisportiva?
      è un circus…

      • per “Non ha mai fatto così” intendevo non che non abbia mai rimarcato il distacco, ma che non l’ha mai fatto in maniera così diretta e immediata. per questo è facile pensare che sia per far capire la situazione.

  • forza ferrari che con vettel ce la giochiamo con raikko 9-10 o 11 posto?? vai vai…

    forza Alo via in mercedes così frantumi tutto

    • guarda non ti dirò che hai ragione, perchè ne stai sparando di boiate altrove.
      però dico che con vettel bisogna andarci piano.
      anche raikkonen doveva finalmente far abbassare le orecchie ad alonso, fargli vedere chi era talentuoso e chi no.
      ma non è stato così..

      • ma chi sosteneva che Raikko dovesse spolverare Alonso,dimenticava che Massa era spesso piu’ veloce di Kimi..lo dicono i numeri..
        per me Alonso,Vettel,Hamilton,pari sono..vincono se la macchina non si rompe ed e’ veloce.
        Contento pero’ che ci siamo liberati dal dittatore di Oviedo che nulla ci ha fatto vincere nei 5 anni di piu’ o meno illuminata tirannia..

      • Scusami ma non ci credo, cioè secondo te, hamilton, Alonso e a questo punto anche Rosberg, Button e Barrichello andando per confronti, hanno mezzo secondo su tutti gli altri ??? io non lo credo… questo non è il vero valore di Kimi come non era il vero valore di massa dopo l’ incidente…

  • Leggendo le parole di Vettel, mi sembra scontato il suo approdo a Maranello.
    La situazione di Alonso è molto più complicata, perché, visto che la RB si è tirata fuori con Kvyat, di grandi alternative non ce ne sono: o McLaren o Mercedes.

    Ad ogni modo credo che Alonso potrà approdare in Mercedes solo nel caso in cui il mondiale lo vincesse Rosberg.
    Infatti tutti sappiamo che Hamilton difficilmente reggerebbe l’onta della sconfitta di quest’anno senza che si scateni un cataclisma.

    Quindi se il mondiale lo vincerà Nico e il mercato non sarà già chiuso, le porte della Mercedes potrebbero spalancarsi per Alonso.
    Viceversa se il mondiale lo vincerà Hamilton, l’unica soluzione per Alonso sarà la McLaren.

  • le parole sembrano metter confusione, ma mi pare impossibile una svolta mercedes…

    spesso le cose più semplici sono quelle vere.
    alonso mclaren vettel rb.

  • Horner ha detto che Vettel va in Ferrari,ma se invece fosse lui ad andare alla mecca?

  • contebaracca

    Se invece Alonso fa il colpaccio Mercedes allora molto facilmente riuscirà a tornare campione del mondo a brevissimo termine in tanto gli altri lavorano.

    • il problema è uno..anchio ho detto la mia su questo..cioè alonso lascia la ferrari per vincere veloce..e in mclaren dubito si vincerà veloce..però ragionandoci..hamilton anche se non vincesse il titolo avrà sempre la possibilità di farlo nel 2015..cioè questa mercedes dominerà al 100% almeno per un altro anno..inoltre secondo me se non vincerà ora..in mercedes stessa decideranno di farglielo vincere l’anno prossimo..boh molto complicato..

    • Ma io mi sono perso,perché Hamilton dovrebbe lasciare la Mercedes?
      Voglio dire,se anche non diventa campione nel 2014 ha comunque una vettura top.

  • contebaracca

    La Mclaren ce la di sicuro il potenziale non serve Alonso per saperlo.
    Honda è capace di grossi investimenti e se entra in f1 non lo fa di certo per fare il team materasso.
    Ma resta comunque una grande scomessa perché anche il progetto honda/Mclaren sarà un progetto a lungo termine e la carta d identità di Alo urla col passare degli anni .

  • Dalle ultime frasi dell’intervista di Alonso non mi sembra di scorgere grandi possibilità di arrivare in McLaren.
    Vuole vincere, vuole essere campione del mondo, vuole essere felice…
    Purtroppo la McLaren del 2015, al momento, non può garantirgli nessuna di queste cose.
    Ci sono troppe incognite sul progetto McLaren e non mi sembra che un pilota come Alonso, a 33 anni, possa essere attratto da una sfida ai limiti del proibitivo come è quella della McLaren-Honda per il prossimo anno.

    Certamente se poi davvero arrivasse a Woking, queste parole darebbero veramente una straordinaria iniezione di fiducia e ottimismo per i tifosi McLaren, perché mi sembra chiaro che Alonso deciderà con estrema cura e attenzione l’ultima destinazione importante della sua carriera.
    Se questa destinazione sarà la McLaren, vorrà dire che ci sono buone basi su cui costruire il futuro…

    • Io comunque non escluderei ribaltoni dell’ultimo minuto in casa Mercedes.
      Forse Alonso sta aspettando proprio questo: una rottura insanabile tra la Mercedes e uno dei suoi piloti.
      L’andamento incerto del mondiale non va a favore di questa soluzione perché molto probabilmente Nico e Lewis si giocheranno il titolo fino all’ultima corsa e a quel punto dell’anno sarebbe difficile immaginare un Top Driver che non abbia un contratto per il prossimo anno.

    • mercedes?se hamilton non vince potrebbe lasciare..horner ha piu volte detto di vettel ferrari..perciò prchè non potrebbe essere alonso->mercedes .. hamilton->mclaren?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!