Pirelli, zero degrado a Sochi. Strategia vincente ad 1 sosta

11 ottobre 2014 16:30 Scritto da: Redazione

Secondo i dati di Pirelli, la strategia ad una sola sosta sarà quella più veloce.

lewis-hamilton-mercedes

Lewis Hamilton, Mercedes, ha conquistato la pole position per il primo Gran Premio di Russia con gli pneumatici P Zero Yellow soft, scelti a Sochi insieme ai P Zero White medium. Il pilota inglese ha segnato un tempo di 1m38.513s usando la mescola morbida nella Q3, finendo davanti al suo compagno di squadra Nico Rosberg. Questa è la nona doppietta Mercedes, in qualifica, della stagione.

Il gap prestazionale tra le due mescole P Zero si è ridotto rispetto a ieri, passando da 1,5 a 1,2 secondi. Questa differenza aumenta la possibilità di strategie: considerato il basso livello di usura e degrado, alcuni Team potrebbero provare una sola sosta.

L’ipotesi di effettuare un solo pit stop si è rafforzata dopo la riduzione a 60km/h del limite di velocità sulla pit lane, per motivi di sicurezza. Questo limite allungherà il tempo di sosta a circa 24 secondi, per cui i Team cercheranno di ridurre il tempo speso nei pit stop.

Nessun team ha provato ad usare la sola mescola medium per la Q1; gli pneumatici soft hanno, quindi, dominato le qualifiche, disputatesi con un clima caldo e asciutto e con temperature ambientali di 25 gradi centigradi.

Hamilton ha completato un solo run in Q3, segnando un tempo di fatto meno veloce rispetto a quello che aveva fatto registrare nella Q2. Daniil Kvyat, Toro Rosso, ha ottenuto la sua miglior prestazione nelle qualifiche, e nel Gran Premio di casa partirà dalla quinta posizione in griglia.

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato: “Come avevamo previsto, il gap prestazionale tra le due mescole si è ridotto rispetto a ieri, ed il degrado è stato minimo. Probabilmente vedremo i piloti usare le loro gomme il più a lungo possibile adesso che il limite di velocità sulla pit lane è stato ridotto. C’è la possibilità concreta che molti optino per una sola sosta. Le monoposto più veloci potrebbero puntare sulle due soste, scegliendo una strategia sprint. In entrambi i casi, sarà una gara molto interessante e la strategia gomme giocherà un ruolo chiave”.

La previsione Pirelli:

Una strategia ad una sola sosta è teoricamente la più veloce per i 53 giri del Gran Premio di Russia, ora che il limite di velocità della pit lane è stato ridotto a 60 km/h. Tuttavia, questo dipenderà anche dalla velocità di ogni monoposto così come dalla posizione in pista.
La strategia ideale ad una sosta potrebbe essere: partire con le gomme soft, cambiare con le medium al 34º giro e completare così la gara. Una strategia opposta, ma altrettanto veloce, potrebbe essere questa: iniziare con le medium e poi montare le soft al 18º giro, anche se questa opzione probabilmente non verrà usata dai top 10 in griglia.
La strategia a due soste più veloce sarebbe partire con le gomme soft, montare un nuovo set di soft al 20º giro, infine, passare alle medium al 50º giro.

1 Commento

  • Se effettivamente ci sarà un divario di 1,2 secondi al giro tra le due mescole, mi sembra che non sia tanto scontato che la migliore strategia sia quella dell’unica sosta.
    Anche in assenza di safety car, secondo me sarebbe meglio fare due soste, puntando tutto sulla mescola più morbida, sempre che in gara si confermi il divario che c’era ieri.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!