Chilton sulla doppia trasferta: “Settimana terribile”

13 ottobre 2014 18:29 Scritto da: Alessandro Bucci

Gara sfortunata per il britannico Max Chilton a Sochi, costretto al ritiro dopo una decina di giri per un non ben precisato problema alla posteriore destra. Il numero 4 della Marussia è stato l’unico pilota del team a scendere in pista, dal momento che, per rispetto a Jules Bianchi, la scuderia russa ha optato per gareggiare con una sola monoposto dopo il tragico incidente occorso al francese nella domenica precedente.

Max Chilton Marussia GP Russia 2014

E’ stato difficile per tutto il circus gareggiare appena quattro giorni dopo il terribile incidente occorso a Jules Bianchi a Suzuka, in particolare lo è stato per il compagno di squadra del francese, Max Chilton, unico pilota Marussia a scendere in pista nel Gran Premio di Russia. Inizialmente la squadra anglo-russa aveva annunciato Alexander Rossi come sostituto di Bianchi, ma il team ha poi fatto dietrofront decidendo di lasciare la macchina di Jules parcheggiata ai box, in segno di rispetto per il numero 17.

Chilton è convinto che la Marussia debba riorganizzarsi dopo questa terribile settimana, mentre il direttore sportivo della Marussia, Graeme Lowdon, supporterà pienamente la famiglia dello sfortunato pilota di Nizza. Bianchi rimane in condizioni critiche, ma stabili, nell’ospedale di Yokkaichi, seguito da specialisti di fama mondiale.

“Dopo una settimana incredibilmente dura per tutto il team, avremmo meritato di più”, ha commentato uno sconsolato Max Chilton dopo la gara russa, terminata dopo una decina di giri per un problema alla posteriore destra. “Non è stata una giornata facile, tutti i ragazzi del team hanno dovuto scavare a fondo per essere in griglia di partenza. Quando siamo arrivati​​, naturalmente, è stato molto emozionante vedere tutto il supporto per Jules. Penso che la squadra, lo sport e tutti i tifosi lo avrebbero fatto sentire orgoglioso. Ora il team ha bisogno di tornare a casa per sostenere le proprie famiglie. Dobbiamo trovare la forza di riorganizzarci e di andare avanti, cosa certamente non facile in questo momento”.

Il team capitanato da John Booth farà ritorno in fabbrica questa settimana e Max Chilton sembra quasi temere quel momento: “Ora ci dirigiamo di nuovo alla fabbrica e il primo giorno non sarà affatto facile. Abbiamo un piano da rispettare per la prossima gara e per finire la stagione, sono sicuro che i ragazzi ce la faranno. La cosa più importante, per noi, è quella di offrire il massimo sostengo a Jules ed alla sua famiglia. Siamo costantemente in contatto con l’ospedale. Faremo tutto quello che possiamo”.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!