Marussia risponde alle accuse sull’incidente di Bianchi

15 ottobre 2014 11:44 Scritto da: Redazione

Dopo le accuse mosse da una parte della stampa alla Marussia, il team anglo-russo ha risposto duramente con un comunicato.

Jules Bianchi - Marussia

Jules Bianchi continua a lottare per la vita nel reparto di terapia intensiva del Mie General Hospital, dove è ricoverato da due settimane dopo il grave incidente occorso nel GP del Giappone. La Marussia, orfana del suo pilota di punta, si prepara ad affrontare la trasferta di Austin e si sta organizzando per schierare due monoposto, probabilmente proprio con lo statunitense Rossi ad affiancare Chilton.

Questa mattina, intanto, la Marussia ha rilasciato un comunicato stampa per rispondere duramente alle accuse mosse da Sport Bild, e poi rilanciate da alcuni media internazionali, circa l’incitamento del muretto box di non rallentare in vista della bandiera gialla e sfruttare l’occasione per non farsi raggiungere da Marcus Ericsson.

Accuse a cui, già ieri, non avevamo dato seguito perché decisamente dubbie e prive di fondamento, come lo stesso team anglo-russo ha sottolineato nella nota di questa mattina: “Il team Marussia è scioccato e irritato da  tali accuse. Proprio nel momento in cui il proprio pilota è in ospedale in condizioni critiche è stressante dover rispondere a questi rumors inaccurati sulle circostanze dell’incidente. Ma è inconfutabile e lo dimostrano i dati della telemetria, forniti alla FIA, che il pilota ha rallentato. Inoltre, una registrazione dell’intera comunicazione radio tra Jules e il team è stata consegnata alla Federazione e possiamo confermare che in nessun momento il team gli ha chiesto di andare più veloce o fatto un commento che suggerisse la necessità di farlo”.

21 Commenti

  • Personalmente non critico Bianchi, critico il fatto che in condizioni del genere nessuno rallenta.
    L’esito dell’incidente sarebbe stato diverso ad una velocità più bassa? Probabile. Come probabilmente sarebbe stato devastante anche senza la ruspa.
    Purtroppo in certe occasioni bisognerebbe analizzare i fatti per cercare punti di miglioramento.
    Sicuramente imporre di rallentare di più sarebbe una cosa giusta (specie per rispetto verso i commissari).
    Imporre la SC ad ogni intervento nelle vie di fuga di mezzi di soccorso? Un po’ esagerato ma si potrebbe fare. Molti penserebbero ad un modo per fare solo spettacolo. Probabilmente meglio imporre una velocità ridotta.
    In caso di condizioni “estreme” date la possibilità ai piloti di chiedere lo stop della corsa? Dovrebbe esistere già. In tempo alzavano la mano, oggi parlano alla radio direttamente con la direzione corsa. In questo caso però mi sembra che il solo massa abbia dichiarato di aver chiesto lo stop.
    Ripeto cercare colpevoli non serve. Capire le cause per limitare la possibilità che si ripetano casi del genere si

    • Incidente devastante anche senza la ruspa? Allora anche sutil in teoria avrebbe avuto un incidente devastante e sarebbe nelle condizioni di bianchi, ma ne è uscito illeso e viaggiava a una velocitá superiore.

  • contebaracca

    Quanti piloti esperti che scrivono in questo blog..
    Prima di parlare dovreste tenere a mente le parole di Sutil, era buio e non si vedevano i canali d acqua che si erano creati… eh si quella cagata di pista non ha neanche l asfalto drenante che nel 2014 lo si trova pure in autostrada.
    Quindi bianchi ha certamente staccato esattamente sopra un canale d acqua che solo 2 minuti prima avrebbe visto ma il buio arrivava in fretta .
    In condizioni del genere è già un azzardo non interrompere la gara figurarsi la sc dopo un incidente.
    Pioggia forte
    Buio
    Asfalto non drenante
    Vetture settate per l asciutto
    Pista con pendenza laterale quindi piena di trappole d acqua ( canali )
    Vorrei vedere i fenomeni che criticano bianchi cosa avrebbero fatto al suo posto… per piacere state zitti almeno finché il povero bianchi non se ne va in pace.

    • No ma invece rallentare a 200 km/h gli avrebbe sicuramente salvato la vita, come quando in strada sotto leggera pioggia fai una curva a 70 all’ora -.-

      • contebaracca

        Ma tanto sarebbe finita peggio se tamponava la sc … meno male che non è uscita!
        Poi hai presente quanto va forte la sc?

  • Speculazioni ed illazioni ci sono sempre. Resta il fatto che “il rallentamento” di Bianchi e di tutti gli altri piloti è stato ridicolo. Ripeto e confermo, per me l’accusa che si deve muovere alla fia non è quella di non aver fatto entrare la SC (oggettivamente non serviva, senza incidente di Bianchi in 2 min la via di fuga sarebbe stata libera, anzi volendo era già libera perché la traiettoria d’impatto è stata anomala) ma quella di non aver mai punito il comportamento dei piloti che con le bandiere gialle non rallentano se non di pochi km/h. L’abitudine è quella di non rallentare, uscire senza problemi di pista (tanto le vie di fuga sono in asfalto). A volte tenere più basse le asticelle dei limiti serve.

    • La safety car non sarebbe servita a pista asciutta.
      Ma a pista molto bagnata, con visibilità ridotta anche dal buio, con impossibilità di modificare l’assetto tra il sabato e la domenica, con mezzo pesante e commissari in pista ci deve essere, a maggior ragione se un pilota è appena uscito di pista in un certo punto, vuol dire a meno di aver avuto guasti meccanici, che in quel punto l’asfalto puo presentare anche uba minima imperfezione che però diventa fatale in caso di pista molto bagnata.
      Poi sul fatto che i piloti non rallentino più di tanto è vero, ma la FIA non impone un limite massimo da tenere, come accade invece nell’endurance.

      • Un conto è l’uscita di pista di Sutil, che doveva tirare, un conto quella di Bianchi che doveva essere pronto a fermarsi… se rallenti non si vola fuori anche se piove…

        E’ comunque assurda la risposta Marussia, giusto negare di aver incitato di ingnorare la bandiere gialle, ma affermare che è indiscutibile che Jules abbia rallentato, bhè dai…. mica siamo polli eh….

      • Pronto a fermarsi? Se un pilota si ferma in pista è più pericoloso di qualsiasi altra cosa.
        Comunque la telemetria ce l’hanno loro, sapranno loro quel che dicono, sia vero o falso.
        E comunque per una formula 1 rallentare cvuol dire andare minimo sui 170 all’ora e con un assetto non da bagnato si finisce fuori anche se piove

  • Dubito che ci capisci niente anche se ti ho postato l’articolo, a quanto pare non capisci neanche l’italiano, riesci a leggere un’accusa nel mio commento quando in realtà ho solo riportato una notizia senza affermare nulla.
    Ma discutere con te e come parlare al vento.

    • C’è poco da fare il professore, hai sempre dato la colpa a Bianchi anche quando tutti han smentito. Se neanche il blog ha riportato la notizia di ieri (c’è anche scritto nell’articolo qua sopra che non vi hanno dato peso ) vorrà dire che la Bild pur di fare soldi si inventa cose prive di alcun fondamento, e non sarebbe la prima volta

    • E quanto all’articolo neanche i siti inglesi l’han riportato, quindi la credibilità della cosa è praticamente sotto lo zero

  • Mi sà che stanno facendo pipì fuori dal vaso, che ci feceva l’ì un mezzo d irimozione senza Safety Car?????
    Punto.
    A questo devono rispondere, il resto, come diceva qualc’uno è noia!!!!

  • Qualcuno nella cerchia della fia che non e dato ancora sapere chi dice che ce una registrazione del genere.

    Bianchi did not slow down under yellow. On intercom marussia did push him to go fast for recovering on ericsson.

    • Tu è da quando c’è stato l’incidente che dai contro a bianchi e alla marussia.
      A parte il fatto che mi sembra un inglese totalmente senza senso la frase Che hai messo, ma poi marussia non avrebbe motivo di dire “la telemetria e le registrazioni mostrano il contrario” se sapesse davvero di essere nel torto, perché rischiano una causa che perderebbero facilmente.
      Ragionare prima di parlare

      • Manto la finisci la finisci di fare il professore.
        Ho solo riportato la notizia sai cosa me ne puo fregare a me?

        Tu che fai il professore quoi ce l’articolo.

        ht tp://sportbild.bild.de/formel-1/2014/formel-1/forderte-marussia-bianchi-zum-schnellfahren-auf-38133680.sport.html

  • Se io fossi nei panni del team principal della Marussia rimanderei queste str**ate al mittente con una bella denuncia per diffamazione alla bild con tanto di cifra a 6 zeri a titolo di risarcimento danni d’immagine, così gli passa la voglia a certa gente di sparare a 0 specialmente in una situazione tragica come questa.

    Un giornalismo così è davvero scadente ed è un’offesa all’intelligenza di chi questo mestiere cerca di farlo al meglio.

  • Sempre la Bild a mettere in giro le st****ate

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!