I piloti vogliono gomme da bagnato più sicure

16 ottobre 2014 17:38 Scritto da: Redazione

Sebastian Vettel guida il fronte dei piloti che vogliono un cambio di configurazione degli pneumatici da bagnato, in modo che possano essere utilizzate in maniera più sicura.

sebastian-vettel-pioggia-redbull

I piloti di Formula 1 hanno chiesto alla FIA di prendere in considerazione delle modifiche tecniche per gli pneumatici da bagnato, attualmente forniti da Pirelli. A guidare il fronte dei piloti che vogliono una nuova gomma da bagnato, alla luce di quanto successo a Jules Bianchi nel corso del Gran Premio del Giappone, è Sebastian Vettel.  Parlando con il magazine Autosport, Vettel ha dichiarato: “Sicuramente è qualcosa a cui abbiamo pensato, non solo dopo gli eventi del Giappone. Attualmente la Full Wet ha una finistra d’utilizzo molto stretta, mentre l’intermedia è più veloce. Non appena in pista c’è meno acqua, si tenta di mettere le intermedie perché sono nettamente più veloci, ma si prendono un sacco di rischi. Su questo dobbiamo lavorare”.

A fare eco al quattro volte campione del mondo è stato Lewis Hamilton: “Non è un segreto che queste non sono le migliori gomme da bagnato con cui abbia corso. Ricordo che, invece, le Bridgestone erano molto buone. Mentre le gomme slick sono state sempre migliorate, non ho notato lo stesso trattamento sulle specifiche da bagnato. Vogliamo una gomma che espella l’acqua e non ci costringa ad andare sulle intermedie quando c’è meno bagnato in pista, almeno non quando non è abbastanza sicuro per farlo”.

Le discussioni con Pirelli sono aperte. Il fornitore unico di pneumatici ha già migliorare la sua gomma da bagnato nel 2014, al fine di garantire un crossover decente in termini di prestazioni tra l’intermedia e la Full Wet. Il Direttore Motorsport di Pirelli – Paul Hembery – ammette che l’elemento chiave è capire il punto in cui la FIA potrebbe far uscire la safety car per le condizioni da bagnato, in modo da dettare quali condizioni dettare per la costruzione della gomma riconoscibile dalla striscia Blu.“Quello che sta diventando sempre più evidente è che oggi, anche se si gira con gomme Full Wet, tutto dura molto poco perché la gara viene sospesa per problemi di visibilità. Possiamo sempre migliorare, è nella natura della tecnologia, ma è necessario sapere che cosa si sta cercando di migliorare. In tutti i nostri gruppi di lavoro non abbiamo mai avuto commenti negativi sulle gomme da bagnato e questa è una novità per noi. Ma lo affronteremo insieme alla FIA per capire quale approccio diverso possiamo intraprendere per far qualcosa di nuovo”, ha concluso.

6 Commenti

  • contebaracca

    Sutil è stato l unico a uscire di pista… e subito dopo Bianchi e se bianchi non si faceva un danno fatale obbligando l uscita sc ne uscivano ancora quindi quello che dici non ha un gran senso.
    Gara totalmente bagnata si ma con la luce del giorno da Sutil in poi era buio ma l hai vista la gara?? Ma hai mai staccato in pista in vita tua? Dai implodi che è meglio.

  • La regola di imporre solo 2 mescole da bagnato, intermedia e full wet e’ stupida come chi l’ha ideata, quando si poteva ricordo che bridgestone portava intermedie, dure o morbide da bagnato e le monsoon, cosi’ non c’era paura di correre sul bagnato e non c’era gran bisogno della partenza dietro la safety, poi in compenso abbiamo 4 tipi di gomme da asciutto…cosi’ non si puo’ continuare, serve cambiare anche la regola del parco chiuso, perche’ anche quella di non poter modificare l’assetto tra una sessione e l’altra io non l’ho mai digerita, trovandola davvero stupida in una categoria come la F1

  • Le Pirelli de bagnato sono talmente buone che se in Brasile dovesse piovere si potrebbe assistere ad uno sciopero dei piloti, questa la voce che circola…….

  • Ma togliere il parco chiuso no? ci sono cosi tanto abituati che neanche lo notano piu i piloti…. se guidasse una macchina veramente assettata per il bagnato si che vedrebbero degli enormi cambiamenti, fermo restando che con l’incidente di Suzuka non c’entra nulla…

    • String Quartet

      Certo, non c’entra nulla. Infatti Sutil prima e Bianchi poi sono andati fuori pista per colpa delle scie chimiche

      • Sutil è stato l’unico, a corsa libera, uscito forte in una gara tutta bagnata, direi che uscire di pista quando piove è una cosa frequente o non hai mai visto gara bagnate?
        Bianchi è uscito perchè non ha rallentato in una zona neutralizzata… Tutto ha un limite, se vai in zona limite le probabilità che lo superi aumentano.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!