Incidente Bianchi, FIA chiede informazioni ai team

16 ottobre 2014 12:38 Scritto da: Alessandro Bucci

La FIA ha scritto ai team di Formula 1 chiedendo loro di fornire tutte le informazioni utili per l’indagine sull’incidente occorso a Jules Bianchi nel Gran Premio del Giappone. Continua l’inchiesta sull’incidente di Suzuka, mentre la Marussia smentisce seccamente le affermazioni riportate da Auto Bild nei giorni scorsi.

Jules Bianchi FIA Suzuka

L’Organo di Governo dello Sport ha formato un gruppo di esperti per continuare l’inchiesta sull’incidente occorso a Jules Bianchi a Suzuka. La relazione stilata dal direttore di gara Charlie Whiting, sarà passata al gruppo guidato da Peter Wright, presidente della commissione sicurezza della FIA.  La Federazione, tramite un portavoce ufficiale, ha confermato che questo passo è solamente il “calcio d’inizio” dello svolgimento del processo, annunciato dal presidente della FIA Jean Todt nel venerdì di Sochi.

Jean-Louis Valentin, segretario generale Motorsport della FIA, ha inviato un’email a tutti i team principal delle scuderie per avvisarli della formazione del nucleo di esperti. Stando a quanto riportato da Autosport, nel documento digitale si leggerebbe che il gruppo potrà contattare i team nelle settimane a venire, con lo scopo di raccogliere quante più informazioni possibili per poter concludere le indagini sul tragico incidente capitato al venticinquenne di Nizza. In particolare, ai team verrà chiesto di comunicare tutte le informazioni che possano aiutare a fare chiarezza sull’incidente.

Mentre la Marussia rimanda al mittente le accuse di Auto Bild, secondo le quali il team anglo-russo avrebbe delle responsabilità dirette nell’incidente, dal Giappone non sembrano provenire informazioni incoraggianti, anche se nulla di ufficiale è stato ancora diramato dalla scuderia di John Booth e dalla famiglia di Jules.

6 Commenti

  • Se non ci fosse stata la gru in quel punto non sarebbe successo niente. la Fia dovrebbe ragionare solo su questo.l’inchiesta é solo una farsa per parare qualche cul@.

  • Alessandro HAMALORAI

    Io non riesco a capire i motivi di questa farsa!

    Quali informazioni vuole la FIA da parte degli altri team?

    Poi alla luce del fatto che la FIA è in possesso dei video, sia del camera car di Bianchi e sia dei video a cirucito chiuso del circuito!!

    Il camera car di Bianchi ha visto il pilota sbandare e correggere subito col volante mandando l’auto fuori dritta (senza testacoda).

    Più chiaro di così!! E se vogliono altre info cè la telemetria della Marussia.

    Sembra che vogliano far sembrare l’incidente un qualcosa da colpevolizzare le squadre (magari puntando sul poco rallentamento con bandiere gialle) che non invece sulla sicurezza passiva che avrebbe dovuto garantire la federazione!!
    Eh no caro Charlie, stavolta non te la cavi così!!

    • Attento che adesso arrivano tutti i grandi piloti del “ma rallentando non sarebbe successo niente” e ti linciano

      • Ahahahaahahah
        Anche correndo dal divano non ci si fà nulla.

      • bah…io non capisco.

        I veri piloti dicono che è stato una casualità, si poteva correre e via dicendo.

        Poi ci sono i finti piloti, che dicono che la gara andava fermata, rallentata, spezzettata e via dicendo.

        Secondo te a chi bisogna dare retta? ai veri piloti o a chi sta a casa seduto?

        Non capisco questi commenti, scusa se sono franco, ritengo inutili.

      • Infatti io mi riferisco appunto agli utenti da casa che insistono col dire che bisognava rallentare e non succedeva niente.
        Addirittura uno nnell’altro post ha scritto che se anche non ci fosse stata la gru l’incidente sarebbe stato lo stesso così tragico.
        Tutti piloti da divano che pensano che una formula1 che rallenta va a 50 all’ora senza pensare che ne farà almeno il triplo di velocità.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!