Ricciardo: “Il 2014? Un anno oltre le aspettative”

17 ottobre 2014 09:21 Scritto da: Valentina Costa

Matricola Red Bull, Daniel Ricciardo ha cominciato il 2014 come apprendista del quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel. Ma questo status è durato molto poco. In un’intervista a Formula1.com, l’australiano fa un bilancio della sua stagione. E guarda al suo 2015 da prima guida a Milton Keynes…

Ricciardo Daniel 2014 2
Domanda: Daniel, qual è stata la prima cosa che hai pensato quando hai saputo che Sebastian lasciava a fine stagione e che sarai la prima guida Red Bull il prossimo anno?

Daniel Ricciardo: “Non ero molto sorpreso. Un paio di mesi fa non me lo sarei aspettato, ma più si andava avanti, più ho pensato che [Sebastian Vettel] avrebbe lasciato la squadra. Non sono stato troppo sorpreso quando è venuta fuori la notizia”.

D: Quando dici che in un certo senso te lo aspettavi, che indicazioni c’erano?

DR: “Beh, il weekend in Giappone – c’era un po’ più di tensione – non con Seb, ma in generale. Sentivo che qualcosa stava per accadere, che qualcosa sarebbe successa. Un paio di persone importanti tutte insieme in una sola volta – questo mi ha fatto pensare che stava per succedere qualcosa”.

D: Quello che è successo ti rende essenzialmente il numero uno in Red Bull, dopo appena un anno nel team..

DR: “..sulla carta, si. Ma devo nuovamente provare di esserlo in pista. Ovviamente ho messo da parte un po’ più di esperienza quest’anno e Daniil (Kvyat) arriverà in un nuovo team, ma non devo dare nulla per scontato. Vero, la gente si aspetta che io sia il leader del team, ma voglio ancora dimostrarlo in pista e finire davanti al mio nuovo compagno di squadra”.

D: Il 2014 deve essersi rivelato migliore di tutte le tue più rosee aspettative: tre gare vinte e tu come unico contendente Red Bull in lizza per il campionato. Tutto questo ha fatto bene al tuo ego?

DR: “Fa bene. Non mi monterò la testa! (ride) Serve più che altro per la fiducia. In questo senso, questa stagione ha fatto molto per me: il team ha creduto molto in me e in quello che posso fare, e questo ha rafforzato la nostra relazione. Si, quest’anno è andato oltre tutte le mie aspettative – è stato davvero bello. Me ne sono goduto ogni istante”.

D: Con l’approssimarsi del finale di stagione ad Abu Dhabi e dei suoi doppi punti, quanto di pesano i 18 punti persi in Australia per la squalifica? Matematicamente stai ancora lottando per il titolo…

DR: “Vedremo. Aver perso 18 punti mi ha molto deluso. Ma bisogna essere realisti: siamo ancora un po’ troppo lontani. Naturalmente io sto cercando di chiudere il gap in classifica [con i due piloti Mercedes, ndr] più che possibile, e se andiamo ad Abu Dhabi con soli 50 punti di scarto, con una possibilità matematica di vincere il titolo.. non sarebbe male per niente”.

D: Essere la sola speranza della Red Bull per il campionato piloti, cambierà qualcosa nella gerarchia del team?

DR: “Potrebbe. Di questa cosa dovrò parlare con Christian (Horner, Team Principal Red Bull) e con altre persone, dato che sin dall’inizio si è detto che fino a quando uno dei piloti non era matematicamente fuori dalla lotta al titolo, si sarebbe continuato a correre liberamente . Ma ora Seb è fuori dalla contesa. Ho anche detto sin dall’inizio che speravo di non dover contare sul suo aiuto, e non dico questo per essere arrogante, ma perché mi piacerebbe essere davanti e non avere bisogno di aiuti. Ma se fosse necessario, forse questa è una possibilità”.

D: E se dovessi avere bisogno di aiuto, sai di poter contare sul suo supporto?

DR: “Si. Se dovessero esserci degli ordini di scuderia, decisamente gli darei il beneficio del dubbio sul fatto che penserebbe al mio bene”.

D: Il tuo nuovo compagno sarà Daniil Kvyat, un pilota con appena un anno di esperienza in Formula 1. Saresti stato pronto dopo un rodaggio così breve ad andare in Red Bull, con tutte le aspettative e le pressioni che questo comporta?

DR: “È decisamente una grande sfida. Naturalmente posso dire che ero più preparato quest’anno, con due anni e mezzo di esperienza in Formula1, è naturale, ma se Red Bull fosse venuta a cercarmi dopo il mio primo anno e mi avesse detto: “Tocca a te”, io avrei sicuramente risposto: “Certo che sono pronto!”

D: Ma quel “pronto” sarebbe stato un buon proposito o un essere “pronto” per davvero?

DR: “Dipende da cosa intendi per “pronto”: a gestire la pressione, si. Pronto per i massimi risultati – forse ci sarebbe voluta qualche gara in più. Ma una proposta del genere è una di quelle che non si possono rifiutare”.

D: Guardando a questa stagione, quale momento ti ha reso più orgoglioso?

DR: “Difficile da dire, ma non posso negare che sia stato il Canada. La prima vittoria è la prima vittoria…”

D: Qual è stata la gara più difficile?

DR: “In Malesia. Venivamo dalla delusione di Melbourne, eravamo in quarta posizione e speravamo di portare a casa dei buoni punti, e in quel momento affrontare dei problemi seri all’ultimo pit stop e finire di nuovo con uno zero in classifica… è stata abbastanza dura”.

D: Ma da quel momento l’andamento della tua stagione ha cominciato a salire. Lo avresti immaginato allora?

DR:” Si, è salito abbastanza in fretta. Probabilmente non mi aspettavo che le cose sarebbero cambiate così in fretta – pensavo che ci sarebbe voluto più tempo”.

D: Nel tuo lato del garage Red Bull le cose sono andate generalmente più lisce rispetto al lato di Sebastian. I problemi dell’altro lato ti hanno sorpreso?

DR: “Un po’ sì. Ma, allo stesso tempo, non ci trovo nulla di strano. Talvolta non ci sono spiegazioni per quello che succede, eccetto la sfortuna. Tutto il team è fantastico, dunque non direi che i miei ragazzi sono migliori dei suoi. Lavorano tutti come una squadra”.

D: Sei conosciuto per il tuo sorriso e per il tuo incrollabile buon umore. Sarà così anche nel 2015, quando la pressione sarà tutta su di te?

DR: “Il sorriso sarà sempre lì! (ride) Mi piace quello che faccio e sono grato di poterlo fare, in particolare dopo gli eventi di Suzuka. Non puoi dare nulla per scontato qui”.

29 Commenti

  • contebaracca

    Tanto è inutile menarsela a caso dobbiamo attendere e vedere .
    E comunque la ferrari deve costruire un missile a prescindere in 2/3 anni .
    Sulla mercedes di ora vincerebbe anche mio nonno .

  • MotoreAsincronoTrifase

    Io credo semplicemente che la guida di ricciardo si adatta molto meglio ai motori turbo di quest’anno e quella di vettel meglio agli aspirati. Altrimenti non mi spiego come da un giorno all’altro vettel e’ diventato un brocco e ricciardo un campione. Per me con una macchina dell’anno scorso il gap tra i 2 sarebbe stato piu’ o meno lo stesso di prima.

    • Sono pienamente d’accordo. Molti utenti non fanno caso che con le restrizioni sull’aerodinamica di quest’ anno sono stati soprattutto i piloti che guidavano “sui binari” a rimetterci. E’ quindi ovvio che, riguardo al carico aerodinamico, Ricciardo l’anno scorso guidasse una macchina molto più simile a quella di quest’ anno che non Vettel, e per questo il cambio regolamentare è stato per lui molto meno traumatico che non per il 4 volte campione del mondo.

    • posso concordare ma un campione vero si adatta a qualunque modello di guida.

      se Vettel non si trova bene con le attuali F1 non cambieranno di certo queste ultime per far un favore a lui.

      • MotoreAsincronoTrifase

        in effetti molti altri campioni come hamilton o altri non hanno trovato difficolta’. Pero’ alcuni piu’ sensibili come raikkonen o vettel si. Il discorso era giusto per dare una motivazione.

  • Ed ecco che l odiato DITINO sta’ gia diventando il beniamino di chi l insultava fino 2 mesi fa.. Sta cosa della clausola tirata fuori ad hoc x GIUSTIFICARE un annata stradeludente di Seb.. Ma x favore, quest anno le ha prese di santa ragione e anche pesantemente: poi che sia x mancanza di stimoli, o x sfortuna o x altro non lo so, ma Vettel e’ stato disintegrato in pista e non “all interno del box” come alcuni vogliono sostenere.

  • Equazioni semplici in casa red bull, tutto marketing.
    Vettel 2013 = Ricciardo 2014
    Webber 2013 = Vettel 2014

  • Paolo però adesso non cominciamo coi soliti discorsi qualunquisti secondo cui i ferraristi sono tutti uguali.
    Io non so giustificando nulla, è già da parecchio (molto prima che si sapesse dell’arrivo in Ferrari) che dico che non credo che vettel stia un bidone ma che ci deve essere un motivo ma nello stesso tempo dico anche che è ovvio che vengano dubbi sul suo valore.
    Adesso che so che verrà in Ferrari continuo semplicemente a pensarla come prima…. ..

    • l’unico riferimento che abbiamo avuto su Vettel è stato Webber, che non aveva mai il KERS fra l’altro.

      LUI sì che era sabotato, non di certo il tedesco.

      Adesso ha cambiato compagno e per la prima volta vengono gestiti alla pari e il risultato è questo fino a prova contraria, male che vada lo eguaglia.

  • Vettel sfortunato con trattamento diverso ????

    Vettel = 2 ritiri
    Ricciardo = 1 ritiro + 1 squalifica ( uguale )

    Eppure Ricciardo è nettamente davanti a Vettel sia come num di vittorie, come pole, e come miglior posizione al traguardo.

    Il fatto che Vettel sia stato trattato diversamente poi fa ridere, dove sarebbero le prove ?
    A quanto vedo c’è difficoltà a giustificare il flop adesso che arriva in Ferrari.

    Sabotati sono altri, uno che ha sempre corso con un riferimento come Webber ……. non c’è da meravigliarsi se poi le prende dal primo gran pilota che passa per il suo team.

  • contebaracca

    Le mie sono solo ipotesi quindi lungi da me crederle reali a tutti i costi ma secondo me 15 milioni di euro per Mateschitz sono davvero noccioline e per sputtanare un po il traditore sempre secondo me non si farebbe molti scupoli a spenderli ( cioè a non incassarli).
    Poi è più facile che sia fantascienza la mia ipotesi , però molti avvenimenti di quest anno un po di pulce nell orecchio me l hanno messa.

  • Be ma semmai alla redbull conveniva che la penale la dovesse pagare, non il contrario

  • Secondo me invece la cosa è diversa: vettel voleva andare in ferrari, allora red bull per via di quella clausola che sarebbe potuto andarsene senza penali se non raggiugeva il terzo posto costruttori gli ha fatto capitare solo a lui i guasti
    Solo una supposizione eh

    • una supposizione che suppone carità. non gli hanno dato 20-25M di contratto nonostante 4 titoli mondiali, e poi lo fanno rompere perchè così se ne va in ferrari? vuoi che non andavano a prendere 10-15M dalla ferrari per pagare la penale di vettel?

      che ci guadagna la RB a rompersi e rimetterci soldi per nemmeno farsi pagare la penale?
      cioè spreco milioni di euro/dollari, in componenti rotte, così vettel non arriva terzo, se ne può andare, e non ci paga la penale? mi pare contorto.

    • Si certo però peccato che in tutte le gare in cui Ricciardo ha vinto anche Vettel era in pista.
      Questo come si spiega?

  • Tutto si puo dire sulla rb ma non che non siano meritocratici

  • Che Ricciardo fosse più lento di Vergne non vuol dire che non possa essere “esploso” una volta giunto in RedBull.

    Credo che sia da considerare un top driver perchè non è da tutti arrivare in un Top Team con un compagno che ha appena vinto 4 titoli e non subirne minimamente la pressione, correre tutta la stagione commettendo pochissimi errori, riuscendo ad essere sempre efficace in gara sia come sorpassi che come gestione gara.

    Ciò non toglie che aspetterei un altro anno prima di dire che Vettel è un bidone, un anno storto ci può stare, inoltre anche a me il dubbio che possa esserci stata una differenza di trattamento tra i 2 perchè in realtà sapevano già da tempo che Vettel sarebbe andato via mi è sorto: Vettel quest’anno sembrava il Webber degli anni scorsi, capitano tutte a lui, solo la sua vettura ha problemi di affidabilità…… inoltre anche l’atteggiamento super rilassato di Vettel dopo ogni sconfitta, mai una polemica, mai cercare una scusa, mi fa pensare che lui sia assolutamente sicuro di se stesso e fosse già conscio di passare in Ferrari…

  • contebaracca

    Anche secondo me Vettel quest anno caso strano l ultimo di red bull ha avuto un trattamento diverso.
    Troppe rotture e guasti anche al venerdì, non dimenticate le bassezze di qui è capace la Red Bull.
    Quando Webber osava ribellarsi magicamente rompeva due o tre gare di seguito e a quei tempi si giocavano pure il mondiale costruttori…
    Anche perché altrimenti i conti non tornano. .
    Allora Vettel certamente e senza ombra di dubbio più veloce di Webber , Ricciardo in Toro Rosso più lento di Vergne ..
    La Red Bull sembra voler appiedare Vergne.
    Se Ricciardo è il nuovo fenomeno della f1 Vergne cosa è?
    Possibile che con tutti i miliardi che ha speso Redbull per selezionare Vettel hanno trovato un pilota mediocre?
    Vettel in toro Rosso sotto l acqua vinse addirittura un gran premio mentre Ricciardo in toro rosso cosa ha vinto? Perché Toro Rosso con dei fenomeni addirittura superiori al vecchio pupillo tra le mani ne abbandona uno per tentare con un diciassettenne?
    Allora che Vettel sia il migliore considerando il siluro che ha avuto lo deve ancora dimostrare alla grande ma che ora lo si voglia fare passare come un brocco qualsiasi mi sembra il classico dispettuccio da parte del despota Mateschitz.
    Comunque solo il tempo ci farà capire ora si può solo ipotozzare ma io della Red Bull non mi fido da anni.

    • tutto o quasi condivisible, ma parli come se ricciardo andava peggio di vergne e quindi vettel è stato solo sabotato.
      ricciardo ha vinto 3 gare comunque. non è che le sue prestazioni se l’è inventate…
      vettel sarà stato sabotato e rotto di proposito, ma non è che è una prova il fatto che andasse peggio di vergne…

      insomma dire che magari vettel senza sabotaggi poteva vincere le 3 gare di ricciardo, ok forse ci sta (non credo ai sabotaggi ma ok). ma le 3 gare vinte da ricciardo…. stanno lì!

    • che poi ricciardo ha fatto peggio di vergne solo nel 2012, all’esordio di vergne…
      l’anno scorso faceva spesso e volentieri meglio di JEV

      non significa nulla quindi… e finora la lungimiranza della RB ha avuto la meglio. Anche Vettel ne è la dimostrazione.

  • Ricciardo è stato un grande quest’anno e non ho dubbi che nei prossimi anni se avrà a disposizione una Red Bull competitiva farà dei GP stupendi, anche se nessuno mi leva dalla testa che Vettel quest’anno non sia stato più trattato dalla Red Bull come in passato, il suo passaggio in Ferrari si sapeva già da tempo, se ci vogliono far credere che è successo tutto in Giappone evidentemente ci hanno preso tutti per allocchi!!!

    Alonso dopo le prime gare deludenti non ce l’ha fatta più e ha deciso di andarsene, da lì è saltato tutto, da Domenicali a Montezzemolo,

    Infondo perchè a Sebastian è stata fatta provare la Ferrari di Bergher in Austria?????
    Perchè a l’epoca si sapeva ed era già tutto deciso, quella è stata una farsa in stile Red Bull, tanto per scherzare sul futuro di Vettel, ma dire che è successo tutto in Giappone, via per piacere…!!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!